Governo Renzi: un disastro!

L’Italia cambia verso? Maddechè. Le riforme di Renzi sono soltanto un bluff! Ma va dato atto al premier di recitare alla perfezione quel copione che gli è stato scritto da chi ha deciso lo sfratto di Enrico Letta da Palazzo Chigi. La nostra opinione è che Matteo Renzi sia soltanto un discreto attore che recita a memoria la parte che gli è stata assegnata! La realtà è che con il governo Renzi i dati economici sono tutti negativi e la gente sta peggio di prima. Dal Pil, al debito pubblico, dalla disoccupazione alla spesa pubblica, dalla corruzione all’evasione fiscale è tutto un disastro! E per 'stampa & televisione'... va tutto bene! Ma non per noi. Non per i cittadini italiani che vivono sulla propria pelle le politiche degli ultimi governi!
I tanto pubblicizzati tagli alla spesa pubblica non ci sono stati e per contro la spesa dello Stato è aumentata di 25 miliardi nei primi 5 mesi del 2014. Lo sostiene Unimpresa, che ha reso noti i risultati di un’analisi condotta dal proprio centro studi. Secondo Unimpresa le uscite dello Stato sono in costante aumento: tra il 2012 e il 2013 sono cresciute di 38 miliardi.
Secondo l’associazione, che definisce “un bluff” la “spending review” del governo, “non c’è stato nessun taglio tangibile al bilancio statale. Anzi, la macchina pubblica costa sempre di più. La spesa dello Stato nei primi 5 mesi del 2014 è aumentata di quasi 25 miliardi rispetto allo stesso periodo del 2013 - sottolinea Unimpresa - con una crescita del 13,63%. Nello stesso arco temporale, le entrate dello Stato sono cresciute di 248 milioni in salita dello 0,16%. Un trend in atto da tempo: tra il 2012 e il 2013 le uscite dello Stato sono aumentate di 38,5 miliardi (+7,56%) nonostante le entrate siano salite di 11,8 miliardi (+2,61%)”. L’aumento delle uscite, continua lo studio dell’associazione, “ha inevitabilmente allargato il ‘buco’ nei conti, passato dai 1.944,2 miliardi di gennaio 2012 ai 2.166,3 miliardi di maggio scorso. Nei primi cinque mesi dello scorso anno la variazione è stata di 53 miliardi, pari a oltre 10 miliardi al mese; tendenza salita a quasi 15 miliardi al mese nel 2014”.
E dilaga anche la corruzione. Nei primi cinque mesi del 2014 la Guardia di finanza ha denunciato per concussione, corruzione, peculato o abuso d’ufficio 1.435 persone, 126 delle quali sono state arrestate. Nel solo settore degli appalti, le indagini delle Fiamme Gialle hanno portato alla denuncia di 400 persone, per un valore di gare irregolari di oltre 1,2 miliardi. I dati sono stati riferiti dal comando generale della Guardia di Finanza, che ha ricordato come “per combattere la corruzione la repressione è importante, ma non basta. Occorre intervenire anche sul versante della prevenzione, incidendo sull’organizzazione delle pubbliche amministrazioni e sulla trasparenza dei processi decisionali”.

24 commenti:

  1. antonietta25 luglio, 2014

    Basta con tutte ste chiacchiere: vogliamo lavoro!

    RispondiElimina
  2. Una sola grande riforma ci aspettiamo: stipendi e pensioni europei, altrimenti meglio tornare alla vecchia Lira!!!

    RispondiElimina
  3. nello piccioli25 luglio, 2014

    Il taglio delle tasse sul lavoro e sulla casa, altro che senato e puttanate varie: l'Italia sta morendo e loro cazzeggiano!!!

    RispondiElimina
  4. Il governo Renzi mi ricorda i rimorchiatori della Concordia. Chiamato al capezzale dell'Italia per consegnarla sfasciata com'è nelle mani delle lobby internazionali: bravo matteo, sei mitico, più di schettino!!!

    RispondiElimina
  5. Questi se la cantano e se la suonano mentre l'Italia giace esanime sul fondo del precipizio. E invece di ritirarla su dallo sprofondo, l'affondano ogni giorno di più!!!!

    RispondiElimina
  6. antonella c.25 luglio, 2014

    Che delusione sto Renzi!!! E' buono solo a chiacchiere, per il resto zero assoluto.

    RispondiElimina
  7. felici giulio25 luglio, 2014

    grillo renzi, berlusconi.... ma che fate DORMITE????
    SVEGLIA l'italia sta morendooooooooooooooooooo

    RispondiElimina
  8. Prima di tutto salvare l'italia!

    RispondiElimina
  9. dopo renzi, meglio la cicuta: morte certa e rapida, ALTRO CHE STA LUNGA AGONIA SENZA FINE.

