venerdì 9 dicembre 2016

A volte ritornano, anche se non se ne sono mai andati! Prepariamoci ad un "Renzi-bis".

Una minestra riscaldata, un "Renzi-bis" per portare l’Italia al voto il più presto possibile, dopo aver corretto l’Italicum. E' questa la prima scelta del Quirinale per uscire dalla crisi di governo aperta dal risultato referendario. L'ideona è quella di rinviare il premier dimissionario alle Camere per verificare se ha ancora la fiducia e dunque una maggioranza. Con una scadenza molto ravvicinata: la sentenza della Corte Costituzionale sull'Italicum, il 24 gennaio. Se i giudici riscriveranno una legge elettorale immediatamente utilizzabile, si andrà velocemente verso le elezioni anticipate, altrimenti sarà la solita... ammuina! In un Paese 'normale' un premier 'legittimato' a fare le valigie, dopo una sconfitta elettorale delle proporzioni e dai contenuti sì espliciti di domenica scorsa, avrebbe rassegnato le dimissioni e sarebbe scomparso nel nulla. Il fenomeno fiorentino, invece, è stato "ripescato" dal Quirinale per un non meglio definito "senso di responsabilità" nei confronti del Paese. Ed eccolo il premier - stavolta col voto degli italiani che lo hanno sfrattato da Palazzo Chigi - pronto a tornare più ringalluzzito e più arrogante che pria! Sì perché, in questo grande Paese, chi perde, chi viene mandato a casa, chi è arrogante, bugiardo e non mantiene la parola data - "se perdo lascio la politica" - non cambia mestiere, ma torna, più spavaldo che mai. La volontà popolare viene nuovamente disattesa. La voglia è quella di cambiare Paese, visto che questo Paese non è nelle condizioni di essere cambiato!

potrebbe anche interessarti...

Forza Renzi.

Il dopo referendum apre di fatto la campagna elettorale per il futuro governo del Paese. E se da una parte, quella dei 5stelle, lo scenario è tutto - anche fin troppo - bello che definito e non resta che aspettare il voto e passare alla conta, da quest'altra parte c'è una Destra ridotta a brandelli, con un Salvini e una Meloni che non sembrano avere quel 'quid', tanto caro a Silvio Berlusconi, per portare alla vittoria il centro-destra, e una Sinistra sempre più divisa, che rischia di passare dalla convivenza coatta di separati in casa ad un inevitabile divorzio che tutti si augurano almeno consensuale. Così per i moderati di centro-destra e di centro-sinistra, alias ex democristiani ed ex social democratici, si offre un’occasione irripetibile per creare un grande 'partito dei moderati'. Renzi è un politico di razza, e qualora riuscisse a “rottamare” una buona volta per tutte i vecchi “comunisti” del Pd e a inglobare Forza Italia in nuovo soggetto politico, avrebbe compiuto il più grande miracolo della politica italiana: resuscitare la 'Balena Bianca'.
Silvio Berlusconi, ormai al tramonto della sua vita politica e non solo di quella, anche se, per carità, gli auguriamo di campare altri cento anni, ha sempre apprezzato il ragazzotto di Firenze incoronandolo di recente come l’unico, vero, grande leader di questo particolare momento storico. E allora, considerata la vicinanza di Matteo Renzi ai poteri forti e al mondo della grande impresa, quale migliore occasione, quale miglior momento di quello attuale per dare vita ad una Democrazia Cristiana 2.0? Forza Renzi, ce la puoi fare!

Victoria's Secret, la passerella della grande bellezza.

