Io sono italiana e questa è la mia categoria!

di Bea. La mia modestissima opinione è che in Italia la maggior parte delle persone abbia la cattiva abitudine di pensare in piccolo con la pretesa di vivere alla grande! Ciascuno è impegnato a rivendicare i propri diritti, lamentandosi di subire delle ingiustizie del tutto personali e aspettando che “qualcuno” gli tolga le castagne dal fuoco. Pensionati, impiegati, operai, medici, avvocati, precari, disoccupati… ognuno è pronto ad alzare la voce in difesa del proprio orticello, della propria categoria. Io sono italiana e questa è la mia categoria! Impariamo una volta per tutte a denunciare i problemi sociali e non quelli personali. Impariamo a scrivere “protestiamo contro la corruzione”, e non “datemi più soldi”. Impariamo a dire “facciamo qualcosa per noi” e non “fate qualcosa per me”. Impariamo a pensare in grande e a vivere nel piccolo. Ma questa è soltanto una mia modestissima opinione…

9 commenti:

  1. Negli anni '80 il primo Difensore Civico - Alberto BERTUZZI - sosteneva che il mestiere meno praticato in Italia è quello di Cittadino. In Italia siamo poco abituati a scrivere e a segnalare alle Autorità quello che non funziona, e siamo più abituati a lamentarci, chiaramente non tutti siamo così, ma una buona percentuale. Il cambiamento inizia da ognuno di noi. Ognuno può contribuire. Tante goccioline riempiono la vasca. Sono d'accordo col pensiero di Bea. Una buina giornata a tutti

    RispondiElimina
  2. Se l'energia impiegata a MUGUGNARE e protestare al bar davanti al cappuccino o dal barbiere o dalla parrucchiera, la mettessimo nell'agire da cittadini attivi, molti degli attuali politici non siederebbero in Parlamento ma sarebbero da qualche altre parte. E' vero aspettiamo sempre un messia che ci risolva le nostre grane: Vai avanti Tu che a me scappa da ridere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo su tutto, particolarmente sul messia.

      Elimina
  3. Per il calcio e le squadre quanta attenzione, per quello che accade nei nostri Comuni quanto menefreghismo. Ogni popolo giustamente ha i politici che si merita. Facciamo un bel mea culpa

    RispondiElimina
  4. Brava BEA hai centrato come iamo fatti

    RispondiElimina
  5. Ci freghiamo gli uni con gli altri. Nemmeno all'interno di un condominio o sul posto di lavoro riusciamo a essere amici. Chi è in politica di mestiere lo sa. E' difficile mettere d'accordo due persone, ecco perchè siamo a questo punto

    RispondiElimina
  6. Purtroppo quando i nostri padri fecero l'italia dimenticarono di fare gli italiani!

    RispondiElimina
  7. A volte e direi che questa sensazione è sempre più frequente, mi capita di vergognarmi di essere italiana: questo popolo al quale appartengo solo per nascita non mi piace. Non siamo persone serie, e speriamo sempre che il vicino o chi per lui si faccia avanti per risolvere i nostri problemi.

    RispondiElimina
  8. Sono italiana, ma solo di nascita per il resto non mi riconosco con la stragrande maggioranza dei miei connazionali, peccato... potremmo esser per davvero un grande paese, invece...

    RispondiElimina

freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

freeskipeer si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)