'Venghino siori, venghino!'. Renzi: piazzista o statista?

La Televendita, vent'anni dopo. Berlusconi  esordì, negli studi di 'Porta a Porta', illustrando e firmando in diretta tv il suo contratto con gli italiani. Di quei 10 punti nulla fu mai portato a termine. Dal Ponte sullo stretto al Poliziotto di quartiere tutto è rimasto su quella lavagna. 
Ma passiamo all'oggi. Il "premier-sprinter", suo malgrado, è costretto ad usare i freni. Tesoro, Quirinale, Finanza, Banche, Burocrati, Tecnocrati, Confindustria, Bruxelles, ecc, ecc, sono degli ostacoli impegnativi per tutti, anche per lui! Così ieri in conferenza stampa si è presentato con il telecomando in mano e invece di sfornare decreti legge ha solo pubblicizzato slogan a colpi di slide in luogo della sfigata lavagnetta del Cavaliere, e alla fine ha dovuto far slittare dalle buste paga di aprile a quelle di maggio il nuovo “miracolo italiano”: il taglio del cuneo fiscale! Ad aprile era impossibile... "lo dico da misero laureato in diritto amministrativo: questo è impossibile!". Ma quei soldi, alla fine, magari una tantum, arriveranno... altrimenti il premier ha dichiarato di appendere al chiodo la sua carriera politica! 
"Non ci siamo recati al Bar. Una volta che l'atto è approvato dai ministri, diventa fatto"!!! Renzi, doveva annunciare un pugno di decreti legge per diminuire le tasse e rilanciare l'economia, ma all'atto pratico si è presentato con una semplice "relazione del presidente del Consiglio approvata dal Consiglio dei ministri" che "distribuisce 10 miliardi in busta paga a 10 milioni di persone" e con un disegno di legge che sblocca i soliti miliardi che lo Stato deve alle imprese. Comunque, il premier ne ha per tutti nei suoi cartelloni pubblicitari, anche per i recenti mugugni di Confindustria, con la promessa di un taglio del 10% dell'Irap da finanziare con l'aumento della tassazione delle rendite finanziarie dal 20 al 26%. Ma ecco in dettaglio gli interventi previsti dal governo da qui al primo luglio, a quando cioè, secondo il premier Matteo Renzi, l'Italia si dovrà presentare in Europa "più leggera": ogni riferimento alle tasche degli italiani è pensare male!? 
FISCO: 
TAGLIO CUNEO FRA DUE MESI - E' il capitolo più atteso, ma non partirà subito, bensì dal primo maggio, con i soldi in busta paga che arriveranno quindi dal 27 del mese. 
IRPEF: 1.000 EURO IN PIU' ALL'ANNO - E' la cifra che arriverà in busta paga a chi guadagna meno di 1.500 euro al mese. In pratica circa 80 euro per 12 mensilità. I destinatari non sono solo i ceti meno abbienti, "ma anche un po' di ceto medio", ha spiegato Renzi. La misura riguarda 10 milioni di persone e costerà 10 miliardi. 
IRAP GIU' DEL 10% - Anche le imprese godranno di un calo delle tasse, coperto con un aumento dal 20 al 26% della tassazione sulle rendite finanziarie (ma non sui Bot). 
DEBITI P.A.: 
DDL PER SBLOCCO 68 MLD ENTRO LUGLIO - In questo caso il provvedimento è stato effettivamente approvato, ma con un veicolo normativo 'lento'. Le risorse vanno ad aggiungersi ai 22 miliardi già pagati finora. I governi precedenti avevano già previsto nelle leggi sui rimborsi lo sblocco di 47 miliardi complessivi. 
RAFFORZAMENTO RUOLO CDP - Lo sblocco avverrà tramite le garanzie offerte dalla Cassa alle banche che si "accolleranno" i crediti delle imprese. Garante di ultima istanza sarà comunque lo Stato. 
