Ma quale deflazione? In Italia costa tutto di più!

Ma l’Italia non era in deflazione? Non eravamo noi il Paeseo dove l’effetto crisi si materializza con il calo dei prezzi? Tutte balle! La vita al giorno d'oggi è sempre più cara, basta fermarsi ad una pompa di benzina o acquistare uno smartphone per toccare con mano gli effetti della “finta deflazione".
iPhone 6 e iPhone 6 Plus arriveranno ad ottobre in Italia, ma avranno un prezzo esageratamente alto. Troppo caro, in Italia, rispetto alla media Europea: tasse d’importazione, spedizioni e altre accise contribuiscono ad aumentare quei costi che Apple non avrà certo intenzione di scontare. Sappiamo, poi, che a incidere sul prezzo di iPhone 6 e iPhone 6 Plus c’è anche l’equo compenso da copia privata introdotto dalla SIAE e dal MIBAC: gli aumenti sono proporzionali alla capacità della memoria del dispositivo, quindi incidono di più sulle versioni da 128Gb e meno su quelle da 16Gb, che comunque hanno di base un prezzo inferiore. L’unica scappatoia per accaparrarsi un iPhone 6 è quella di rottamare il vecchio smartphone in fase d’acquisto. È possibile ottenere fino a 220 euro col “Programma di riuso e riciclo”, che Apple dedica alla maggioranza dei suoi prodotti. Le formule d’abbonamento degli operatori telefonici potrebbero essere vantaggiose - rispetto alla cifra SIM-free - però è difficile raggiungere gli stessi prezzi degli Stati Uniti: il listino base italiano partirà da 729 euro contro i 699 di gran parte dell’Unione Europea. In una nota, l’associazione di consumatori precisa che “a quanto si apprende, nel nostro paese il modello base del nuovo smartphone varia da 729 a 949 euro, mentre per l’iPhone Plus si pagherà da 839 fino a 1.059 euro. Listini più cari rispetto a Germania, Spagna Portogallo, Austria, Belgio, Olanda, Finlandia e Irlanda, dove il modello base parte da 699 euro, mentre il Plus costa da 799 a 999 euro”.
A questo punto non resta che rassegnarsi tenendosi il vecchio telefonino, oppure comprarne a rate uno di ultima generazione in attesa che la deflazione approdi dalle pagine dei giornali e dagli schermi dei tg anche al negozio di telefonia sotto casa!

5 commenti:

  1. “Prima di tutto l’uomo” 1)


    Se la ricchezza prodotta annualmente nel Paese diventasse un’immensa torta, permetteresti a pochi ingordi di mangiarla quasi tutta in nome dei privilegi di cui fanno vanto…lasciando addirittura senza dolce il pasticciere? Sicuramente no!

    L&P pensa che il pasticciere…cioè colui il quale produce ricchezza per tutti (compresi gli ingordi), debba essere il primo a godere i frutti del suo lavoro; di conseguenza lotta e lotterà per mettere un limite massimo ai guadagni netti derivanti dalla libera impresa.

    Se vuoi che questo avvenga telefona al cell. 340/33.10.080, insieme diventeremo una forza capace di cambiare il mondo.

    Libertà & Progresso
    Info: 340/3310080
    (F.sco Della Rovere)




    RispondiElimina
  2. Caro Amico (2)


    …se hai qualcosa da dire sull’attuale situazione del Paese telefona: la tua voce avrà eco in campo nazionale!

    …se credi che l’affitto di casa non debba superare il 20% del tuo salario telefona: insieme faremo grandi cose!

    …se vuoi dare ai tuoi figli un futuro fatto di certezze telefona: nel nostro piccolo abbiamo la bacchetta magica!

    …se sei giovane e ti senti escluso dal mondo che ti circonda telefona: in noi troverai la solidarietà e tutti gli antichi valori!

    …se pensi che la solidarietà significhi vivere di elemosina non telefonare: noi siamo di diverso avviso!


