Il Lavoro è dignità, non è reddito di cittadinanza.

Reddito di cittadinanza, ovvero dare a “chi non lavora” 800, 1.000 euro al mese e anche di più se “tiene famiglia”, in attesa che piova dal cielo un qualche fantomatico posto di lavoro! Questo è il cavallo di battaglia del Movimento5Stelle che addirittura lo ritiene essere l'unica manovra economica in grado di combattere povertà, mafia e voto di scambio. Ma in realtà è un cavallo azzoppato dal vecchio concetto di "assistenzialismo" tanto caro alla mentalità e alla cultura politica italiana e che ha fatto tanti danni durante la Prima Repubblica
regalando troppe pensioni sociali e leggi 104 a chi non ne aveva diritto, sottraendo aiuti vitali a chi, invece, ne aveva reale bisogno e urgente necessità! E poi in un momento di crisi come quello attuale,  dove si trovano fondi e coperture per un'iniziativa così dispendiosa per le casse italiane? E poi non si può e non si deve continuare con questa politica di svalutazione del lavoro, perchè il lavoro è dignità non è carità! Il reddito di cittadinanza non solo è umiliante, ma rischia di far "accontentare" gli italiani rimasti senza lavoro. All'Italia, invece, occorre una vera politica industriale e una manovra economica che abbassi le tasse per favorire la crescita e la ripresa e che dia maggiore dignità al lavoro e ai lavoratori. Essere parcheggiati a 800 euro al mese senza fare niente o peggio ancora lavorando in nero e quindi fregando due volte coloro che, invece, un lavoro regolare e malpagato ce lo hanno e sul quale versano tasse e contributi, non solo è un’elemosina che toglie dignità a chi la percepisce, ma che innescherebbe un meccanismo perverso che non crea lavoro e che rischia di far pensare, a più di qualcuno, che prendere 800 euro sia meglio che andare a lavorare. Quando un sistema non produce, ma assiste in modo sbagliato, il risultato è questo e finisce per far lievitare il debito pubblico, favorire i soliti furbi, alimentare le mafie e i voti di scambio, altro che eliminarli!

7 commenti:

  1. Reddito di cittadinanza, maddechè!? prendere soldi a sbafo senza fare niente, quando ci sono malati, anziani, bambini da assistere, strade e verde che nessuno cura più. Va bene il reddito di cittadinanza, ma facendogli fare qualcosa per la cittadinanza!!!

    RispondiElimina
  2. Col reddito di cittadinanza erga omnes, facciamo la stessa fine delle pensioni sociali: diamo i soldi a chi non ha mai versato un centesimo di contributi e lasciamo quattro soldi di pensione a chi ha lavorato per 40anni versando allo Stato fino all'ultimo soldo, SAREBBE UNA VERA PORCHERIA: INACCETTABILE!

    RispondiElimina
  3. Da che mondo è mondo i soldi bisogna guadagnarseli, sarebbe troppo comodo starsene senza far niente dalla mattina alla sera per poi ritrovarsi con uno stipendio a scrocco, mi dispiace ma sta proposta dei 5stelle va bocciata sul nascere!

    RispondiElimina
  4. roberto fico19 marzo, 2015

    Il Reddito di Cittadinanza va approvato immediatamente per restituire dignità a milioni di cittadini. Questi sono i provvedimenti a cui dovrebbe lavorare giorno e notte il Parlamento, che invece si ritrova a ratificare riforme concordate a tavolino da Renzi e Berlusconi. Il Reddito di cittadinanza non è una misura assistenzialista ma una vera e propria manovra economica che può ridare nuova linfa al sistema economico del Paese. Ieri ci siamo confrontati su questo tema con l’Associazione “Libera contro le Mafie” di Don Luigi Ciotti e abbiamo iniziato insieme un percorso sul reddito di cittadinanza. Libera chiede con forza al Parlamento di approvarlo. E' una proposta che è stata inserita al primo posto del Manifesto conclusivo di Contromafie "perché criminalità organizzata e corruzione si sconfiggono davvero solo affermando diritti e dignità delle persone". Come sapete il disegno di legge del Movimento 5 Stelle è attualmente in discussione in commissione Lavoro. Le coperture ci sono e sono state confermate dalle commissioni Bilancio di Camera e Senato. Nove milioni di cittadini che vivono al sotto la soglia di povertà potrebbero raggiungere così un reddito di almeno 780 euro netti mensili. L’Italia è uno dei pochi Paesi europei a non avere uno strumento come il Reddito di cittadinanza . Occorre rimediare il prima possibile.

    RispondiElimina
  5. Risposte
    1. Bravissimo, roberto fico!

      Elimina
    2. Ottimo!

      Elimina

freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

freeskipeer si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)