JOBS ACT. 
CONTRATTO A TERMINE SENZA CAUSALE PER 3 ANNI - E' previsto nel primo braccio del Jobs act, ovvero nel decreto legge. Oggi si può assumere a tempo determinato senza causale solo per un anno. Nel dl è prevista anche una semplificazione dell'apprendistato. 
SUSSIDIO UNIVERSALE PER TUTTI DISOCCUPATI - E' inserito nel secondo braccio, cioè nel ddl delega. Ci vorranno almeno sei mesi. Assorbirà Aspi e mini Aspi e sarà "graduato in ragione del tempo in cui la persona ha lavorato". La cig in deroga andrà verso l'esaurimento. 
CIG PIÙ CARA PER CHI LA USA DI PIÙ - Nel ddl delega si mantengono la cig ordinaria e straordinaria, introducendo però un "meccanismo premiante": si abbassa il contributo di tutti ma si alza a chi usa di più la cassa. 
GARANZIA GIOVANI DAL PRIMO MAGGIO - Riguarderà una platea potenziale di 900 mila persone con risorse per 1,5 miliardi. 
PMI. 
CREDITO PIU' SEMPLICE - Il Fondo di garanzie per le piccole e medie imprese viene incrementato di 500 milioni di euro. 
BOLLETTE PIU' LEGGERE - Il costo dell'energia elettrica diminuirà del 10% per un totale di 1,4-1,5 miliardi di euro entro la fine dell'anno. 
AUTORITA' ANTICORRUZIONE. NUOVO COMMISSARIO - Il cdm ha nominato Raffaele Cantone. L'obiettivo indicato da Renzi è di scalare immediatamente le classifiche internazionali guadagnando 20 posti. SCUOLE.
3,5 MLD PER EDILIZIA SCOLASTICA - Viene alimentato di 3,5 miliardi il plafond a cui attingere per comuni e province per le scuole. Chi vuole attingere lo farà con procedure semplificate. 
ARRIVA CABINA DI REGIA - Arriva a Palazzo Chigi l'unità di missione (una sorta di cabina di regia) per l'edilizia scolastica. 
TERRA FERMA. 
DISSESTO IDROGEOLOGICO - Dal primo aprile saranno disponibili 1,5 miliardi per la tutela del territorio. 
PIANO CASA.
GIU' CEDOLARE SECCA - Scende dal 15 al 10%. Il costo è di 146 milioni. L'obiettivo è dare sostegno agli affitti a canone concordato. 
IN VENDITA. 
AUTO BLU ALL'ASTA - 'VENGHINO SIGNORI VENGHINO', così, da imbonitore, lo stesso premier ha annunciato che le auto blu della pubblica amministrazione verranno messe all'asta sul web dal prossimo 26 aprile... "anche quella di Brunetta"!.
ALLOGGI IACP - E' prevista la conclusione di accordi con regioni ed enti locali per favorire l'acquisto degli alloggi ex IACP da parte degli inquilini. Per favorire l'acquisto è prevista la costituzione di un Fondo, con dotazione massima di 18,9 mln l'anno dal 2015 al 2020. 
RISCATTO A TERMINE DELL'ALLOGGIO SOCIALE - Lo può fare l'inquilino dopo almeno 7 anni dalla stipula del contratto. 
COPERTURE. Il taglio del cuneo fiscale verrà coperto a regime con tagli permanenti alla spesa, ha spiegato il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan. Per quest'anno, fase ancora transitoria, i 10 miliardi saranno garantiti da 3 miliardi di spending review (l'obiettivo massimo per il 2014 della spending è di 7 miliardi, con una stima prudenziale di 5, che diventano però appunto 3 se si considera che il taglio dell'Irpef riguarda solo 7 mesi dell'anno), dai 'risparmi' derivanti dal calo dello spread e dal margine offerto dal deficit al 2,6% che potrà eventualmente salire fino al limite massimo del 3%. Renzi ha indicato come possibile copertura anche i maggiori introiti Iva dal pagamento dei debiti P.A.

