Da Barack Obama una lezione ai politici italiani.

Se non si mette benzina nel motore la macchina non riparte. La benzina sono 'salari e pensioni' adeguati al costo della vita. Il motore quel 'ceto medio' che in Italia è stato massacrato da una tassazione senza precedenti e che oggi per colpa di politiche 'lacrime e sangue' imposte dalla Troika rischia di scomparire! "La crisi è superata. L'America è risorta dalla recessione". Barack Obama lo scandisce a chiare lettere nel suo sesto discorso sullo stato dell'Unione e annuncia: "E' ora di voltare pagina e di aprire un nuovo capitolo". Perchè vinta la sfida più difficile, per il presidente americano è necessario che tutti godano della ripresa, a partire dalla classe media che più ha sofferto negli ultimi anni.
"Non possiamo accettare un'economia che dia vantaggi enormi solo a pochi, ma bisogna impegnarsi per un'economia che generi un aumento dei redditi e delle possibilità per tutti", sottolinea Obama, che ha già annunciato la sua rivoluzione sul fronte delle tasse, aumentando il carico fiscale sui super ricchi e sulle grandi banche e imprese per rafforzare il sistema di sgravi e agevolazioni a favore delle famiglie. 

2 commenti:

  1. Ma noi non siamo mica l'America di Barack Obama. Noi siamo l'italietta di silvio berlusconi e di matteo renzi: due compari che quando giocano, barano spudoratamente!

    RispondiElimina
  2. A loro tutta la torta e a noi.... neppure le briciole. Sono finiti i tempi di Saragat e Fanfani, quando loro si abbuffavano e noi potevamo spizzicare qualcosina. Adesso questi... se sò magnato tuttoooooooooooo

    RispondiElimina

freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

freeskipeer si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)