Che spettacolo! Quanta bellezza! Quanto fascino! Quanta sensualità! Sull'avvenenza e il fascino delle modelle che sfilano in passerella per Victoria's Secret, il brand di lingerie forse più famoso al mondo, non esistono dubbi di sorta: del resto, le loro qualità e i loro pregi sono sotto gli occhi di tutti! Ma una menzione speciale la meritano anche le creazioni della collezione: un tripudio di pizzi, trine, piume, cristalli, spesso Swarovski. Se i reggiseni di Victoria's Secret possono essere appannaggio di molti, dato che il loro costo non è esagerato, ci sono, invece, alcuni pezzi - non in vendita - che valgono milioni di dollari. Un esempio? Il Bombshell Fantasy Bra creato da Damiani, presentato da Adriana Lima nel 2010 e indossato dalla splendida modella brasiliana nel corso del Fashion Show di quell'anno. L'anno successivo è toccato a Miranda Kerr presentare e sfilare con il Rantasy Treasure Bra, una creazione del valore di 2 milioni e mezzo di dollari.

Decorazioni natalizie naturali, il fai da te green a costo zero.

di Anna Simone. Natale è anche magia. E le decorazioni usate dai più per rendere natalizi appartamenti, uffici, strade e spazi pubblici contribuiscono a creare un’atmosfera unica. Un trionfo di colori caldi, forme che suscitano tenerezza e composizioni che concretizzano la bellezza a cui è impossibile rimanere indifferenti. Ora che il 25 dicembre si avvicina, è meglio iniziare a pensare a come abbellire le stanze della nostra casa, magari personalizzandole in chiave green.

Bombe d’aria ed esplosioni in mare: così il governo s’è piegato alle compagnie petrolifere.

di Stefania Elena Carnemolla. L’ambientalismo vissuto come fastidio, il bollare le manifestazioni di associazioni e cittadini come quelle di “tre o quattro comitatini” che “bloccano le ricerche di idrocarburi”: erano i tempi di Matteo Renzi a Palazzo Chigi, sullo sfondo lo scandalo lucano di Tempa Rossa, il referendum sulle trivelle, le dimissioni della ministra Federica Guidi, scivolata su una storia d’amore e petrolio. Sconfitto al referendum, annunciando l’addio a Palazzo Chigi, Renzi ha ripercorso le tappe del suo governo, rivendicando, tra le cose fatte, la legge sui reati ambientali.

L'Artico si scioglie: molti i segnali che destano allarme.

di Alessandra Concas. Un cambiamento climatico imprevedibile e incontrollabile che non si limiterebbe al Polo Nord, determinato dallo scioglimento dell'Artico. A lanciare l'allarme è il rapporto "Arctic Resilience", scritto da undici organizzazioni tra i quali il Consiglio artico e alcuni atenei. Gli esperti hanno individuato dei cambiamenti considerevoli che ci sono stati o che ci potrebbero essere negli ecosistemi marini, di acqua dolce e terrestri dell'Artico,

I bambini non sono "burattini"!

di Maria Zurzolo. Sempre più spesso assisto a situazioni in cui i bambini si trovano "costretti" dai genitori, dai nonni o da parenti e amici di turno, a dire o fare cose che palesemente non desiderano. "Giulio, saluta gli zii... abbracciali!.... Non sapete quanto è brava Alessia a ballare…dai, fai vedere come sei capace!.... Tommaso, sono una cara amica di mamma, ti ricordi di me? Su, vieni a darmi un bacio!..... Amore di nonna, se non vuoi stare in braccio significa che non mi vuoi più bene!" e via così... 

mercoledì 7 dicembre 2016

Il premier che verrà dovrà pagare i buffi lasciati da Renzi.

di Gerardo Lisco. La vittoria referendaria del No è stata una vittoria dei cittadini, lo dimostra il fatto stesso che nessuno si aspettava una partecipazione così elevata. Eppure questa splendida vittoria della Democrazia potrebbe contenere i germi capaci di favorire una débâcle reazionaria. In questo momento Renzi è ferito, tramortito, la sconfitta subita non ha comunque messo in discussione la sua leadership nel partito, soprattutto oltre l’80% dell’elettorato PD ha seguito le sue indicazioni.