26 commenti:

  1. Va in tv copia Obama nella comunicazione cerca di appropriarsi di alcune nostre proposte non dice da dove prenderà i soldi, Cottarelli ha parlato con il condizionale per i tagli alla spesa pubblica ma non ha specificato dove e come, non ha parlato degli f35, ha ammesso lui stesso che il taglio IRPEF partirà da maggio e lo usa come spot per le europee, ma questo taglio e' strutturale o e' solo per le europee? Ma chi non ha lavoro e non percepisce cassa integrazione o altri ammortizzatori sociali e sono tanti come faranno non fino a maggio ma ad oggi? Uno che vuole cambiare spiega bene cosa vuol fare ma sopratutto indica con certezza da dove prende i soldi e a chi lui quegli 80 euro mensili li farà entrare da una parte e farà uscire più del doppio da un'altra, e' solo un venditore di frottole che ci sta facendo perdere tempo

    RispondiElimina
  2. Sicuramente tutti quelli che leggono questo blog lo sanno già. Ma meglio ricordarlo ancora. Le "elemosine" che Renzino fa (gli 80 E a chi guadagna meno di 1500 E), sono solo fumo negli occhi. Con una mano da, con l'altra prende. Ciò che rimarrà e verrà ulteriormente potenziato sarà la riduzione dei diritti. Il "piatto forte" è quella che lui chiama l'unificazione dei contratti. Che tradotto significa: ELIMINARE OGNI DIRITTO DEI LAVORATORI PER I PRIMI 3 ANNI DALL'ASSUNZIONE. Se riesce a farlo passare, molto presto i 3 anni diventeranno 5, poi 10, poi tutta la vita. In questi 3 anni il lavoratore può essere licenziato SENZA NESSUNA SPIEGAZIONE. Se si ammala, se non è abbastanza bravo a leccare il c...., i piedi, se è antipatico, e se è una donna, se non la da. Ma quanto è furbo Renzino! Non ha voluto parlare di "ELIMINAZIONE ART. 18". No, quella è roba vecchia, mentre lui è giovane, dinamico, lui guarda al futuro, lui parla inglese.... JOB ACT, suona bene. Come suona bene WELFARE invece di stato sociale, o, letteralmente "benessere". Vuol portarci ad avere il "benessere" degli americani. Senza dirci però che tutti gli americani che guadagnano meno di 100.000 dollari l'anno, stanno molto, ma molto peggio di noi. Soprattutto se fanno l'imperdonabile errore di ammalarsi o di venire licenziati.

    RispondiElimina
  3. Abolire il senato, a mio avviso, è un errore. Si darebbe grande potere alla camera dei deputati senza possibilità di appello. Ci butteremmo in una dittatura pseudo democratica. Se si procederà in tal senso, l'evasore fiscale per eccellenza, vincendo l'elezioni, con la ricchezza che ha corromperà tutta la camera e trasformerà questo paese a sua immagine e somiglianza. Per cui, fermo restando le due camere, la proposta è di dimezzare il numero dei deputati e senatori

    RispondiElimina
  4. Ma perchè non leggete porca miseria? Si chiama Naspi, è il sussidio di disoccupazione che andrà a sostituire Aspi e Mini Aspi e vale per tutti coloro che perdono il lavoro, compresi i circa 400mila collaboratori a progetto che oggi non hanno alcun sostegno. Il sussidio spetterà a tutti coloro che perdono il posto e hanno lavorato almeno tre mesi, durerà la metà dei mesi lavorati negli ultimi 4 anni per un massimo di due anni; al massimo sei mesi, invece, per gli atipici (nella presunzione che oltre l'anno di lavoro si configuri un contratto di lavoro subordinato e non una semplice collaborazione), e avrà valore per tutti di 1.100-1.200 euro mensili all'inizio del periodo di copertura per poi calare fino a 700 euro.

    RispondiElimina
  5. Finalmente qualcuno che parla chiaro! Parole chiare e tempistiche certe. Per chi guadagna 1500€/mese, 80€ di aumento sono il 6%. E l'utilità marginale è molto significativa.

    RispondiElimina
  6. Finalmente qualcuno che parla chiaro! Parole chiare e tempistiche certe. Per chi guadagna 1500€/mese, 80€ di aumento sono il 6%. E l'utilità marginale è molto significativa.

    RispondiElimina
  7. poi questi soldi che mettera' in busta li dovra' prendere con gli interessi vedi tasi imu ecc ecc, mentre chi non lavora non ha reddito come li riprende?...meditate gente ...meditate

    RispondiElimina
  8. disoccpuato13 marzo, 2014

    E per chi non piglia un centesimo perché non lavora?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se avessi sentito il discorso, oltre ad aver letto l'articolino, ha anche stabilito delle misure per i disoccupati e aumentato di una buona percentuale la possibilità di lavoro.

