Per il Governo la priorità sono le vacanze di studenti e prof.

In questa Repubblica, di cui abbiamo perso il conto e non sappiamo bene sei sia la prima, la seconda, la terza o la prima-bis, ci stiamo dentro tutti fino al collo, sia "loro" che "noi". Ora, secondo “loro” - ovvero a dire di politici, governanti e classi dirigenti di questo grande ma povero Paese - le vacanze estive dei magistrati come pure quelle della scuola sarebbero troppe e quindi l'emergenza nazionale è tagliare le ferie a toghe, insegnanti e studenti.
E così dopo stipendi e pensioni tagliati prima dall’inflazione e dall’entrata in vigore dell’euro e poi dal mancato rinnovo dei contratti, e a seguire il taglio del valore delle nostre case e dei nostri risparmi attuato da una tassazione senza precedenti, statene pur certi che tutto quello che ancora possono toglierci ce lo toglieranno. Ma poi c’è l’altra faccia della medaglia, il secondo noi. Ebbene, secondo noi - cittadini sudditi, brutta copia di quel popolo sovrano teorizzato dai padri costituenti, ma nella realtà dei fatti ridotto alla stregua di un bancomat da spremere a getto continuo - i “loro” stipendi, i “loro” privilegi e i “loro” vitalizi quelli sì che sarebbero da tagliare. Ma per “loro” tutto resta così com’era. Anzi, di più. “Loro” non si accontentano mai, tanto da portarci al primo posto di tutte le classifiche mondiali in fatto di corruzione, malaffare, evasione, disoccupazione e malessere sociale. Insomma, quando si tratta di tagliare ai cittadini non ci sono diritti acquisiti che tengano e vanno avanti come un rullo compressore a colpi di decreti legge e riforme Fornero. Quando però si tratta di toccare le “loro” tasche non accade mai nulla! Nonostante ciò, nonostante il dover subire da anni governi mai eletti dai cittadini, "loro" continuano a chiamarla democrazia.

Nessun commento:

Posta un commento

Freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Freeskipeer Italia si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)