Roma, ecco chi è il nostro sindaco: un uomo cinico e sadico!

di Alessandro Onorato. Cari amici, dovete sapere che 20 dei 48 ex lavoratori della "Roma Multiservizi", per protestare contro Marino e la sua giunta, hanno dormito per 2 giorni in Campidoglio, senza poter raggiungere il bar e con la possibilità di andare al bagno solo se scortati dagli agenti della Polizia locale, e solo uno alla volta. Sono stati licenziati da un'azienda del Comune di Roma, che nel frattempo preferisce dare lavoro a cooperative e subappalti piuttosto che mantenere i propri dipendenti.
Tutto questo su mandato politico del sindaco e dell'assessore all'Ambiente Estella Marino. Incredibile ma vero: mercoledì Ignazio Marino, quando entrando ha visto i lavoratori in protesta davanti alla Sala del Carroccio, dove sono reclusi, è andato su tutte le furie. Da lui nessun gesto di umanità o di comprensione, anzi: ha pensato bene di minacciare i guardiaportone del Campidoglio (agenti della Polizia di Roma Capitale) urlando: "O siete incapaci o siete in malafede! Scriverò al Ministro, farò un'interpellanza parlamentare perché la sicurezza del palazzo non è garantita". La sua unica preoccupazione, quindi, è stata "l'intrusione" nel suo palazzo! Ecco chi è il nostro sindaco: un uomo cinico e sadico, che non si preoccupa dei lavoratori da lui licenziati, che soffrono perché non possono più portare il pane a casa e che sono costretti a gesti estremi - per quanto pacifici - per farsi ascoltare. Ormai assomiglia ogni giorno di più a Luigi XVI, di cui tutti conosciamo la fine.

Nessun commento:

Posta un commento

Freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Freeskipeer Italia si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)