...ci hanno consegnati a mastro Titta!

di Maria Pia Caporuscio. O la borsa o la vita... erano le maniere con cui i ladri terrorizzavano i poveri cristi puntandogli contro una pistola, per derubarli. Ora questo sistema viene usato dai governanti (agli ordini delle banche mondiali e delle multinazionali) contro la classe lavoratrice. Insieme questi usurai, hanno sganciato sui lavoratori una bomba a orologeria per privarli del lavoro, affamarli e umiliarli prima di schiavizzarli. Questo crimine, che fanno passare per “risanamento”, non è altro che una spinta per buttare giù dalle scale intere generazioni. Si tratta di un vero e proprio saccheggio non solo economico ma morale e civile di vite umane, da offrire a quel gruppo di carnefici che da sempre vive succhiando il sangue dei lavoratori come veri vampiri:
il potere finanziario! In che modo si può risanare una nazione passandole una corda intorno al collo e impedendole di muoversi per non strangolarsi? Se alla mancanza di lavoro, si aggiunge la chiusura delle piccole e medie imprese. Se si svendono i colossi statali e si delocalizzano le industrie (sempre per osceni interessi) come si può parlare di risanamento quando si tratta di disfacimento? O per risanamento si intende riempire di miliardi i loro forzieri? Certo, da questo punto di vista è logico che per lor signori queste manovre rappresentano il risanamento, ma per i cittadini ne costituiscono la morte civile, la scomparsa della giustizia e la disintegrazione della propria nazione! 
Se i lavoratori, piuttosto che nutrirsi delle cazzate propinate da questi squali nei tg o nei talk show, ponessero maggiore attenzione nel cercare le notizie vere, chiudendo la bocca ai servi del potere col telecomando e dando ascolto a gente sana di mente come il premio Nobel per l’economia Paul Krugman o Thomas Picketty, i quali sostengono che queste politiche monopolizzano ricchezze sempre maggiori nelle mani dei ricchi e sempre più lontane dai poveri in continua espansione, capirebbero da quale parte sta la verità e si organizzerebbero, per risanarlo sul serio il proprio paese. L’ineguaglianza fra ricchezze sproporzionate e condizioni invivibili cresce smisuratamente proprio in virtù dell’incomprensibile passività delle classi lavoratrici e di queste politiche schiavistiche, che gratificano i ricchi anche nel pagamento delle tasse, in misura irrisoria rispetto alle vergognose rapine in busta paga di chi è costretto a spezzarsi la schiena tutto il giorno per potersi sfamare! 
Purtroppo quello che noi continuiamo chiamare “Stato” non lo è più, ora è diventato una proprietà privata dei poteri finanziari. La sovranità non appartiene al popolo come recita la nostra Costituzione, ma è stata venduta alla Banca Centrale Europea. Questa istituzione autocratica sovranazionale, esente da ogni controllo democratico e giudiziario, che non risponde a nessuna legge e decide in segreto il modo migliore di depredare le nazioni (purtroppo sottomesse a questo potere illegale dagli stessi capi di Stato che i cittadini dovrebbero denunciare per alto tradimento alla Corte Marziale) sta realizzando in Europa quel che in America Latina non è riuscita a fare. Avendo il controllo della moneta, lor signori hanno la facoltà di controllare la politica, di dare e togliere liquidità ai mercati, far saltare i bilanci degli Stati e costringerli ad aumentare le tasse, svendere e privatizzare beni pubblici, assottigliare lo stato sociale fino a deprimere anche fisicamente (oltre che economicamente) la popolazione. Impongono governi “tecnici” privando le nazioni persino di scegliere da chi farsi governare. Finti tecnici (esperti solo nel maneggiare moneta) che ci fanno credere di essere più bravi dei politici. Purtroppo bisogna riconoscere che per quanto riguarda i loro affari lo sono eccome più bravi: sono fantastici nel rapinare le nazioni e spolparle fino all’osso! E mentre i cittadini non riescono più a spartire il pranzo con la cena essi si costruiscono piramidi d’oro più alte di quelle dei faraoni d’Egitto. Non solo noi italiani ma la popolazione europea tutta, deve togliere al più presto la testa da sotto quella mannaia e al loro posto piazzarci quelle di coloro che ci hanno consegnati a mastro Titta!

2 commenti:

  1. STUPIDITA HO CALCOLO?
    Voltiamo pagina spazzando via Tutta La classe politica

    Che ha permesso la nascita de l’era BERLUSCONIANA Riportandoci al (medio evo) dove il padrone dettava LEGGE.

    la crisi MONDIALE fa da spia i paesi emergenti invadono i mercati con produzioni a basso costo
    chi governa impegnato a risolvere gli interessi delle lobby tralascia i veri problemi che aggravano la situazione ITALIANA.


    Dopo due GUERRE e lotte sindacali in questi ultimi 100 anni cosa abbiamo ottenuto dai padroni solo sacrifici e tante chiacchiere.

    Rispetto ha 66 anni fa le risorse energetiche sono agli sgoccioli I mercati sono saturi
    Per risolvere la crisi? ( semplice ) Scateneranno la terza GUERRA MONDIALE
    Cosi con una fava prenderanno due piccioni livelleranno la popolazione MONDIALE
    e/ i sopravvissuti ? saranno i nuovi schiavi .

    Il Declino de Le Generazioni del dopo guerra cresciute ne l'opulenza si dividono in due
    Categorie classe politica serva delle lobby e i succubi (Beoti ) Troppo presi da droga divertimenti diete e stronzate varie
    Non si sono resi conto che il declino è iniziato negli anni 80 con l’evento al Governo di B. Craxi
    Il debito pubblico a incominciato ha crescere a dismisura naufragando
    Con L’ultimo Governo di SB suo delfino.
    Che per fare i suoi interessi ha dato il colpo di grazia.
    Hanno scoperto che rende di più quotarsi in borsa e spostare gli stabilimenti nei paesi comunitari dove il lavoro costa meno.

    Quando il lavoro a basso costo nei paesi sottosviluppati finirà scongeleranno i nostri precari
    ne l’attesa fra crisi e sacrifici ci riabitueremo al peggio tanto da osannare i futuri sfruttatori W. L'ITALIA. VITTORIO.A
    BUONA GIORNATA CARA AMICA

    RispondiElimina
  2. Caro Vittorio se i governanti facessero gli interessi dei paesi che purtroppo sgovernano invece di fare quelli della finanza e i propri, se le ricchezze fossero giustamente ripartite fra tutti, se ci fosse ancora un briciolo di onestà da parte delle classi dirigenti se…
    Ma di se… non si vive! Necessitava agire anche brutalmente, chiudendo la bocca al primo dannato, che stava studiando il modo di saccheggiare le nazioni e gettare nella disperazione i cittadini. Purtroppo la nostra buonafede o forse la nostra ignavia ci hanno impedito di agire e abbiamo permesso a queste bande di malviventi, di avere la meglio e sottomettere Stati e popolazioni.
    Al punto in cui siamo arrivati solo una guerra forse… riuscirà a rimettere le cose a posto!
    Buona giornata anche a te carissimo.


    RispondiElimina

Freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Freeskipeer Italia si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)