E' finito nel 'nulla di fatto' il semestre di presidenza UE di Renzi.

di Carlo Sibilia, M5S. Innanzitutto non posso negare un certo disagio a dovermi confrontare con te che sei il presidente del consiglio che si riempie la bocca di riforma del lavoro e non ha mai lavorato un giorno della sua vita. Ti conosciamo solo come Presidente della Provincia di Firenze, Sindaco di Firenze e Presidente del Consiglio dei Ministri. Un politico di professione. Ciò che noi combattiamo. Con te che parli di disoccupazione e chiedi sacrifici e poi sappiamo delle vacanze che ti fai a 1000€ al giorno che è la stessa cifra che serve per sedere alle cene che organizzi. 15 invitati 15mila euro per 15 giorni di vacanza. Con te che fai parte di un partito che porta in aula leggi sullo svuota carceri e poi i suoi membri sono i primi che vanno ad affollarle.
Ammetto che si tratta di un’affermazione populista perchè tanto voi politici dal carcere vi salvate sempre. (vedi i casi Azzolini e Papania). Con quale credibilità porterete davanti al paese, se mai lo farete, una riforma della giustizia se siete i primi ad infrangere le regole. Come si può parlare della difesa delle Piccole e Medie imprese italiane che sono il 95% del tessuto economico del paese quando voi le distruggete mettendovi la mazzetta nella giacca. Perchè proprio nel momento in cui i tuoi colleghi di partito fanno il gesto di intascare la tangente, accade questo meccanismo: L’imprenditore mafioso, che per comodità chiamaremo Buzzi, vince l’appalto con la vostra complicità. E per ogni imprenditore furbo ce ne sono 10 onesti che perdono quel lavoro. Perdine uno oggi, perdine uno domani, le piccole imprese chiudono. I lavoratori vengono licenziati e tornano a casa con un senso di frustrazione. Voi, questo sistema partitico-mafioso, siete la loro frustrazione, mentre noi, che ci tagliamo lo stipendio per aiutarli in modo concreto, siamo per loro una boccata d’ossigeno.
Nella nostra risoluzione c’è un impegno che chiede al governo di creare un fondo di garanzia europeo che dia sostegno alle famiglie e alle imprese. Perchè non lo votate?

Ma oggi siamo costretti a dover parlare dei tuoi grandi successi come Presidente del Semestre Europeo appena trascorso. Il 2 luglio a Strasburgo Dicesti “Il nostro semestre può essere un semestre in cui non abbiamo paura di dire che la politica ha una sua dignità”. Dignità, parlava di dignità, signor Presidente.

E vediamo questa dignità come si è tradotta:

- Nuovo record di disoccupazione; mai nella storia, partendo dall’Unità d’Italia, la penisola aveva registrato un tasso di disoccupazione così alto: il 13,2%,

