E' iniziata la parabola discendente di Matteo Renzi?

Il Pd di Matteo Renzi frena e rallenta la sua corsa nell'accalappiare consensi  tra quei pochi - troppo pochi!!! - elettori italiani che domenica si sono recati ai ballottaggi per le amministrative. 
Con la perdita di Perugia, Livorno, Padova e Potenza, considerate da sempre quattro “roccaforti rosse”, il Pd di Matteo Renzi ha portato a casa una sonora batosta, stigmatizzata soprattutto dal crollo dell’affluenza alle urne pari al 49,50%. 
Adesso che l’effetto spot del premier si sta esaurendo nel nulla di fatto, adesso che le tante promesse di riforme che sanno tanto di “fuffa” si stanno materializzando nelle imminenti scadenze esattoriali, l’effetto Renzi mostra i suoi primi segnali di cedimento e la sua popolarità è segnata da una parabola discendente. 
E siamo solo all’inizio della discesa! A spingere verso il basso le quotazioni del premier ci sono disoccupazione, precarietà, salari e pensioni, caro vita, debito pubblico, corruzione e poi "le tasse", tante tasse, troppe tasse, una valanga di balzelli che trascineranno il Pd di Matteo Renzi e il suo governo verso il fondo del baratro laddove troveranno milioni di italiani indigenti che hanno restituito al fisco pure quei famigerati "80 euro", con la maggiorazione di ulteriori gabelle!!!
Comunque, il fatto eclatante di questa tornata elettorale è senza dubbio l’affermazione del voto di protesta espresso dagli italiani che sono andati a votare ribadendo che il Movimento5stelle c’è e che le tante schede bianche e nulle sommate all’astensionismo costituiscono la maggioranza assoluta dei cittadini italiani, ovverosia, di quegli elettori che esprimono a chiare lettere il loro “NO” a questa politica, a questa classe dirigente, a questo sistema. 
Adesso però è arrivato il momento che la maggioranza del Paese si materializzi in Parlamento, nelle istituzioni, nelle burocrazie, nella vita di tutti i giorni!

Nessun commento:

Posta un commento

freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

freeskipeer si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)