venerdì 24 febbraio 2017

Tetto agli 'stipendi d'oro' e reddito minimo garantito agli 'stipendi da fame'.

Un tetto di 240mila euro per tutti coloro che lavorano nel servizio pubblico, per calmierare gli “stipendi d’oro” dei colletti bianchi e di molti volti noti della Rai, è già legge dello Stato più che legittima, giusta e degna di un Paese civile e democratico, anche se molto spesso è una regola che viene elusa e raggirata. Un tale limite andrebbe imposto anche nel settore privato, a costo di far inorridire gli sponsor del libero mercato e farli gridare “comunisti, comunisti”! Un tetto retributivo per tutti, quindi, anche per calciatori, attori, cantanti, manager, imprenditori, ecc, ecc. Un limite massimo al guadagno di ogni essere umano, imposto per legge o assicurato dalla fiscalità, per redistribuire la ricchezza spropositata che taluni riescono ad accumulare, anche grazie al sudore dei loro collaboratori e di quelle maestranze che non riuscirebbero a mettere da parte quanto loro neppure se lavorassero per centomila anni, e soprattutto grazie ad un pubblico e a una clientela che, consumando i loro prodotti, altro non sono che il finanziatore diretto delle loro immense, esagerate, spropositate, fortune.
Ma se è giusto ridimensionare i famigerati “stipendi d’oro”, sarebbe altrettanto urgente ridare fiato a tutti coloro che tirano avanti con mille euro al mese, ai cosiddetti “stipendi da fame”! Perciò, è auspicabile, quanto giusto, etico e sacrosanto, elargire per legge un “reddito minimo garantito” in grado di consentire una vita minima dignitosa, cumulabile con altri redditi (da lavoro, da impresa, da rendita, da pensione), indipendentemente dall'attività lavorativa effettuata ed erogato durante tutta la vita del soggetto. Un reddito minimo garantito a tutti coloro che lavorano e sgobbano ogni giorno nell’ombra e non sotto i riflettori, ma che alla resa dei conti sono il vero motore dell’economia di ogni Paese. Un motore che, purtroppo, nel Belpaese s'è fermato da troppo tempo!

potrebbe interessarti anche...

Un nuovo modello di società.

Renzi, dopo aver rottamato e portato allo sfascio prima l'Italia e adesso il Pd, se n'è andato negli States a scrive il diario del suo 'viaggio-studio', lasciando i compiti a casa per Gentiloni e Orfini. Raggi, dopo il niet alle Olimpiadi, sfoglia la margherita dello Stadio della Roma, 'lo stadio si fa, non si fa...'. Berlusconi, dall'esilio politico di Arcore, è rimasto ancora alla ricerca di quel leader col 'quid' che in realtà non vuole trovare, perché lui non intende abdicare, perchè lui è insostituibile, perchè lui è eterno,

Statali, in dirittura d'arrivo gli 85 euro lordi al mese!

Ecco il nuovo testo unico del pubblico impiego. Si tratta di un primo via libera sufficiente però ad aprire la strada ai rinnovi contrattuali per i 3,2 milioni di dipendenti pubblici che attendono da 7 anni quello che sarà un aumento salariale medio di 85 euro lordi al mese. Poco, troppo poco, una miseria, che non va certo a colmare il drammatico gap segnato dal passaggio dalla lira all'euro e il caro vita, ma comunque meglio questo che niente!

Fuori dall'euro Italia più forte e più competitiva.

di Fabio Montoli. A dirlo non sono Salvini o Marine Le Pen, e nemmeno qualche euroscettico convinto. A sostenere la tesi che la fine dell'euro comporterebbe una sostanziale stabilità rispetto alla moneta unica per una eventuale nuova lira, è uno studio curato da Villemot e dal collega Cédric Durand della Sorbona, che ipotizzano due scenari: l'uscita dall'euro di un singolo Paese o la rottura totale e contemporanea dell'unione.

Immigrazione e globalizzazione affonderanno anche l'Africa.

di Daniela Coli. Le grandi immigrazioni non sono una minaccia solo per gli europei in crisi demografica, ma anche per i migranti, come si usa chiamarli, quasi fossero animali, perché la globalizzazione mira a sradicarli dai continenti dove vivono, farne dei nomadi da usare e gettare, forse da rimpiazzare alla fine con robot, come dichiara il filosofo Cacciari, sicuro, come un sessantottino seguace di Marcuse, che i robot ci "libereranno" dal lavoro e potremo dedicarci ad attività più piacevoli.

Il ritorno del Commissario Montalbano.

di Ombretta Grasso. Torna, finalmente torna. L’abbiamo atteso per mesi, godendoci le repliche, ma sognando i nuovi manicaretti della cammarera Adelina e i tramonti della sua casa sul mare. L’attesa è finita: Montalbano torna su Rai1 con due nuovi episodi in onda il 27 febbraio e il 6 marzo con Luca Zingaretti come sempre nei panni del commissario più amato della tv, creato dalla penna di Andrea Camilleri.

Diario dalla California giorno 2.

di Matteo Renzi. Il futuro non è più quello di una volta” diceva Paul Valery e quando parli con Brian Chesky, CEO e fondatore di Airbnb, te ne rendi conto. Certo lui  -  come molti, in questa capitale globale del domani - pensa che i prossimi anni cambieranno l’umanità più di quanto lo abbiano fatto gli scorsi secoli,

giovedì 23 febbraio 2017

Nel prossimo Parlamento ci sarà la Dc!

di Gianfranco Rotondi. Rivoluzione Cristiana ha compiuto la scelta faticosa di non coinvolgere nessun parlamentare in carica. Ciò ha comportato un deficit di visibilità perché i tg misurano gli spazi sulla consistenza dei gruppi parlamentari. Nella prossima legislatura ci sarà la Dc. Non i democristiani, che ci sono anche in questa e sono anche troppi.