- Nuovo record fallimentare per le imprese: durante il suo governo ne sono fallite in media 63 ogni giorno, insomma più di due ogni ora hanno chiuso i battenti.
- debito pubblico italiano è aumentato a ottobre di 23,5 miliardi di euro, arrivando a quota 2.157,5 miliardi, 74 miliardi in più rispetto allo stesso mese di un anno fa.
- Nuovo record internazionale di declassamento: Il nostro debito è stato denominato come BBB da Standard and Poors, significa che manca pochissimo, un passo, per essere considerati un Paese le cui emissioni di titoli sono “spazzatura”.
Ecco! La dignità della politica, finalmente ci siamo arrivati!
Presidente, in Italia ci sono più di dieci milioni di persone che vivono sotto la soglia della povertà, se ne rende conto?
- Sono giovani senza un’occupazione, (lei non ha fatto niente)
- Pensionati abbandonati dopo quarant’anni di duro lavoro,
- Sono esodati, incapienti, imprenditori sul lastrico,
- Liberi professionisti paralizzati dalle tasse che il suo governo ha imposto dietro i diktat dei burocrati europei.
Secondo Save the Children la regione dove sono nato, la Campania, “vanta” la media nazionale più elevata di bambini in povertà assoluta.
125 mila italiani tra i 25 e i 40 ci hanno abbandonato per sempre solo nel 2014.
Il semestre italiano di Presidenza dell’Unione Europea ha prodotto il nulla assoluto!
Con lo Jobs Act (non avete avuto neanche il coraggio di dargli un nome italiano), apre la strada alla nuova generazione di lavoratori a 300 euro al mese. Una riforma del lavoro identica a quella imposta dalla Commissione Europea per 3 anni in Grecia, topo da laboratorio per quello che si vuole attuare anche negli altri paesi dell’Europa del sud. Monti ha definito la Grecia il più grande successo dell’Euro. Parole testuali.
Nei sei mesi del suo semestre un risultato l’abbiamo ottenuto. Sbaglia chi non glielo riconosce: abbiamo scelto di seguire la strategia di politica estera folle degli Stati Uniti in Ucraina, l’eutanasia economica con le sanzioni alla Russia. Sanzione che si è ritorta contro le imprese italiane, soprattutto quelle del nord-est.
E ora il Fmi ci ricorda che nelle prossime settimane Kiev avrà bisogno di 15 miliardi di euro per evitare il default. Indovinate chi pagherà?
In questi mesi ne abbiamo avuto, eccome, prove della dignità della politica:
- Scandalo Expo
- Scandalo Mose
- Scandalo Mafia Capitale.
Tangenti a destra e sinistra, criminalità organizzata, appalti pilotati, politici di destra e di sinistra. Corrotti, finiti in manette, indagati, a tavola con i capi clan dei Casamonica, con il ministro Poletti, lo stesso che ha firmato la sua riforma del mercato del lavoro.
Sei mesi di Presidenza europea, al termine dei quali Bruxelles continua a trattarci come un alunno indisponente.
Si sarebbe potuto usare il Semestre italiano per parlare della corretta gestione dei flussi migratori, rivedere il Regolamento di Dublino da voi ratificato senza modifiche o soluzioni eque per l’Italia rispetto agli altri paesi.
Ed oggi, dopo che la Procura di Roma ha scoperchiato il vaso di Pandora, abbiamo capito il perché: non avete chiesto il superamento di Dublino III perché l’accoglienza degli immigrati è Cosa vostra. Sulla pelle degli immigrati e dei rom ci mangiavate insieme ai Buzzi, agli Odevaine, ai Carminati. Vergognatevi.
Ancora non sei stato in grado di accertarti se alla cena di autofinanziamento del Pd fosse presente anche il criminale Salvatore Buzzi. Beh, la notizia te la do io allora, Buzzi non solo era presente, ma ha pagato un tavolo per intero: dieci mila euro. Come ammesso dal suo braccio destro, Claudio Bolla.
E forse è il caso che qualche spiegazione agli italiani venga fornita.
E’ in questi casi che ripenso alle parole di Indro Montanelli. Lui diceva che “la corruzione comincia con un piatto di pasta”.
E’ vero! Noi siamo l’antipolitica nel senso che siamo in antitesi alla politica della corruzione, della collusione, della frode fiscale e della mafia. La politica che voi rappresentate.
Il nostro paese ha già vissuto una fase come questa. Dopo Tangentopoli, è stata già azzerata una classe dirigente e nel ’92 a fare il lavoro sporco che ha avviato con Maastricht la via senza ritorno della gabbia dei vincoli europei e dell’euro fu mandato Amato, il dottor Sottile, mister manovra lacrime e il sangue. Nome che riesce fuori anche oggi nel vostro gioco delle poltrone per il dopo Napolitano al Quirinale. Sarà un caso?
La dissoluzione di un’intera classe politica non deve, tuttavia, essere il pretesto per mandare un Draghi o altro commissario figlioditroika al quale hai già commissariato il tuo cervello politico, ad imporre il prelievo forzoso dai conti correnti (modello Cipro) o il TTIP (l’area di libero scambio con gli Stati Uniti), misure straordinarie che nessun governo democraticamente eletto può giustificare al suo elettorato.
Ma, e qui viene il bello, rispetto al 1992, però, in Italia qualcosa è cambiato: nelle istituzioni c’è un Movimento di cittadini che contrasta giornalmente l’arrivo di un emissario diretto di Draghi, Merkel e Junker o Lagarde con la stessa forza con cui stiamo denunciando le ruberie di MafiaCapitale. C’è un movimento che punta dritto alla sovranità monetaria, punta dritto ad uscire dalla gabbia monetaria e che in un solo weekend ha raccolta già le firme necessarie per una proposta di legge popolare che istituisca un referendum per uscire fuori dall’euro.
Mai nessun popolo al mondo ha potuto decidere della propria moneta. Grazie al movimento 5 stelle gli italiani possono farlo.
Ridenominare il debito pubblico in una nuova moneta associata al valore della nostra economia. Creare una moneta di proprietà dello Stato Italiano. Non è anacronismo è realismo. Un movimento che punta dritto al reddito di cittadinanza. 780€ per 3 anni ai maggiorenni che non hanno un lavoro.
Noi rifiutiamo l’assunto secondo cui “gli italiani non sono in grado di governarsi da soli”. Certo i partiti hanno dato al mondo questo esempio.
Ma noi, nei fatti , siamo diversi. Se c’è il buio sentiamo il dovere di indicare la luce. Dove ci viene detto non è possibile, noi ci proviamo. Dove gli altri partiti risultato indagati e invischiati, noi risultiamo puliti. E questo è un valore!
Il primo passo deve essere quello di recuperare la nostra sovranità psicologica come spiega bene Vladimiro Giacché: per troppo tempo la classe politica e i media collusi ai poteri finanziari ci hanno fatto il lavaggio del cervello e ci hanno imposto un odio nei confronti di noi stessi e un’adorazione del vincolo esterno come l’unica soluzione ai nostri problemi. Atteggiamenti che hanno fatto credere al popolo che “il più Europa” sia l’unica soluzione.
Questo atteggiamento è pericolosissimo ed è il primo nemico da battere.
Nel 2012 il ministro Gentiloni scriveva che “dobbiamo cedere sovranità ad un’Europa unita e democratica”. A parte che è difficile immaginare a quale altra sovranità bisogna rinunciare visto che il parlamento italiano è ridotto a passacarte della Banca Centrale Europea. (Quindi questo può essere solo il vaneggiamento di un Pd che ha da tempo il “cervello commissariato” all’Europa.)
Ma qualcuno di voi si sta accorgendo che siete diventati il partito della Troika e avete abbandonato i bisogni della gente. Qualcuno di voi ha capito che l’euro va superato e questo è un fatto.
Perchè oggi l’unica scelta da fare è tra il modello che ci proponete voi di dittatura finanziaria destinato a fallimento certo e quello che proponiamo noi ovvero un modello di democrazia diretta unica strada verso la sovranità popolare.
Presidente manca poco e quando ci diranno: ”Arriva Renzi!” Noi risponderemo “Renzi chi?”

