L’Italia non conta niente: in Europa solo per pagare dazio.

Se dobbiamo restare in Europa a queste condizioni - solo per pagare un debito che più che economico è politico e per sottostare ai diktat della Troika, in cambio di politiche economiche che ci stanno portando dritti verso la bancarotta - bè allora sarebbe meglio uscirne fuori, finchè siamo ancora in tempo! Se dobbiamo restare in un Europa con un Parlamento europeo che conta meno di niente e serve solo a “sistemarci” gli onorevoli bidonati alle elezioni politiche, bè allora sarebbe meglio fare fagotto. Purtroppo questa è oggi l’Unione Europea: un accozzaglia di statarelli privati della loro sovranità e schiacciati dall’egemonia teutonica. L'Europa è ad un passo dalla guerra. E dov'era l'Europa quando Angela Merkel incontrava Obama alla Casa Bianca pronto ad armare l'Ucraina o quando si recava al Cremlino per sottoporre a Putin un piano di pace? Dov’era Matteo Renzi?
 Ancora a contare le schede di Mattarella e i voti delle ultime elezioni europee, oppure a gigioneggiare a Ballarò insieme a Crozza!? Lasciamo pure Renzi ai suoi spot, ma allora perché a quegli incontri internazionali, di non poca rilevanza soprattutto per l’Italia stretta com’è in mezzo a due fuochi quello libico da una parte e quello ucraino dall’altra, non si è recato il Presidente e gli organi politici della Ue? Per il tragico fatto che l’Europa politicamente non esiste, non c’è, è una finzione. E la cruda verità è che l’Italia in questa Europa non conta proprio un fico secco. Renzi non ha nessuna voce in capitolo, secondo pure alla Francia che almeno ha mandato Hollande, come fedele scudiero della cancelliera tedesca, agli incontri che contano. Ma intanto restiamo in Europa ed il prezzo per restarci, in cambio di nulla, è altissimo: emergenza immigrazione, tassazione senza precedenti, esportazioni azzerate, imprese che chiudono, ceto medio in via d’estinzione, disoccupazione e povertà dilaganti, stipendi dei lavoratori italiani al di sotto del 35-40% rispetto alla media di quell'Europa di cui, malgrado noi, facciamo ancora parte. "Ora l'Italia conterà di più in Europa", twittava Matteo Renzi all'indomani della vittoria elettorale che faceva volare il Pd al fatidico 40%. Purtroppo non è andata proprio così! E non occorre essere degli acuiti osservatori per rilevare che non solo non contiamo nulla in Europa, ma che non siamo più padroni neppure in casa nostra! 

10 commenti:

  1. L'Europa per l'Italia è come una sanguisuga, meglio restarsene alla larga!

    RispondiElimina
  2. Non è l'Europa a starci stretta, sono gli italiani che non sanno adeguarsi ai paesi più civili.

    RispondiElimina
  3. Siamo un popolo di ladri, ma dove vogliamo andare!?

    RispondiElimina
  4. siamo solo capaci di piangerci addosso!

    RispondiElimina
  5. D'accordissimo con Luca. Siamo un popolo di piagnoni pronto a fregarsi l'uno con l'altro!

    RispondiElimina
  6. Purtroppo il male tutto italiano è che la stragrande maggioranza della popolazione è onetsa e perbene, ma quei pochi farabutti stanno sempre lì al potere a dettar legge: sarebbe ora che la genteperbene di questo paese si svegliasse, una volta per tutte!!!

    RispondiElimina
  7. italiani brava gente. governanti e classe dirigente... un pò meno, non sarebbe giusto generalizzare e fare di tutta l'erba un fascio, ma alcune mele marce guastano tutto il paniere italia, purtroppo!

    RispondiElimina
  8. antonella si12 febbraio, 2015

    ruffy... le mele nmarce vanno eliminate, ma da noi invece continuano a ....votarle!!!! ...ma che schifo di paese siamo?

    RispondiElimina
  9. che fatica vivere in questo mondo... e a questo modo

    RispondiElimina
  10. Il problema dell'Italia è l'ingiustizia dilagante: chi ruba, evade e corrompe la passa sempre liscia, invece chi riga dritto è sempre l'ultima ruota del carro... animal deprescions

    RispondiElimina

Freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Freeskipeer Italia si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)