Carcere Vigevano: ennesima aggressione agli agenti di polizia penitenziaria.

di Francesco Ricco, Segreteria Regionale OSAPP-Lombardia. La denuncia dell'OSAPP. In data odierna (23.01.2015), presso la Casa Circondariale di Vigevano, si è verificata l'ennesima aggressione, da parte di un detenuto, ai danni di una appartenente al Corpo di Polizia Penitenziria. Giunge notizia alla Segreteria Regionale dell'OSAPP, Organizzazione Sindacale autonoma di Polizia Penitenziaria, di un aggressione perpetrata ai danni di un appartenente al Corpo di Polizia Penitenziaria da parte di un detenuto magrebino. Quest'ultimo, nella serata di ieri, avrebbe posto in essere dapprima un gesto anticonservativo tentando di togliersi la vita tramite impiccagione.
Solo il celere e professionale intervento della Polizia Penitenziaria ha evitato il peggio. Dopo le cure di rito è stato sottoposto a Sorveglianza a vista. Stamane dopo aver frantumato a calci la tazza del wc della propria cella ed aver brandito un pezzo di ceramica tagliente puntandoselo alla gola, ha nuovamente manifestato l'intenzione di togliersi la vita minacciando chiunque fosse intervenuto per farlo desistere. Ancora una volta, il personale di Polizia Penitenziaria ha evitato il peggio. L'epilogo di questo evento critico ha visto farne le spese un assistente preposto alla sorveglianza che ha rimediato una forte contusione ad una mano riportando lesioni guaribili in una decina di giorni. A tutto il personale coinvolto l'OSAPP esprime la propria solidarietà. Ancora una volta è la Polizia Penitenziaria a pagare le conseguenze di un disagio, quello diffuso nella maggior parte degli istituti, che diventa fautore di eventi come quello accaduto in data odierna.

Nessun commento:

Posta un commento

freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

freeskipeer si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)