Le multe sulle strisce blu non vanno pagate se il biglietto è scaduto!

I mezzi pubblici, sempre pieni zeppi, sporchi, scomodi e puzzolenti, che passano alla fermata quando e come gli pare. Le auto private incagliate tra di loro nel traffico cittadino e poi quando finalmente si arriva alla meta prefissata il parcheggio è davvero un’impresa titanica e nonostante le strisce blu e il ticket pagato, capita sovente di trovare infilata tra parabrezza e tergicristallo la multa per aver sforato l’orario consentito! 
Ma da oggi però la situazione, almeno per la sosta a pagamento, potrebbe essere ribaltata a favore degli automobilisti, scatenando una pioggia di ricorsi. L'assist arriva da un parere del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti "in materia di parcheggi a pagamento" (protocollo 25783 del 22 marzo 2010) sostare troppo a lungo in un parcheggio a pagamento non può essere motivo di multa. L'eventuale evasione tariffaria - spiegano ala direzione generale della sicurezza stradale - non configura violazione alle norme del Codice della strada, bensì una inadempienza contrattuale, da perseguire secondo le procedure jure privatorum a tutela del diritto patrimoniale dell'ente proprietario o concessionario". Secondo il parere del ministero, rimangono validi solo i due casi citati dal codice della strada ovvero laddove la sosta è permessa per un tempo limitato, come le strisce bianche, dove è d'obbligo l'esposizione del disco orario e laddove esiste il dispositivo di controllo della durata della sosta è fatto obbligo di porlo in funzione. In poche parole l'unica ragione per prendersi una multa è quella di non aver pagato la tariffa del parcheggio senza aver esposto la ricevuta sul cruscotto, ma non quella di aver lasciato la vettura oltre l'orario consentito. Facendo riferimento ad un parere tecnico-legale emanato dal Ministero delle Infrastrutture già nel lontano 2010 che rese pubblica l’illegalità delle sanzioni applicate a ticket orari scaduti: “Se la sosta viene effettuata omettendo l’acquisto del ticket orario, deve essere necessariamente applicata la sanzione. Se invece viene acquistato il ticket, ma la sosta si prolunga oltre l’orario di competenza non si applicano sanzioni, ma si da corso al recupero delle ulteriori somme dovute”, ovvero i soldi con cui avreste pagato il ticket per il tempo di cui avete sforato. Quindi basta multe selvagge in striscia blu per fare cassa! I comuni possono richiedere solo ed esclusivamente il "recupero delle ulteriori somme dovute, maggiorate delle eventuali penali stabilite da apposito regolamento comunale, ai sensi dell'art. 17 c.132 della legge n. 127/1997".

1 commento:

  1. Non la farei così facile: la sentenza 888/2012 della Corte dei Conti dice l'esatto opposto (cfr. http://www.corteconti.it/export/sites/portalecdc/_documenti/sentenze/2012/sentenza_888_2012_lazio.pdf).

    Senza contare che hai citato un parere, non una norma vigente.


    ps. scusate per il commento precedente incompleto: è partito per errore.

    RispondiElimina

Freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Freeskipeer Italia si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)