mercoledì 22 febbraio 2017

Ue avverte Italia, manovra dello 0,2% entro aprile o procedura d'infrazione per deficit eccessivo!

Bruxelles non è in vena di sconti e batte cassa! Se il governo italiano non attuerà "in modo credibile" le misure per la correzione dei conti pubblici "di almeno lo 0,2% del pil" entro il mese di aprile, la Commissione considererà non rispettata la regola del debito, ma la decisione di aprire una "procedura per disavanzi eccessivi" sarà presa "in base alle previsioni di primavera 2017" che di solito vengono pubblicate a maggio. E' scritto in una nota della Commissione sull'adozione del 'Rapporto sul debito' adottato dall'esecutivo in base all'art.126.3 del Trattato. "L'Italia presenta eccessivi squilibri", si legge a pagina 25 della Comunicazione della Commissione sul progresso delle riforme strutturali nell'Eurozona approvata oggi. Per il nostro Paese sono indicati l'alto debito, la protratta debolezza nella dinamica della produttività in un contesto di alti Npl (Non performing loans, ossia prestiti non performanti) e disoccupazione. Insomma, Renzi ci ha lasciato in un 'grande casino', tanto per usare un eufemismo e non essere scurrili. L’ex premier ed ex segretario del partito di maggioranza, ha fatto come Capitan Schettino: ci ha mandato a picco, ci ha lasciato con le pezze al sedere, sotto una valanga di debiti, e poi... ha abbandonato la nave che affonda andandosene negli States! Insomma, se n’è andato al momento giusto, proprio quando l'Europa si appresta a sferrare il colpo di grazia ad una moribonda Italia. Bruxelles, infatti, chiede in tempi brevi al governo Gentiloni un aggiustamento dei conti pubblici. Nel dettaglio l'intervento chiesto dai burocrati continentali è di circa 3,4 miliardi di euro. Una vera e propria manovra bis - ancora tagli e tasse, come sparare sulla Croce Rossa - che vale lo 0,2% del Pil. E l’attuale governo, adesso, non potrà più rinviare l'impegno. In caso contrario, infatti, la Commissione Europea è pronta ad aprire una procedura d'infrazione per deficit eccessivo a carico del Belpaese per il mancato rispetto della regola sul debito. Si tratterebbe, di fatto, di un commissariamento che potrebbe durare anni. L'Europa, insomma, non vuole più fare sconti e l'Italia rischia così di morire di tasse, disoccupazione e stipendi da fame, mentre chi ha precise responsabilità politiche e di governo pensa a dare un lavoro agli immigrati e va ancora blaterando di legge elettorale e di quelle elezioni anticipate che in realtà nessuno di loro vuole.

potrebbe interessarti anche...

Immigrazione. Invasione 'silenziosa', più gravosa di quella 'rumorosa' dei barconi!

All’Italia sono rimaste poche certezze: un debito pubblico ai massimi storici, una tassazione che si mangia più del 50% del reddito, una disoccupazione giovanile senza precedenti, un welfare inesistente, salari e pensioni da fame - eccetto gli “assegni d’oro delle caste” - e l'immigrazione. Ecco, siamo invasi! Siamo un Paese che di fronte ad un flusso migratorio senza limiti e senza regole, che ha tutti gli effetti di una vera e propria invasione, si è calato le braghe e ha spalancato non solo le porte di casa ma pure il portafoglio. Siamo l’unico Paese al mondo che impiega le Forze Armate per farsi invadere e che utilizza i soldi degli italiani non a sostegno degli italiani, ma per  ‘accogliere’ gente senza né arte, né parte e molto spesso senza alcun diritto ad essere ‘accolta’. E se facciamo tutto questo non è certo perché siamo tutti bravi e buoni. Non è per spirito di solidarietà e senso di umanità, né tantomeno per carità cristiana e sentimento di fratellanza che ‘accogliamo’ di tutto e di più, ma per pura convenienza economica: cooperative, associazioni e imprenditori guadagnano milioni di euro sui profughi! Per contro, siamo un Paese dove chi è italiano, giovane e laureato, se può, fugge all’estero, se non può, resta in Italia senza lavoro, senza una casa e senza fare figli. E l’invasione continua. E non solo l’invasione africana, quella dei barconi all’arrembaggio delle nostre coste, che fa tanto rumore sui media, ma soprattutto l'invasione ‘silenziosa’ - e non per questo meno gravosa, tutt’altro - di coloro che arrivano ‘regolarmente’ in treno, in aereo o in auto dai paesi dell’Europa dell’Est, dalla Cina, dall’India, dal Bangladesh e dal Sud America. Centinaia di migliaia di immigrati che si piazzano indisturbati in Italia, senza nessun controllo, che vivono e prolificano nel Paese del bengodi, che tolgono occupazione agli italiani, innescando un pericoloso gioco al ribasso del costo del lavoro che di fatto ci ha portato a stipendi da fame e pensioni da assegno sociale, perché la stragrande maggioranza degli ‘invasori’ lavora in nero e la gran parte dei soldi che guadagna non li versa certo nelle casse dell’Inps, ma in quelle dei paesi di provenienza!

