La nave affonda e gli italiani fuggono all'estero!

In Italia si guadagna troppo poco, si vive troppo male e si pagano troppe tasse. Davvero un po’ “troppo” per continuare a restarci! 
E’ in costante crescita il numero di italiani che vanno a vivere all'estero: nel 2013 ne sono partiti 94.126 contro i 78.941 del 2012. E se il Regno Unito è il Paese verso cui si sono maggiormente diretti i recenti migranti italiani, con una crescita del 71,5% rispetto all'anno precedente, a sorpresa è una regione del Nord, la Lombardia, quella che ha subito la maggiore 'emorragia', con 16.418 partenze. E' quanto emerge dal Rapporto Italiani nel Mondo 2014 della Fondazione Migrantes, presentato in questi giorni a Roma. Gli espatriati nel 2013 sono in maggior parte uomini (56,3%), non sposati nel 60% dei casi, e la classe di età più
rappresentata è quella che va da 18 a 34 anni (36,2%), seguita da quella dei 35-49enni, a riprova di come la decisione di partire sia motivata in gran parte dalla crisi economica e dalla disoccupazione. 
L'aumento in assoluto dei cittadini italiani iscritti all'Aire, l'Anagrafe degli italiani residenti all'estero, è di 141 mila nel corso del 2013, il 3,1% in più rispetto all'anno precedente. Nel mondo sono 4.482.115 i connazionali residenti all'estero iscritti all'Aire al primo gennaio 2014. L'Argentina è il primo Paese di residenza per tutti gli italiani, seguita da Germania, Svizzera e Francia. 
Il 52,1% degli italiani iscritti all'Aire è di origine meridionale. I minori iscritti all'Aire al primo gennaio 2014 sono 691.222, in lieve calo rispetto all'anno precedente (673.489). Se il numero dei minori continua a decrescere, è in aumento quello delle iscrizioni per nascita: si passa, infatti, dal 38,8% dell'anno passato al 39% di quest'anno. Sono in aumento anche gli over 65, che sono 878.209 (+0,8% dal 2010) e la maggior parte risiede in Sud America. Ma non saranno mica tutti gufi!? 

1 commento:

  1. C' è da prendere a calci in culo tutti quelli che hanno governato fino ad oggi e che ci hanno accompagnati in questa crisi, nella quale tutti hanno pagato tranne loro. Governanti che anzicché provvedere alle necessità del popolo e tenerlo unito, preferisce lasciare che vada all' estero a cercare quello che, i nostri governanti, non sono in grado di garantire.
    Mi domando: ma che popolo è quello che fornisce governanti di questa risma.
    Come se un padre di famiglia caccia fuori di casa i figli perchè non è capace di dargli un futuro. Che padre é? Questa gente è una "VERGOGNA".

    RispondiElimina

Freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Freeskipeer Italia si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)