Berlusconi libero, legge Severino a parte!

Pena finita per Silvio Berlusconi, che torna un uomo libero a tutti gli effetti: al Cav verrà restituito il passaporto e potrà tornare a viaggiare, uscendo dall'Italia. Sparisce anche l'interdizione dai pubblici uffici. Libero, ma a metà. Infatti, resta la legge Severino e la sua contestatissima retroattività ad impedirgli di ricandidarsi alle prossime elezioni. La fine della pena e dell'interdizione arriva dopo che in mattinata il tribunale di sorveglianza di Milano ha depositato l'ordinanza che dichiara positivo l'affidamento ai servizi sociali
concesso a Berlusconi dopo la condanna in Cassazione nel processo Mediaset. Come detto, contestualmente al fine-pena, il tribunale ha dichiarato estinta anche la pena accessoria dell'interdizione ai pubblici uffici. La Procura meneghina, in passato, aveva sostenuto che il buon esito dell'affidamento non comportasse automaticamente anche l'estinzione delle pene accessorie, ma il Tribunale di sorveglianza, sulla base dei recenti orientamenti in Cassazione, ha ritenuto conclusa anche l'interdizione. Infine, per quel che riguarda la legge Severino, il leader confida ancora sull'esame fissato alla Corte di Strasburgo. I tempi, però, sono assai dilatati: in media si aggirano sui tre anni.

Nessun commento:

Posta un commento

freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

freeskipeer si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)