Le elezioni non sono un'arma.

di Beppe Grillo. Renzi non è abituato alle elezioni, ne ha paura e crede che sia un ordigno del MoVimento 5 Stelle: "Non lascio questa arma a Grillo" ha detto il premier dimissionario congelato. Vorrei tranquillizzarlo. Le elezioni non sono un'arma, tantomeno una mia arma. Sono lo strumento democratico che gli italiani hanno, come sancito dalla Costituzione, per eleggere i rappresentanti della Camera e del Senato

San Basilio in rivolta: "Via i migranti dalle nostre case".

Prima gli italiani, poi tutti gli altri. Un buon padre di famiglia prima pensa a portare in tavola il pane necessario per sfamare i suoi figli e poi se avanza qualcosa lo offre a chi è ancora meno fortunato della sua famiglia. Quando l'ordine naturale delle priorità viene invertito, allora si rischia grosso come a San Basilio, periferia di Roma, dove i residenti sono scesi a decine dai palazzi popolari per impedire che una famiglia di cittadini marocchini prendesse possesso della casa popolare che gli era stata assegnata.

Aleexandra mette la sua verginità all'asta!

Una diciottenne romena di Bucarest, bellissima, mora, occhi scuri, ha attirato l'attenzione mediatica perché ha messo in vendita il suo corpo: la sua verginità in cambio di denaro per aiutare la sua famiglia in gravi difficoltà economiche. Lei, in arte Aleexandra Khefren, ha ricevuto anche delle proposte, una in particolare: due milioni di euro per fare sesso con lei. Soldi che servirebbero alla famiglia: i genitori stanno per essere sfrattati. Il padre, ovviamente, è contrario e ha minacciato di rinnegarla. Lei, da par suo, tira dritto per la sua strada:

Zucchero di canna: tra falsi miti e reali proprietà benefiche.

di Francesca Biagioli. Lo zucchero bianco è un dolcificante che tende a generare dipendenza e ha numerose ripercussioni negative sul corpo. Tante persone pensano che acquistando zucchero di canna possano mettersi al sicuro da eventuali rischi per la salute. Ma è davvero così? Lo zucchero di canna fa male come quello bianco? Facciamo chiarezza. Dire zucchero di canna ci dà la sensazione di parlare di un prodotto più sano e naturale

Referendum, ha vinto il buon senso.

di Maria Pia Caporuscio. Gli italiano con il loro 'NO' hanno voluto ribadire che la Costituzione è un patrimonio del popolo e non del governo di turno e che l'arroganza e il disprezzo delle regole non intendono più subirle. Difendendo la Carta Costituzionale sapevano di difendere anche la propria libertà dagli abusi di governi autoritari,

martedì 6 dicembre 2016

Dimissioni congelate. Premier congelato. Un altro annuncio che non si realizza.

Domenica notte, dopo la batosta elettorale, Matteo Renzi aveva annunciato per l'indomani le proprie dimissioni. Almeno per una volta, da quando è presidente del consiglio, qualcuno gli aveva pure creduto. Macchè! Balle! Lui, il giorno dopo, si è già rimangiato tutto e sta ancora lì dov'era e dove gli italiani non lo vogliono più, a Palazzo Chigi! Lui è fatto così. Non riesce a dire la verità neppure sotto tortura, neppure sotto una valanga di NO! Non ce la fa proprio a mantenere la parola data, è contro la sua natura. Il suo dna è geneticamente strutturato per fare promesse e non mantenerle.

Pratiche sessuali estreme: non sempre sono perversioni. Il caso del bondage.

di Marika Zurzolo. Christian Grey, il protagonista atletico e brillante di "50 sfumature", più che un esperto di pratiche sessuali estreme, è un personaggio con delle problematiche psicologiche di altro tipo! Ebbene sì, udite udite, colui che ha incollato milioni di donne alle pagine della trilogia è un soggetto che ha difficoltà a stabilire delle sane relazioni affettive e ha bisogno di controllare e sottomettere la partner, sfogando rabbia e frustrazione attraverso la sessualità. Procediamo con ordine! Nella storia viene lasciato intendere che il "signor Grigio" è un cultore delle pratiche BDSM e come tale assoggetta al suo controllo non solo la sessualità ma anche la vita della donna succube.