      Elimina
    2. ... ma scusami tanto, ma il disoccupato cosa pretende, di essere mantenuto a vita dallo stato??? ma è ovvio che non si può pretendere più di tanto no? anche io sono stata disoccupata a mio tempo e anche io ho ricevuto il benefit una tantum dell'inps.. porca miseria, per una volta che qualcuno fa qualcosa di buono per l'italia state ancora a lamentarvi.. siete italiani medi! vi lamentate tanto e chiedete sempre!

      Elimina
    3. er mortazza13 marzo, 2014

      aspetta e spera... sogna e continua a sognare... il supporto ai disoccupati viene dato solo a chi ha lavorato almeno 3 mesi negli ultimi 14 mesi...li sanno fare bene i conti a Roma...anche senza laurea in economia. Hai idea di quanta gente sia disoccupata da almeno 2 anni o forse più?...milioni! A mio avviso quando è troppo bello poi arriva il colpo finale! Perchè mai dovrebbero dare 1000 euro all'anno anche al ceto medio? Lo ha detto chiaramente che chi guadagna 1400 euro è un medio-borghese, non vi sembra strano questo contentino? E i 40 miliardi che dovremmo restituire per 20 anni a partire dall'anno prossimo grazie al fiscal compact firmato da quel genio (che ora si dice non del tutto d'accordo con l'euro) di "er mortadella"??!

      Elimina
  9. Certo sembra assurdo leggere questi commenti...per una volta che un politico da qualcosa in busta paga, aiuta le aziende e i disoccupati che è possibile aiutare gli italiani che fanno?si lamentano per questo e per quell'altro motivo!ma scusate ma ai politici che ci sono stati finora che non hanno fatto altro che aumentare le tasse senza aiutare nessuno (tranne parenti) e fare discorsi campati in aria che avreste dovuto dire? certo che in italia se un premier non è appoggiato dai comunisti all'ora bisogna dargli addosso costi quel che costi!!! questo pare che mette all'asta anche un po' di auto blu!se penso a gli altri politici c'è da rimanere a bocca aperta....

    RispondiElimina
  10. Ho sempre sostenuto la mancanza di senso di dare soldi come contentino alla gente. L'idea è quella che se dai 1000 euro all'anno in più ad una persona allora questa spenderà mille euro in più facendo girare un pò di più l'economia. C'è invece chi dice che il sussidio e il contributo va dato a chi non lavora. Beh per me son tutte sciocchezze. E' elemosina. E dare l'elemosina in un paese di ladri come l'Italia è un controsenso. Quei soldi usiamoli per incentivare le assunzioni. Meglio una persona in più a lavorare che dieci persone con 80 euro in più al mese. Però fa più scena dare i soldi che avanzare proposte concrete di rilancio delle aziende.

    RispondiElimina
  11. ma sempre da dire, contestare, criticare, ma senza approfondire. intanto renzi si è mosso, con tutti gli ostacoli che gli pongono, cosa hanno fatto gli altri che l'hanno preceduto? solo parole. chiaramente tutto è migliorabile. basta che noia sentire commenti inutili.

    RispondiElimina
  12. pensione4813 marzo, 2014

    mi sembra tutto cosi complicato che alla fine costerà di piu come burocrazia. ma non bastava abbassare le aliquote irpef dal 23 al 20%? mi sembra che per i pensionati ci sia aria fritta, ancora una volta si sono dimenticati di chi ha lavorato.

    RispondiElimina
  13. sussidio ai disoccupati che bufala, il vero sussidio ai disoccupati è quello che il governo tedesco da ai tedeschi il governo tedesco ama i tedeschi, quello italiano non ama gli italiani

    RispondiElimina
  14. benz and diesel13 marzo, 2014

    Questo e' il niente per tutti. Se vuole aiutare tutti abbassare la Benzina ad 1 €uro ed il Gasolio a 0,80. Soluzione immediata tutti risparmieremmo il Pensionato che spende meno a fare la spesa,Partite iva,Lavoratori ecc ecc TUTTI e dico TUTTI in modo diretto o indiretto ne avremmo vantaggio... Una soluzione che si attuerebbe in poche ore come fanno quando devono aumentare il Carburante.

