La Juve soffre, ma passa a Lione.

Fa bene la Roma a sperare e a continuare a crederci nella rimonta. La Juve, ieri sera a Lione vestita di giallo, è apparsa apatica e svogliata: appagata. Una squadra un pò spenta e sotto tono rispetto allo squadrone macina record cui eravamo abituati. E dopo lo scivolone col Napoli nell'ultima giornata di campionato che ha ridotto le distanze con la Roma di capitan Totti a +8, ieri sera una Juventus poco brillante è riuscita, comunque, ad avere ragione di un buon Lione e ad ipotecare il passaggio alle semifinali. Prima Buffon è insuperabile, poi Vucinic e Giovinco rivitalizzano l'attacco bianconero nel finale, ma a decidere il match è un difensore, Leonardo Bonucci. L'estremo difensore bianconero ha effettuato degli interventi decisivi su Malbranque e Umtiti, poi nella ripresa si ferma Tevez (sospetto guaio muscolare) ed entra Vucinic, mentre Giovinco rileva Osvaldo. È proprio la 'Formica Atomica', con i suoi guizzi, a cambiare il match: da una sua iniziativa nasce il corner che porta al gol di Bonucci, all'85'. Juventus con un piede e mezzo nelle semifinali di Europa League. I bianconeri hanno sofferto a Lione, ma nel finale hanno piazzato la botta vincente. Adesso sta ad Antonio Conte ricaricare le batterie della Signora in giallo.

1 commento:

  1. juventus-club-pavia04 aprile, 2014

    Avete poco da gufare: lo scudetto rimarrà cucito sulle maglie bianconere: forza Juve!!!

    RispondiElimina

Freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Freeskipeer Italia si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)