Pressione fiscale record: colpa di chi evade!

Ma chi l’ha detto che i numeri economici del governo sono tutti negativi? L’Italia è campione del mondo di tasse. La pressione fiscale effettiva sul Pil - ossia il totale delle tasse pagate rispetto al reddito complessivo del Paese, secondo una ricerca dell'ufficio studi di Confcommercio, - ha raggiunto il 53,2% rispetto a quella ufficiale, di “appena” il 44,1%, che però non terrebbe conto del sommerso, pari al 17,3% del Pil. 
Tradotto in soldoni, questo significa che su un euro prodotto, 53 centesimi vanno via per tasse varie!!!  Così l'Italia sale al primo posto nella classifica Ocse per il carico fiscale. 
Dal 2000 al 2013, la pressione fiscale è aumentata del 5% con un Pil pro-capite sceso, invece, del 7%. E se il confronto si sposta ancora più indietro nel tempo, arrivando fino al 2008, il Pil pro-capite risulta sceso dell'11,6%. 
E se chi di dovere non farà… il proprio di dovere, pagando le tasse o facendole pagare a chi le evade impunemente e a chi elude il fisco incassando 100 e dichiarando 1, saranno guai seri per i “soliti noti” continuamente salassati dal fisco su buste paga, casa, benzina, gas, luce, acqua... sperando che almeno l’aria, seppure irrespirabile per lo smog, non venga presa di mira da qualche balzello di una finanziaria dell'ultima ora!

2 commenti:

  1. E se ci battessimo per avere una flat-tax al 20% con la possibilità di poter portare in detrazione tutte le spese sostenute per poter campare? Il semplice cittadino sarebbe il primo controllore fiscale e non la finanza perché tutti,indistintamente, chiederemmo lo scontrino e non lo butteremmo via.

    RispondiElimina
  2. Il mio vaneggiamento quotidiano
    Se fossi a capo del Governo una fra le prime cose che farei in stato di emergenza?
    Ripristinerei una vecchia legge abolita da anni .
    L’abolizione ha permesso (impunemente) ai grandi evasori di esportare i capitali sottratti al fisco nei paradisi fiscali
    Ricordo quando si andava a l’estero Era quella legge dello Stato che decideva la cifra che si poteva portare per i bisogni della permanenza a l’estero
    Tutto veniva documentato Dalle Banche per conoscenza della Banca D’Italia .
    Difendendo cosi la nostra economia.
    La banca D’Italia dovrebbe ristampare la vecchia Lira ( per uso interno) che possa circolare solo in Italia
    L’Euro si dovrebbe usare solo quando andiamo fuori da L’Italia e per le transazioni
    Delegando alle banche il controllo di tutte le operazioni in entrata e in’ uscita. Dati che le banche obbligatoriamente dovrebbero inviare alla banca D’Italia
    Con l’aggiunta di una legge che punisca veramente col carcere chi evade
    In più la confisca di tutti i beni e le somme evase. VITTORIO
    PS Questo si potrebbe fare se le banche non avessero le lobby come associati.
    Per questo il Popolo si dovrebbe coalizzare Come? Semplice dovremmo ritornare indietro nel tempo
    A quando i soldi venivano messi come si soleva dire sotto il materasso.

    RispondiElimina

freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

freeskipeer si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)