730 precompilato. Novità per gli amministratori di condominio.

L’Agenzia delle Entrate ha fatto sapere che gli Amministratori di condominio possono effettuare l’invio dei dati relativi alle spese di ristrutturazione edilizia e risparmio energetico effettuati sulle parti comuni eccezionalmente, per questo anno, fino al 7 marzo 2017. Queste informazioni, se trasmesse entro questa data, saranno utilizzate per l’elaborazione della dichiarazione precompilata, senza alcun impatto negativo sui contribuenti. La scelta della nuova data è stata resa necessaria per venire incontro alle esigenze rappresentate dagli amministratori,

Lampedusa, la Spiaggia dei Conigli la più bella d'Italia!

La Spiaggia dei Conigli a Lampedusa, Cala Mariolu e Cala Goloritze in Ogliastra sono le vere "regine" d'Italia. Sono infatti in testa alla classifica italiana dei Travelers' Choice Beaches Awards 2017 di TripAdvisor. Ben 343 le spiagge premiate con la vittoria della Spagna con La Concha a San Sebastian a livello europeo e del Brasile con Baia do Sancho a livello mondiale.

Diario dalla California giorno 1.

di Matteo Renzi. Mentre la politica italiana post-referendaria litiga su tutto o quasi, il mondo fuori continua a correre. Ho deciso di staccare qualche ora - mentre il PD scrive le regole per il congresso - e di dedicarmi ad alcuni incontri di qualità in California. Il futuro, prima o poi, torna. E allora facciamoci trovare pronti: anziché litigare sul niente, proviamo a imparare da chi sta costruendo il domani prima degli altri. In questo primo giorno mi ha colpito - tra l’altro - la visita a Tesla, l’innovativa azienda di auto elettriche che ha il quartier generale a Palo Alto. Ho incontrato il vulcanico fondatore, Elon Musk, una personalità che mi aveva sempre incuriosito molto e che non avevo mai conosciuto prima di oggi.

Juve, no problem. I bianconeri volano allo stadio do Dragao!

Tutti sono necessari, nessuno è indispensabile. La Juventus, al di là di ogni tatticismo, calcolo e considerazione sull'importanza degli imminenti impegni sportivi, impone rigore e disciplina ai suoi. Se ne frega di scendere in campo senza un giocatore fondamentale per i suoi schemi di gioco, della portata di Bonucci, reo di aver mandato a 'quel paese' il suo allenatore. Nella Juve chi sbaglia paga, questa è la regola ferrea che l'ha resa 'grande' in Italia e nel mondo!

mercoledì 22 febbraio 2017

Ue avverte Italia, manovra dello 0,2% entro aprile o procedura d'infrazione per deficit eccessivo!

Bruxelles non è in vena di sconti e batte cassa! Se il governo italiano non attuerà "in modo credibile" le misure per la correzione dei conti pubblici "di almeno lo 0,2% del pil" entro il mese di aprile, la Commissione considererà non rispettata la regola del debito, ma la decisione di aprire una "procedura per disavanzi eccessivi" sarà presa "in base alle previsioni di primavera 2017" che di solito vengono pubblicate a maggio.

Immigrazione. Invasione 'silenziosa', più gravosa di quella 'rumorosa' dei barconi!

All’Italia sono rimaste poche certezze: un debito pubblico ai massimi storici, una tassazione che si mangia più del 50% del reddito, una disoccupazione giovanile senza precedenti, un welfare inesistente, salari e pensioni da fame - eccetto gli “assegni d’oro delle caste” - e l'immigrazione. Ecco, siamo invasi! Siamo un Paese che di fronte ad un flusso migratorio senza limiti e senza regole, che ha tutti gli effetti di una vera e propria invasione,

martedì 21 febbraio 2017

Il PD tiene in stand by un Paese sull'orlo del precipizio!

Siamo la ‘cenerentola’ d’Europa e la ‘barzelletta’ del Mondo. Siamo il Paese dove il debito pubblico cresce a dismisura, nonostante una tassazione che non ha eguali considerato il salasso al quale sottopone sistematicamente i ‘soliti noti’, e siamo pure il Paese dove i salari sono fermi ai tempi del passaggio nefasto dalla Lira all’Euro che di fatto ne ha dimezzato il potere d’acquisto.

Eurozona, crescita record per economia e posti lavoro. Italia, maglia nera, fanalino di coda della Ue!

Nonostante ci sia l'Italia a tenere bassa la media europea con i suoi dati disastrosi su tutti i fronti, l'attività economica nell'Eurozona a febbraio è balzata inaspettatamente ai massimi di sei anni con una crescita "quasi record", e la creazione di nuovi posti di lavori ai massimi di nove anni e mezzo: è quanto emerge dall'indice Pmi composito, l'indice anticipatore più accreditato che raccoglie le stime dei direttori degli acquisti nei settori servizi e manifattura. L'indice è salito a 56 da 54,4

FS, privatizzare gli utili e rendere pubbliche le perdite?

di Gerardo Lisco. Ferrovie dello Stato SpA, come è noto, è interamente partecipata dallo Stato tramite il Ministero dell’Economia e delle Finanze. A FS SpA fanno capo una serie di società tra le quali vi è Trenitalia SpA che gestisce il servizio di trasporto passeggeri e merci compreso il trasporto pubblico locale. L’attività è organizzata in due Divisioni. La prima riguarda sia i servizi universali a lunga e media percorrenza coperti da