Berlusconi, 5mila antenne per me posson bastare!

Se il governo imbocca la strada delle privatizzazioni a go go e mette all’asta i gioielli di famiglia è poi una naturale conseguenza che qualcuno avanzi la propria offerta per accaparrarsi l'irripetibile opportunità! Ma se, poi, il governo italiano mette in vendita la Rai e chi si fa avanti per comprarla è Silvio Berlusconi, allora scoppia il putiferio!
Sembra, oggi, di rivedere un film già visto, quando Bettino Craxi faceva le leggi per aprire l’etere al “Biscione” dell’allora Cavaliere che se ne stava a bordo campo a farsi gli affari suoi! "Finito" Craxi scese in campo. "Cominciato" Renzi si è rimesso a bordo campo! Mediaset vuole Rai Way e mette sul piatto 1,2 miliardi. Il blitz del gruppo di Silvio Berlusconi accende la polemica politica mentre a Piazza Affari i titoli corrono. Ei Towers, la società di cui Mediaset detiene il 40%, punta a un polo nazionale da 5mila antenne. Insomma, dove non ha osato nel ventennio berlusconiano il "centrodestra" che si è limitato come i suoi predecessori a “lottizzare” l’Azienda Rai, è riuscito il "centrosinistra". Ma se dopo appena 3 mesi dallo sbarco in borsa del titolo Rai Way si assiste ad un’operazione del genere nulla vieta di pensare ad un’azione premeditata. Come in tutte le privatizzazioni quello che è drammaticamente a rischio è la libertà e la democrazia mercificata in Piazza Affari. Sebbene questa Opa dovesse fallire resta, comunque, una inqualificabile e spregevole speculazione finanziaria. Resta comunque il dato di fatto che quando passa il principio “privato è meglio di pubblico” - perché più economico, conveniente, efficace ed efficiente dello Stato, il che è tutto da dimostrare, basta guardare al settore energia, telefonia-internet, poste, ecc, ecc, o a tutte quelle strutture pubbliche colonizzate dai privati che costano il triplo di quando erano pubbliche e funzionano peggio - allora bisogna accettare che prima o poi vengano svendute anche scuola, sanità, giustizia, sicurezza e tutto ciò su cui i privati possono liberalmente lucrare a spese dei “soliti fessi”!

2 commenti:

  1. Il lupo perde il pelo ma non il vizio!

    RispondiElimina
  2. A maggio, Berlusconi, ospite a "Porta a Porta" mi definì un buffone perché denunciavo la possibilità di un'intesa tra lui e Renzi sulla vendita di Rai Way, la società che possiede e gestisce la rete di trasmissione del segnale radiotelevisivo in Italia. Cosa succede a meno di un anno di distanza? Vi sembrerà strano ma Mediaset punta a comprare proprio Raiway, attraverso la sua società delle torri Ei Towers lanciando un'opa di 1,2 miliardi di euro. Tutto questo può avvenire esclusivamente perché in modo irresponsabile o magari premeditato il governo ha costretto la Rai a fare cassa in tempi rapidi dopo aver tagliato 150 milioni di euro a copertura del decreto Irpef (80 euro) e contestualmente indicando la quotazione in borsa di Rai Way. La strada che si è intrapresa, ai miei occhi, era evidente fin dall'inizio ed è per questo che ho denunciato ovunque questa situazione e le sue drammatiche conseguenze. Oggi tutti i giornali titolano di questa mossa a sorpresa di Mediaset, ma qui si sorprende solo chi non guarda, chi si gira dall'altro lato o chi è complice. Questa è la democrazia: incontrarsi in una stanza da soli e parlare di affari ai danni del Paese. L'operazione di trasparenza e di onestà che ha fatto invece il Movimento in quasi due anni di legislatura rimarrà nei libri di storia.
    Chi è allora il buffone? Come vedete, il tempo è sempre galantuomo, e in questo caso aggiungerei purtroppo.

    RispondiElimina

freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

freeskipeer si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)