12 commenti:

  1. Sui social network l'attenzione è di circa 8 secondi. Un simile romanzo se lo legga Lei.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...a volte capita che per esprime un'opinione non sia sufficiente un "sms"!

      Elimina
  2. M5S si è dimostrato un fuoco di paglia. Parole, proclami, espulsioni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. forse stai parlando di renzi e di berlusconi. M5S è un fuoco che riscalda e che brucerà gli appestati del sistema mafioso, altro che fuoco di paglia! Noi siamoil fuoco, i corrotti, gli evasori e i boiardi di stato, la paglia!

      Elimina
  3. "Ma noi, nei fatti , siamo diversi. Se c’è il buio sentiamo il dovere di indicare la luce. Dove ci viene detto non è possibile, noi ci proviamo. Dove gli altri partiti risultato indagati e invischiati, noi risultiamo puliti. E questo è un valore!"
    Il Presidente dell'Uruguai, dona il 90% del proprio reddito ai poveri. Fatelo anche Voi parlamentari del M5S. Ringraziate GRILLO, eravate Illustri sconosciuti, siete arrivati lì grazie a lui e non mi sembra abbiate combinato molto. Buona giornata
    ANTONINO

    RispondiElimina
    Risposte
    1. carletto m5s17 dicembre, 2014

      Caro Antonio sei poco informato. I parlamentari 5stelle hanno devoluto il proprio stipendio e il finanziamento pubblico dei partiti in un fondo che aiuterà i giovani a fare impresa. Se non sai, allora taci!

      Elimina
  4. " nelle istituzioni c’è un Movimento di cittadini che contrasta giornalmente l’arrivo di un emissario diretto di Draghi, Merkel e Junker o Lagarde con la stessa forza con cui stiamo denunciando le ruberie di MafiaCapitale. C’è un movimento che punta dritto alla sovranità monetaria, punta dritto ad uscire dalla gabbia monetaria e che in un solo weekend ha raccolta già le firme necessarie per una proposta di legge popolare che istituisca un referendum per uscire fuori dall’euro" Fatevi un giro nelle mense dei poveri. Fatevi un giro nei dormitori pubblici. Avete fallito POLITICAMENTE anche se ci avete messo buona volontà.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il vero fallimento è quello di chi continua a votare per i servi della Troika e se continuerete su questa strada, ci ci faranno ritrovare loro in "mezzo" ad una strada:solo M5S potrà cambiare questo paese corrotto e nessun altro: non sprechiamo questa grande occasione per salvarci dal default!

      Elimina
  5. Sperate di avere il Vitalizio perchè difficilmente sarete rieletti a Roma

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma di chi parli? dei forzisti di alemanno o dei piddini di marino? ma fammi il piacere e prima di sparlare... documentati!!!

      Elimina
  6. Chi si aspettava qualcosa di buono dal venditore di pentole ora è servito: un mucchio di parole e niente di più!

    RispondiElimina
  7. danilo di roma17 dicembre, 2014

    Diamo più forza al MoVimento5Stelle se vogliamo per davvero salvarci, altrimenti lorsignori si mangeranno tutto ciò che è ancora rimasto e ci faranno fare la fine della Grecia.

    RispondiElimina

Freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Freeskipeer Italia si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)