    Libertà & Progresso
    Info: 340/3310080
    (F.sco Della Rovere)



    RispondiElimina

  3. “Prima di tutto l’uomo” (3)


    Se la pensi come noi vieni a far parte della grande famiglia di Libertà & Progresso e non disertare mai più le urne: così facendo, oltre a far valere le tue ragioni ridarai, finalmente, dignità al tuo voto.


    Per gli increduli ecco una piccola parentesi del nostro Statuto:


    “Deciso a far prevalere la giustizia sociale, il Movimento lotta per una più equa ridistribuzione del Pin (prodotto interno netto): pretendendo che il minimo salario sia tale da garantire il decoroso mantenimento di un qualsiasi nucleo familiare.
    Contestualmente L & P vuole:
    a) un patto sociale che ponga dei limiti ai grandi profitti;
    b) il totale abbattimento della disoccupazione…con ogni mezzo;
    c) un trattamento pensionistico uguale per tutti…dal Capo dello Stato al più umile dei cittadini;
    d) la messa in atto di un sistema retributivo con buste/paga senza trattenute alla fonte;
    e) una tassazione proporzionata al reale reddito di ogni singolo contribuente…e non basata sulle presunte
    f) entrate;
    g) una legge antispeculazione che impedisca ai capitali inerti (non impiegati per la creazione di nuovi posti di lavoro, o per modernizzare gli impianti produttivi) di moltiplicarsi all’infinito;
    h) il Paese a trazione turistica;
    i) carriere separate in magistratura…con responsabilità personali da parte dei giudici di fronte a provata superficialità o malafede;
    j) carriere lavorative in cui prevalgono i meriti là dove l’ufficiale pagatore è lo Stato;
    k) una politica interna capace di sgretolare tutte quelle barriere che ancora dividono le diverse Italie;
    l) uno Stato molto attento ai problemi di ogni singolo cittadino, con degli impiegati servi e non padroni, con un decentramento amministrativo che riconosca a Regioni e Comuni la quasi totale autonomia fiscale…fatti salvi, ovviamente, tutti quei paletti necessari per impedire posizioni egemoniche, oppure indipendentiste.
    (F.sco Della Rovere)


    RispondiElimina

  4. “Prima di tutto l’uomo” (4)

    NON E’ FACILE STARE CON NOI!


    Se ami l’intrallazzo politico, ignora questo post: noi non ti vogliamo! Se così non fosse, e vuoi assaporare il gusto della rivincita, mettiti in contatto col cell. 340/33.10.080

    LIBERTA’& PROGRESSO
    ti aspetta per:
    • obbligare chi ha tanti quattrini da non riuscire a spenderli in centomila anni di vita da nababbo…e continua a far di tutto per accumularne ancora;
    • neutralizzare tutti gli industriali che arraffano denaro pubblico e poi delocalizzano le imprese…creando posti di lavoro all’estero;
    • mandare a casa, una volta per tutte, quei politici che cercano la fame in paesi lontani…ignorando la miseria che staziona sotto le nostre e le loro stesse case;
    • mandare in pensione tutti coloro che hanno distrutto e distruggono i valori nazionali;
    • dire basta a quanti privatizzano i profitti e nazionalizzano le perdite.
    (F.sco Della Rovere)



    RispondiElimina
  5. “Prima di tutto l’uomo” (5)


    ISCRIVITI A COSTO ZERO


    • Hai da fare qualche proposta per migliorare la qualità della vita?
    • Ne hai abbastanza di essere preso per i fondelli e vuoi dire ciò che pensi?
    • Vuoi essere protagonista in un movimento politico senza padroni, e che nasce a Torino per restarci?
    • Vorresti combattere i soprusi e ti senti solo?

    Telefona al cell. 340/33.10.080:
    Libertà & Progresso sarà sempre al tuo fianco!

    F.sco Della Rovere


    RispondiElimina

freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

freeskipeer si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)