L'amministrazione 5 Stelle a Roma e il resto del mondo: due pesi e due misure.

di MoVimento5Stelle. Se il Comune di Roma governato da Virginia Raggi cambia un assessore o sbaglia la scelta di un dirigente è il cataclisma. Aperture di telegiornali, prime pagine dei quotidiani, intere settimane di dibattito. Eppure dimissioni e sostituzioni di assessori sono all'ordine del giorno in qualsiasi amministrazione. Se è doveroso che i giornalisti facciano le pulci al Movimento5Stelle e le sue amministrazioni, ci chiediamo perchè la stessa enfasi mediatica non viene o non è stata riservata a livello nazionale quando è toccato ad altri? Come al solito due pesi e due misure.

martedì 21 febbraio 2017

Il PD tiene in stand by un Paese sull'orlo del precipizio!

Siamo la ‘cenerentola’ d’Europa e la ‘barzelletta’ del Mondo. Siamo il Paese dove il debito pubblico cresce a dismisura, nonostante una tassazione che non ha eguali considerato il salasso al quale sottopone sistematicamente i ‘soliti noti’, e siamo pure il Paese dove i salari sono fermi ai tempi del passaggio nefasto dalla Lira all’Euro che di fatto ne ha dimezzato il potere d’acquisto.

Eurozona, crescita record per economia e posti lavoro. Italia, maglia nera, fanalino di coda della Ue!

Nonostante ci sia l'Italia a tenere bassa la media europea con i suoi dati disastrosi su tutti i fronti, l'attività economica nell'Eurozona a febbraio è balzata inaspettatamente ai massimi di sei anni con una crescita "quasi record", e la creazione di nuovi posti di lavori ai massimi di nove anni e mezzo: è quanto emerge dall'indice Pmi composito, l'indice anticipatore più accreditato che raccoglie le stime dei direttori degli acquisti nei settori servizi e manifattura. L'indice è salito a 56 da 54,4

Nuova Sinistra? Meglio quella di Sullo.

di Gianfranco Rotondi. Mi sono divertito a sfruculiare gli scissionisti del Pd: per battezzare la loro arca di Noè hanno scelto il poco fantasioso nome di "Nuova Sinistra'", e io gli ho ricordato che questo marchio appartiene alla fondazione "Fiorentino Sullo", essendo stato Nuova Sinistra il nome dell'ultima corrente Dc, fondata dall'onorevole Sullo negli anni '70. Tranquillizzo Massimo D'Alema e soci: il nome possono usarlo, ne facciano quel che gli piace,

FS, privatizzare gli utili e rendere pubbliche le perdite?

di Gerardo Lisco. Ferrovie dello Stato SpA, come è noto, è interamente partecipata dallo Stato tramite il Ministero dell’Economia e delle Finanze. A FS SpA fanno capo una serie di società tra le quali vi è Trenitalia SpA che gestisce il servizio di trasporto passeggeri e merci compreso il trasporto pubblico locale. L’attività è organizzata in due Divisioni. La prima riguarda sia i servizi universali a lunga e media percorrenza coperti da

Il mito della perfezione nella società dell’inganno.

di Maria Francesca Carnea. Qual è il giusto mezzo tra viltà e temerarietà? Il coraggio. Qual è il giusto mezzo tra avarizia e prodigalità? La generosità. Virtù etiche, il coraggio e la generosità che riguardano le funzioni della parte non razionale dell’anima. Le funzioni della parte razionale sono, invece, la saggezza che individua ciò che si deve fare e la sapienza che consiste nell’esercizio della conoscenza. Individuando ciò che si deve fare, esercitando la conoscenza, verrà da sé il coraggio nell’azione, e la generosità dell’agire. Necessario è individuare il senso del fine che si vuole perseguire, che molte volte,

In cammino… verso gli Stati Uniti.

di Matteo Renzi. Primissime ore del mattino, arrivo in aeroporto e butto un occhio sui canali delle news: tutti ripetono ossessivamente le sfumature e i dettagli delle posizioni interne al PD. Da qualche giorno l’apertura di tutti i media italiani è la scissione -  o fuoriuscita, per dirla con le parole di Paolo Mieli  -  del Partito Democratico. Ne sono molto dispiaciuto,

La fragilità degli adolescenti.

di Elisabetta Rotriquenz. Un altro drammatico episodio che coinvolge un adolescente: un sedicenne si suicida lanciandosi dal balcone durante una perquisizione della guardia di finanza in casa alla ricerca di droga. Le cose andavano male già da qualche tempo, infatti la madre del giovane non lo mandava a calcio da un mese a causa dello scarso rendimento scolastico del figlio. Durante un controllo dei finanzieri all'uscita dell'istituto

Surgelati: comodi ma anche sani e nutrienti?

di Francesca Biagioli. Indubbiamente i cibi surgelati sono molto comodi, soprattutto per chi deve cucinare qualcosa velocemente e magari non ha fatto recentemente la spesa. Ma il processo di surgelamento non rischia di far perdere nutrienti e proprietà ai prodotti? Ovviamente vi consigliamo di utilizzare nella vostra alimentazione il più possibile alimenti freschi e di stagione, qualche volta però per esigenze particolari si può cedere alla

lunedì 20 febbraio 2017

Un Paese diviso.

