Impariamo ad amare la terra.

di Maria Pia Caporuscio. Tornare ad amare la terra che fino al secolo scorso riusciva generosamente a nutrire l’umanità, deve essere l’obiettivo primario dei governi. Sulla classe politica (da sempre sostenitrice degli interessi del potere finanziario) ricade la colpa della morte per fame di milioni di esseri umani. Finora la politica non si è mai occupata del benessere degli abitanti del pianeta ma solo di favorire gli interessi privati dei ricchi. Adesso è giunta l’ora di invertire la rotta riconoscendo che queste politiche, dopo aver distrutto l’esistenza dei suoi abitanti, stanno disintegrando lo stesso pianeta che ci regge. Gli interessi privati non possono più avere la precedenza sulla qualità di vita della società civile. Analizzando questi ultimi cento anni ci rendiamo conto di essere stati sempre governati da idioti. L’esigenza più indispensabile è quella di nutrirsi e di questo si sono approfittate quelle categorie di “rinnegati della vita” rappresentate dal potere politico ed economico, schiavizzando i lavoratori a produrre ricchezza, non per soddisfare le esigenze personali, ma per arricchire degli sfruttatori. Pochi erano i lavoratori che potevano usufruire di un lavoro in proprio: i terreni prima e i macchinari in seguito, appartenevano ai padroni per cui lo sfruttamento veniva ritenuto conseguenziale. I governanti, piuttosto che mettere a disposizione dei contadini i terreni da coltivare e aiutarli quando le catastrofi naturali, si abbattevano sui campi coltivati distruggendone il raccolto, li abbandonavano al loro nefasto destino. Hanno incoraggiato l’abbandono dell’agricoltura costringendo questi disgraziati ad ingrossare le baraccopoli alle periferie delle grandi città, creando disoccupazione e miseria. I risultati di queste scellerate politiche sono sotto i nostri occhi: i terreni abbandonati a sé stessi provocano frane e disastri, oltre che costringere la popolazione ad acquistare prodotti alimentari sempre più cari, provenienti dall’estero. Si è distrutta l’immensa diversità orto frutticola di cui il nostro paese godeva, per essere costretti a mangiare cibi dal sapore unico, prodotti a migliaia di chilometri di distanza. E’ necessario finirla con queste politiche contro natura: sterilizzare la terra con gli ogm affinché non produca più cibo, è contro natura! Le multinazionali dell’alimentazione col loro cannibalismo, sono contro natura, arricchirsi affamando l’umanità, è contro natura. E’ contro natura non ribellarsi a questa nuova forma di peste, di cui è portatrice questa feroce forma di capitalismo. E’ contro natura sostenere governi che odiano la popolazione al punto, di sottometterla a questi moderni boia. Se non saremo capaci noi di ribellarci, sarà la natura a farlo e faremo tutti la fine dei dinosauri, compresi questi pazzi che si credono padroni del mondo. Non saranno i soldi, i privilegi, la sete di potere a salvarli da un giusto castigo!

9 commenti:

  1. PAROLE
    Menzogne usate ad arte per smuovere le coscienze del popolo ingenuo che crede ancora in Valori
    Che non hanno mai riempito la pancia (al popolo) ma solo il portafoglio dei venditori di menzogne
    Abili incantatori di serpenti che Usano L’amor di patria come strumento Per fare i loro interessi.
    Unico premio concesso al Popolo? Gioire delle ricchezze altrui.
    Se i sostenitori de gli uni che inveiscono contro gli altri si coalizzassero a difesa degli interessi del Popolo
    Potremmo liberarci dai burattinai Per sempre.
    PS Dovremmo invertire il modo di fare campagna elettorale
    Dato che lo siamo tutti i giorni dell’anno in campagna elettorale.
    ( L’Italia è il campo dove è sceso SB lascio a voi immaginare il concime che cè )
    Per questo troverei giusto che nei due mesi di cosi detta campagna elettorale
    Fosse imposto il silenzio più assoluto ai politici e ai mezzi di informazione.
    Servirebbe a tutto il popolo per riflettere e per disintossicarsi
    e/a riattivare se non glielo hanno già fuso il cervello ai beoti. VITTORIO
    PS Cara Amica per me ne i tuoi scritti? sei la coscienza che manca al Popolo.
    Buona Giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. basta chiacchiere, adesso siamo alla resa dei conti: o noi, o loro! Buon voto anche a te!

