M5S denuncia alla Procura di Roma il Patto del Nazzareno.

"Ho depositato un esposto-denuncia alla Procura di Roma per accertare esistenza e contenuto del 'Patto del Nazareno' fra Renzi e Berlusconi. Ho chiesto di verificare se il Patto sia stato effettivamente preordinato a pilotare illegittimamente le riforme in atto nel Paese e a decidere chi nominare come futuro inquilino del Colle". Così Andrea Coletti, deputato 5 stelle, annuncia l'esposto in procura sia sul suo profilo twitter, sia su quello Facebook che sul suo sito, scrivendo: "Facciamo scricchiolare ancor di più il patto del Nazareno!", accusato di "pilotare illegittimamente le riforme in atto nel Paese e a decidere chi nominare come futuro inquilino del Quirinale, trasformando la nostra Repubblica democratica in una dittatura mascherata".
Mentre sul suo sito, il deputato M5S pubblica direttamente l'esposto presentato, in cui, nella lunga premessa, si legge che "i contorni di tale Patto (del Nazareno) sono alquanto fumosi giacché ignoto ne è il contenuto, ignoti ne sono i sottoscrittori, oltre a coloro già citati (Renzi e Berlusconi, ndr), ed ignoti ne sono i garanti". Coletti mette quindi in relazione il Patto del Nazareno con varie tematiche, da quella delle riforme a quella della giustizia. Senza mancare di citare il tema dell'elezione del presidente della Repubblica. "Il patto del Nazareno conterrebbe anche linee guida per la nomina del futuro presidente della Repubblica o comunque indicazioni di un vero e proprio veto sulla candidatura di Romano Prodi alla successione a Giorgio Napolitano che è tornata al centro della discussione e potrebbe secondo alcuni concretizzarsi entro luglio 2015". Quindi, al termine dell'esposto lungo 31 pagine, l'esponente pentastellato chiede "di accertare se i fatti descritti in premessa siano corrispondenti al vero e, in caso affermativo, se siano stati integrati dei reati penali e a chi sia imputabile la responsabilità degli stessi". E la procura di Roma apre un fascicolo senza ipotesi di reato nè indagati.
_________________________________________________________________________________________
IL COMUNICATO M5S.  Il Patto del Nazareno, un Patto da tutti conosciuto, un Patto famigerato. Di cui nessuno sa nulla. Sostanzialmente, un Patto segreto fra due o più persone che, per il codice civile, costituiscono una associazione. E non conoscendo i confini del Patto, potrebbe anche illegittimamente risultare una compressione della democrazia del Parlamento ed una occupazione degli organi costituzionali. Materia da Procure insomma. Per questo, il portavoce alla Camera Andrea Colletti ha oggi depositato un esposto/denuncia alla Procura di Roma. I cittadini hanno il diritto di saperne di più, hanno diritto di sapere chi e perché in segreto prende decisioni che riguardano gli organismi democratici della Repubblica. Del Patto non conosciamo né i contraenti (solo Renzi o Berlusconi?), né i garanti (solo Verdini e Lotti o anche altri?) né chi ne è a conoscenza (altri deputati o senatori). Ne parlano deputati e senatori, ministri (come la Boschi), senza però chiarire se esso sia un documento scritto né cosa in verità contenga. Le nostre domande: il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano è a conoscenza dei contenuti di questo Patto? E' un garante di questo Patto? E altre domande importanti: il Patto del Nazareno riguarda anche la giustizia? Forse a causa del Patto del Nazareno è stato bloccato l'iter della legge anticorruzione al Senato? A causa del Patto del Nazareno è stato modificato, all'inizio 2014, lo scambio elettorale politico mafioso? Domande finora senza una risposta. Confidiamo quindi che sia la Procura a fare piena luce sul Patto del Nazareno, visto che i personaggi coinvolti ci hanno finora tenuto all'oscuro.

Nessun commento:

Posta un commento

Freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Freeskipeer Italia si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)