    RispondiElimina
  15. Sarà, ma a me personalmente mi sembrano contentini. Riforme strutturali non ne vedo. Si chiama "contentino" quel provvedimento di utilità minima che non cambia il sistema sociale, deduto dalla mano destra e ripreso poi dalla mano sinistra. Vecchio gioco dei politicanti di lungo corso. Intanto l'iva è ancora al 22% e falcidia tutti

    RispondiElimina
  16. massimo g.13 marzo, 2014

    Renzi vende sogni come Berlusconi. Altrettanto furbo, ma molto più politico. Se l’antico Silvio si lamentava che il presidente del Consiglio non potesse decidere nulla, l’imberbe Matteo emana bullismo rassicurante da tutti i nei. E i suoi sogni, dopo lungo peregrinare, atterravano finalmente su una realtà fatta di cifre e di date. Dopo vent’anni di politica al servizio della pubblicità, con questo tipetto che promette o minaccia di durare altrettanto è la pubblicità a essersi messa al servizio della politica.

    RispondiElimina
  17. Mi dispiace per i contrari e gli scettici, ma Renzi è diverso da tutti gli altri politici, Và dritto alla questione, parla alla gente toglie alle rendite finanziarie e dà ai lavoratori. Renzi mi piace . E io ci credo!!!

    RispondiElimina
  18. Ho sorriso alla vista delle slide di ieri: una via di mezzo tra una pubblicità Esselunga e il catalogo Postalmarket, con cui la giovane marmotta di Palazzo Chigi andava annunciando le offerte speciali del governo.
    Ho sorriso davanti ai suoi giochi di parole: la svolta buona, usiamo i fondi per non toccare il fondo.
    A questo punto Crozza è costretto a ritirarsi per concorrenza sleale: a farci ridere ci penserà Matteo!
    E dovranno ritirarsi pure i vari mastrotta venditori di pentole e materassi: adesso c'è Matteo per tutte le televendite!!!

    RispondiElimina
  19. ...da Matteotti a Matteo, che brutta fine!!!!

    RispondiElimina
  20. laSvoltabuona! Nonostante il coro...Provate a criticare Renzi sui fatti invece che sulle impressioni, per altro suggerite da un coro quasi unanime di stampa, commentatori e TV. E' stato chiamato marziano; non è lui il marziano, sono quelli rincoglioniti da vent'anni di Berlusconi, i sinistrati della sinistra che le ha sempre sbagliate tutte dal 1921, i soloni col ditino alzato che hanno assistito impotenti ma ciarlieri all'affondamento nella merda di un Paese intero, i malpancisti perché hanno perso, gli inutili offesi che hanno menato il torrone per un anno, senza combinare nulla. Strillate, strillate. Ma Matteo ha dietro gli italiani. ( 62% di consensi contro 31% di Letta e 22% di Berlusconi ) Non vi piace? Ce ne faremo una ragione....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mariangela13 marzo, 2014

      ...a me me piace!!!!

      Elimina
    2. Anche il critico Vittorio Feltri, in diretta su Tg4, ammette che se il Premier realizzerà il 50% degli obbiettivi presentati oggi dopo il Consiglio di Ministri, meriterà l’appellativo di “fenomeno”.

      Elimina
  21. Il venditore di Palazzo Chigi ne ha per tutti.
    MA AGLI ANZIANI CHI CI PENSA?
    il Governo che a quanto pare già li considera con "un piede dentro la fossa"!!! E' ora di finirla di mandare nel dimenticatoio questa numerosa parte della Società che probabilmente costituisce ancora la parte migliore di essa e che sta continuando a svolgere il ruolo di ammortizzatore sociale nei confronti dei giovani, delle giovani coppie, dei nipoti contro uno Stato sordo ai bisogni dei Suoi figli!!! Si levi alta la Voce delle persone più responsabili di questo Paese e faccia capire ai nuovi geni dell'Economia che i pensionati (Quelli che hanno lavorato 40 anni) non possono solo dare ma devono anche beneficiare di qualcosa! Questo si chiama diritto alla Vita finchè il Supremo la concede!!!

    RispondiElimina

Freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Freeskipeer Italia si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)