      Elimina
    2. Grazie, vota bene anche tu cara Adelina.

      Elimina
  2. Vittorio il tuo è il complimento più bello che mi sia mai stato fatto, grazie.

    RispondiElimina
  3. Ciao, mi incuriosiscono le riflessioni di Beppe Grillo. lui dice che il comunismo è stato applicato male, mentre il capitalismo è il "male". io credo che l'errore economico principale dei paesi del blocco sovietico, ma anche degli altri paesi comunisti in generale - e sto parlando di errore economico, siamo tutti d'accordo che erano dittature ! - è stato quello, dicevo, di abolire il mercato. anche nel senso di commercio. in russia infatti era nato il mercato nero, per andare incontro ad un esigenza fisiologica della società : quella di poter distribuire i prodotti in base alle esigenze che nascevano non nei palazzi della politica, ma nelle strade, giorno dopo giorno. il mercato è stato il motore dello sviluppo dei popoli, millenni prima che nascesse il comunismo, inteso come manifesto del 1848. anche riguardo il capitalismo do ragione a Beppe, benché credo che oggi i "mali" siano un' eccessiva finanziarizzazione dell'economia ( il prodotto in pratica scompare ) e la speculazione in generale. poi, ripeto, il mercato dovrebbe tornare a fare il mercato, ossia permettere la diffusione di quanto viene prodotto.
    Che ne pensate?

    RispondiElimina

  4. Marco io credo che il “Comunismo” non è mai stato applicato e quello che fanno passare come comunismo sia esclusivamente una violazione. Il “Comunismo” di Marx è un'altra cosa e magari potessimo goderne! Significherebbe giustizia sociale mentre il capitalismo è l’esatto contrario, basti vedere la degenerazione sfociata nella ”globalizzazione” che ha finito col massacrare peggio la popolazione di questo pianeta e serve esclusivamente ad arricchire ancor più i ricchi. Il vero scopo del capitalismo finanziario è quello di depredare l’intero pianeta, divorando tutto per saziare le sue tremende fauci. Chi beneficia di questo scempio se non coloro che lo hanno messo in atto? La popolazione è diventata nomade, senza patria e senza mezzi di sostentamento, straniera in patria e vittima di razzismo altrove. Lavoratori divenuti schiavi e le nuove generazioni senza un futuro. Sarebbe questo quello che ci vendono come progresso? Per costoro lo è sicuramente un “progresso” ma per tutto il resto dell’umanità non si tratta altro che di CRIMINI contro l’umanità!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A sentir ancora parlare di COMUNISMO nel XXI secolo mi vengono i brividi!!!! ma evidentemente c'è gente che ancora vive di ricordi, di brutti, anzi terribili ricordi!!!

      Elimina
    2. roberto c.29 maggio, 2014

      ... ed è proprio di CRIMINI contro l'umanità che si è sporcato le mani di sangue e di milioni di vite umane il tuo caro comunismo. Ma come si fa al giorno d'oggi ad invocare soluzioni preistoriche e oltretutto nefaste per il genere umano?

      Elimina
    3. Democrazia fascismo e comunismo . Dove sta la differenza
      (Il Fascismo e il Comunismo sono Dittature)

      (La Democrazia racchiude in sé tutte e due le dittature)
      Come i camaleonti per conservare il loro stato sociale Cambiano colore
      Sfruttando l’ignoranza con false promesse riescono ad ottenere il consenso di gran parte del Popolo beota . Hai me i tempi si evolvono ma L’Ignoranza Troneggia

      Il periodo Fascista nacque per la stragrande ignoranza del popolo analfabeta
      Idem il Comunismo.
      Nel dopo guerra abbiamo lottato per abbattere l’ignoranza
      Riponendo la speranza nelle Generazioni Future.

      Non c’è nessuna differenza fra ( Democrazia fascismo e Comunismo)
      Sino a che nel Mondo prevarrà la cupidigia
      il Popolo sarà Sempre sfruttato dalla classe dominante.

      La differenza ci sarà quando il credo delle forze Politiche
      Si completerà fondendosi ha formare un solo credo ( EGUAGLIANZA SOCIALE)
      VITTORIO
      PS Pensa hai danni che sono stati fatti in questi ultimi 20 anni da tutte le fazioni politiche Invece di andare ha cercare i danni (di un comunismo che in Italia non è mai stato al potere.

      Elimina

freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

freeskipeer si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)