La Sinistra divisa in mille rivoli. La Destra idem. I 5Stelle in panne. Il Paese diviso tra ricchi sempre più ricchi e poveri sempre più poveri e più numerosi che si nutrono di altri nuovi poveri del defunto ceto medio. Italiani divisi in “furbetti”, con diverse specializzazioni che vanno da quelli dello “scontrino” a quelli del “cartellino”, e in “soliti fessi” che lavorano e pagano anche per loro e per chi ancora gode di stipendi e pensioni spropositati rispetto al servizio reso e alla pubblica decenza.

UN PAESE A PEZZI. L'ITALIA NON S’È DESTA!

Dopo aver provato tutti i partiti e i movimenti politici dell’arco parlamentare, dandogli la nostra delega per il governo locale e centrale del Paese, dobbiamo purtroppo arrenderci e alzare le mani arrivando all’amara conclusione che "nessuno" ad oggi è riuscito ad imprimere un reale cambio di marcia a questo Paese sempre più depresso, povero e corrotto

Tale cane, tale padrone: abbiamo davvero la stessa personalità?

di Eleonora Degano. La relazione tra esseri umani e cani è unica, da entrambe le parti. Un attaccamento tra due specie diverse, che con la spinta della domesticazione è diventato per il cane una continua sfida cognitiva. Ma quanto è vero il detto “tale padrone tale cane”? La nostra personalità, il nostro modo di essere, possono influenzare quelli del nostro cane? Secondo un nuovo studio, condotto dall’Università di Vienna e pubblicato su Plos One, la risposta è sì. A oltre 100 proprietari di cani è stato chiesto di rispondere a un questionario sul proprio cane e su loro stessi, che ha permesso di dividerli in cinque categorie:

lunedì 13 febbraio 2017

"S.I. apre" un nuovo centrosinistra.

di Gerardo Lisco. Domenica 12 febbraio si è tenuta presso il Tetro “Ambra Jovinelli” a Roma l’assemblea promossa da Arturo Scotto da titolo “ S. I. apre”. C’ero anch’io, e ritengo che il progetto politico lanciato da Arturo Scotto meriti attenzione. Di fronte alla contrapposizione e alla radicalizzazione dello scontro politico tra una destra nazional capitalismo e di una destra liberal-liberista in rappresentanza dell’establishment, la proposta di Scotto si inserisce nelle dinamiche in corso per

venerdì 10 febbraio 2017

Signore e Signori, questa è la politica italiana!

Siamo un Paese alla deriva, senza più regole, senza etica, senza pudore, senza cultura, senza una classe dirigente degna e capace e con un popolo depresso e avvilito dalla crisi economica, politica e sociale di questo ultimo ventennio che, dopo Sanremo, non sa più a quale santo votarsi! Siamo un Paese spogliato di tutto, un Paese rimasto in braghe di tela! Il pil non sale ma, per contro, il livello del dibattito politico è sceso nel sottoscala dell'indecenza.

M5S e Pd in netto fuori gioco. Il centro-destra in zona goal!

Pd e M5S sono in panne. Infatti, stando agli ultimi sondaggi, crollano sotto la fatidica soglia del 30%. Il Pd passa dal 30,2 al 29,5% e i 5stelle dal 28,4 al 26,6%. Il calo del Pd si spiega con il fallimento totale del suo leader stigmatizzato dalla batosta referendaria. Il calo dei grillini è sinergico, in generale, alla perdita di credibilità del M5S su diversi fronti,

La top ten dei migliori paesi in cui godersi la pensione.

Dopo la 'fuga dei cervelli', anche i 'pensionati' fanno le valigie. E se va avanti di questo passo, con gli italiani spremuti come limoni dal fisco, con stipendi da fame e pensioni di cui 'il come', 'il quanto' e 'il quando' è sempre più incerto, va a finire che nel Belpaese ci restano soltanto loro: migranti e politici! Tantè che molti pensionati italiani, a fronte di un vitalizio da quattro soldi senza rivalutazione ed eroso dalle tasse e dal caro vita, sono già espatriati e tanti altri sono in procinto di farlo. Ma dove è più vantaggioso andare a vivere dopo la pensione?

Allarme aviaria: le conseguenze mortali degli allevamenti intensivi.

di Marta Albè. Nuovo allarme aviaria nel nostro Paese, di chi è la responsabilità? In Europa la situazione è preoccupante: sono interessati 26 Stati con 1094 focolai di aviaria tra allevamenti e avifauna selvatica. In Italia ad oggi 4 focolai (tre in Veneto e uno in Emilia Romagna) e 4 casi di uccelli selvatici risultati positivi al virus hanno riacceso l’allerta per l’influenza aviaria nel nostro Paese. Al momento la risposta all’influenza aviaria si sta concentrando su come si trasmette e sulla gestione dei focolai.