L’Italia dei record negativi!

Non credete alle chiacchiere dei politici, neppure a quelle della generazione 2.0. Sono tutte balle. Quel che conta, invece, sono i fatti. E i dati che emergono da un Paese allo sfascio, sono a dir poco allarmanti.
Ma purtroppo, mentre la nave affonda, la classe dirigente - che dovrebbe attuare politiche d’urgenza rivolte alla disoccupazione, ai redditi da salario e pensioni, alla sanità, alla giustizia, al fisco e alla scuola - è totalmente impegnata nel formulare perverse alchimie di uno sterile riformismo tutto di facciata e poco di sostanza. Tant'è che le pseudo riforme del governo, sono la cartina di tornasole di una politica distante ancora anni luce dai problemi concreti della gente e dalla loro risoluzione.
Record povertà. In Italia ci sono 10.048.000 di persone che vivono in condizioni di povertà relativa, pari al 16,6% della popolazione. Tra questi 6.020.000 sono poveri assoluti, cioè non riescono ad acquistare beni e servizi per una vita dignitosa (9,9%). E' quanto rileva l'Istat nel report sulla Povertà in Italia. Tra il 2012 e il 2013 l'incidenza di povertà relativa tra le famiglie è stabile (dal 12,7% al 12,6%), ma l'incidenza di povertà assoluta è aumentata, specie al Sud: sono poveri in maniera assoluta 725 mila persone in più tra quelle che vivono nel Mezzogiorno. Nel 2012 i poveri assoluti al Sud erano 2.347.000, nel 2013 3.072.000. Nel 2013 una persona su 10 in Italia è in povertà assoluta. Si raggiunge così il record di persone che vivono in povertà assoluta dal 2005, quando è iniziata la diffusione di questa stima da parte dell'Istat. L'anno scorso i più poveri tra i poveri erano il 9,9% della popolazione (6.020.000), nel 2005 la percentuale si fermava al 4,1% (2.381.000 persone).
Record debito pubblico. Nuovo record assoluto per il debito pubblico che a maggio aumenta di 20 miliardi sul mese precedente e tocca quota 2.166,3 miliardi. E' quanto emerge dal Supplemento conti pubblici al bollettino statistico di Bankitalia. Dall'inizio dell'anno il debito e' aumentato di 96 miliardi con una crescita del 4,7%.
Record tasse. Tra Imu, Ici, Tari, Tasi, Iva, Irpef, Irap, Accise, Bolli, imposte e balzelli vari siamo i più tar-tassati del Vecchio continente. Nei primi cinque mesi dell'anno le entrate tributarie sono cresciute dell'1,6% (2,2 mld). E' quanto emerge dal supplemento al bollettino statistico della Banca d'Italia che sottolinea come, tenendo conto di una disomogeneità nella contabilizzazione di alcuni incassi, le entrate tributarie sono aumentate solo lievemente. A maggio 31 mld incassi (+2,9%).
Record salari e pensioni. Le retribuzioni e le pensioni degli italiani da lavoro dipendente sono il fanalino di coda dell’Unione Europea dove a parità di requisiti un operaio italiano percepisce una busta paga di 1.200 euro al mese, mentre un operaio tedesco ne porta a casa più del doppio!!!

1 commento:

  1. fabrizio m.15 luglio, 2014

    Il debito pubblico tocca a maggio i 2.166,3 miliardi. Il governo Renzi chiude il quarto mese di presidenza con un debito pro capite pari a 36.225 euro. 20 miliardi di incremento solo a maggio, ben 97 dall'inizio dell'anno.
    In realtà non credo ci sia particolarmente bisogno di commentare una notizia come questa. Possiamo specificare che il peso maggiore è dovuto all'andamento dei conti delle amministrazioni centrali (20,9 miliardi).
    Cari amici a 5S, trovo tutto ciò semplicemente avvilente, con Renzi che, nel frattempo, pensa solo a pavoneggiarsi parlando di riforme, che non ha nemmeno portato a termine e che sono talmente assurde e malconcepite (vedi l'Italicum o il Senato di nominati) che, se non riusciremo ad impedirle, faranno certamente peggiorare le cose rispetto alla situazione attuale.
    Mi sento di fare un ennesimo appello a chi ha a cuore il M5S e segue questo tanto bistrattato forum:
    - lasciamo perdere le ideologie ormai vuote, inutili e dannose che ci portiamo dietro;
    - cerchiamo di isolare ed ignorare quei personaggi che in questo forum si autocelebrano con votazioni false e quelli che contestano per partito preso;
    - smettiamola di far polemiche e cerchiamo di non dividerci;
    - restiamo invece compatti e pronti a combattere l'ingiustizia sociale e gli sprechi ed i privilegi che la casta e le lobby non vogliono mollare;
    - facciamo in modo che l'onestà, la coerenza e la trasparenza che devono caratterizzare tutte le iniziative del M5S possano finalmente unire tutti i cittadini che hanno a cuore le sorti del nostro paese.
    Mi aspetto i commenti di chi condivide le mie speranze (e magari anche di chi invece non condivide il mio punto di vista). Votate e buona serata a tutti!!!!

    RispondiElimina

freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

freeskipeer si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)