    RispondiElimina
  10. odisseaItalia25 luglio, 2014

    meglio un giorno da precario, che una vita da renzi

    RispondiElimina
  11. ARIDATECE ANDREOTTI

    RispondiElimina
  12. omoinsapiens25 luglio, 2014

    l'unica cosa positiva del governo renzi.... la gnocca, ce ne tanta da far sembrare che a palazzo chigi ci sia ancora er berluska

    RispondiElimina
  13. michela fanti25 luglio, 2014

    Caos Italia: è tutto da rifare!

    RispondiElimina
  14. Alle prossime elezioni voto il gabibbo! Lui si che ne sa di politica e di economia.

    RispondiElimina
  15. Ho votato Renzi alle europee, ma che centra con il parlamento italiano quel 41% che sbandiera come gli ottanta euro del cuneo fiscale? Ma ci piglia per coglioni???

    RispondiElimina
  16. L'unica cosa "bona" del governo renzi è.... la Boschi! complimenti alla mamma e pure a renzi che... ce l'ha fatta vedere! bella e brava? Bella sicuro!

    RispondiElimina
  17. C'è poco da stare allegri, a parte la juve che se l'è dovuto sorbire, ma questi a dicembre no c'hanno neppure i soldi per pagare le tredicesime!

    RispondiElimina
  18. amarezza, delusione, sconcerto: se avessi trent'anni di meno me ne andrei da questo paese , qui il fetore è talmente nauseabondo che non si respira più: e loro vorrebbero tassarci pure quest'aria fetida che ci fanno respirare: facce di bronzo!!!!

    RispondiElimina
  19. MadeinItaly25 luglio, 2014

    Prodotti fantastici, dal vino alla pasta, dai formaggi a i dolci. Posti bellissimi dal amre alle alpi, dai fiumi ai laghi, dai paesini alle città d'arte.... peccato che la gente, gli italiani, siano "sbagliati"!

    RispondiElimina
  20. Deutschland25 luglio, 2014

    Un Paese che non riesce a salvarsi, non merita di vivere: consegniamolo direttamente nelle mani degli stranieri, solo così possiamo salvarci. L'italiano non sa amministrarsi, nè governarsi da solo, meglio metterlo sotto padrone!!!!

    RispondiElimina
  21. E se chiedessimo di diventare un land tedesco? Almeno ci rispetterebbero un po'... nei land si vota per il Cancelliere...

    RispondiElimina
  22. L’Utopia che vorrei
    Semplice licenzierei tutti i Parlamentari onorevoli e senatori compresi i partiti che li rappresentano

    Io paragonerei L’Italia ad una grossa azienda che non ha bisogno di partiti per essere amministrata

    Ma di un Amministratore Delegato (Eletto dal Popolo)con l’obbligo di stipulare una assicurazione di tasca sua( Con durata quinquennale ) se i conti annuali risulteranno in regola. Gli verrà rimborsata.
    Se i conti non tornano ? Chi ha sbagliato pagherà i danni creati e il costo delle elezioni di tasca sua
    Il tutto dovrebbe valere per i presidenti Regionali e i Sindaci ( essendo Eletti dal Popolo)
    ( le provincie le abolirei)

    Comuni e Regioni sceglierebbero un rappresentante ciascuno che andrebbero a far parte del consiglio di Amministrazione alle dipendenze de l’Amministratore Delegato

    Che gestirebbe solo le spese per le Opere pubbliche d’interesse Nazionale facenti parte il programma quinquennale Votato da gli Elettori .

    Scartando le spese non facenti parte i programmi non votati dal Popolo delle singole Regioni
    Avrebbero priorità assoluta solo le spese dovute a calamità Naturali.

    Con l’obbligo ogni fine anno di presentare la nota delle spese sostenute dalle Regioni

    I Sindaci le spese Annuali le presenterebbero alla loro Regione a sua volta ogni singola Regione dovrebbe presentare la nota delle spese annuali A l’Amministratore delegato

    Con questa doppia documentazione si terrebbero d’occhio l’uno con l’altro.

    Provate ha fare i conti sul risparmio che ci sarebbe di tempo e di Danaro col tempo annulleremo il debito Pubblico riattivando L’Economia Peccato che la repubblica sia gestita da persone ignobili .
    Là usano al contrario per fare (solo) i loro interessi e quelli delle lobby che rappresentano
    Con danni per tutto il Popolo che là rispetta. VITTORIO

    RispondiElimina
    Risposte
    1. nel 1994 abbiamo dato la fiducia ad un grande imprenditore - hai visto che fine abbiamo fatto ????

      Elimina
  23. Quello che trovo gravissimo è il fatto che il Parlamento di nominati, voglia fare le riforme costituzionali. Chi ha eletto questo parlamento? Chi ha eletto questo governo? Questo è grave, solo per questo si dovrebbe andare subito ad Elezioni facendo scegliere al Popolo. E' possibile che non si fermi questo? Perchè se RENZI ha preso il 41% alle ultime Elezioni non vuole andare al voto? BISOGNA TORNARE a VOTARE. Facciamo sentire la nostra voce. La sovranità è del Popolo e non della partitocrazia.

    RispondiElimina

Freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Freeskipeer Italia si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)