Flash Mob per la Scuola Pubblica per bloccare la controriforma renziana.

di Gerardo Lisco. In rete è partita una mobilitazione degli insegnanti della scuola pubblica della quale riporto la convocazione: “A tutti coloro che pensano che la scuola (pubblica e libera) sia un pilastro irrinunciabile per la società: partecipate al flash mob. L'importante è far sapere al governo che non sono d'accordo in tanti, non solo pochi docenti fannulloni ed ignoranti. Flash mob docenti Scuola Statale, rappresentazione artistica vivente per la Scuola Statale patrimonio da difendere:

23 Aprile 2015 - Ore 20.30 - Disciplinare evento:
1) INDOSSARE ABITI TOTAL BLACK
2) PORTARE CON SÉ UN LUMINO ROSSO (da cimitero)e un accendino per accenderlo
3) RECARSI IN PROSSIMITA' DI PIAZZA PREFETTURA intorno alle 20.15
4) POSIZIONARSI Intorno a tutta la piazza ENTRO LE ORE 20.25
5) RISPETTARE L'ASSOLUTO SILENZIO E BLOCCARSI IN PIEDI FRONTE PIAZZA
6) ACCENDERE IL LUMINO ALLE ORE 20.30 IN PUNTO
7) CONTINUARE A RESTARE IMMOBILI E IN ASSOLUTO SILENZIO PER ALMENO 5 MINUTI
8) AL SEGNALE DI UN FISCHIETTO SPEGNERE IL LUMINO E RIPORTARLO CON SE, SGOMBRANDO LENTAMENTE E SENZA DISORDINI IL SITO.
Il numero e il comportamento dei partecipanti all'evento determinerà l'esito e il successo di questa iniziativa. Scopo del flash mob è suscitare coinvolgimento emotivo e partecipazione dell'opinione pubblica sulla lenta agonia della nostra scuola statale. Buon flash mob a tutti gli insegnanti. Ogni città farà lo stesso nella sua piazza. Fai girare. Non mancare”.
Come si evince dalla innumerevoli immagini postate in rete, cito per tutte Piazza di Spagna a Roma, in autonomia, gli insegnanti della scuola pubblica italiana si sono mobilitati per dire no alla scuola di Renzi e della Giannini. Nessun media ha riportato la notizia. Il 25 aprile si celebrano i 70 anni dalla liberazione del nazifascismo. In questi giorni in molti hanno fatto a gara nel raccontarci ciò che è stata e ciò che essa rappresenta. Purtroppo con il governo Renzi siamo in presenza del tentativo di rompere il patto costituzionale nato dalla lotta di liberazione. Le controriforme renziane stanno mettendo in discussione gli elementi fondamentali di quel patto. La controriforma della scuola, lo svilimento del Parlamento, il tentativo di annientare i corpi sociali intermedi, il controllo sistematico dell’informazione, la precarizzazione del lavoro ed altro ancora ne sono l’esempio. A tutti sono note le barbarie nazifasciste, a pochi sono noti gli strumenti raffinati che, oggi, oligarchie finanziarie e tecnocrazia mettono in campo per svilire la Democrazia svuotandola di contenuti. Gli strumenti raffinati utilizzati non sono campi di concentramento, fucilazioni di massa e violenza fisica. Gli strumenti raffinati utilizzati sono quelli della finanza, del controllo dei media, dello shock di massa provocato attraverso uno stato di perenne crisi per imporre alla Società scelte capestro in nome dell’emergenza. Il Flash Mob organizzato in autonomia dagli insegnanti della scuola pubblica è un bell’esempio di mobilitazione Democratica in difesa della Democrazia e dei valori nati da quella Resistenza che il 25 aprile ci prepariamo a celebrare.

Nessun commento:

Posta un commento

Freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Freeskipeer Italia si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)