Inps, proposta indecente: abbassare le pensioni più alte a favore di quelle più basse!

L'Inps non è certo un ente preposto a legiferare, ma ad attuare le disposizione che vengono impartite dal governo in materia di politiche previdenziale. Ma l'Inps è anche e soprattutto quell'Istituto che tocca con mano la realtà quotidiana di ciò che avviene nel mondo dei "collocati a riposo" e quindi chi meglio dell'Inps è in grado di "proporre" al governo quanto ritiene utile per migliorare un settore che ormai da troppo tempo soggiace al fuoco incrociato di riforme e provvedimenti
che tanto scompiglio hanno portato nelle famiglie italiane? Ci sono "pensioni molto alte che non sono giustificate dai contributi che hanno versato durante l'intero arco della vita lavorativa, c'è un problema di equità che andrebbe affrontato", dice il presidente dell'Inps, Tito Boeri, che propone: "Si può chiedere a queste persone di poter dare qualcosa per contrastare la povertà soprattutto nella fascia 55/65 anni. Vogliamo per queste generazioni trovare un modo per contrastare la povertà e dare la possibilità di andare in pensione prima in modo sostenibile, quindi avendo una pensione più bassa". Nel pomeriggio una visita di quasi due ore a Palazzo Chigi, poi Boeri ha spiegato che "entro giugno" farà delle "proposte articolate" al Governo. "La filosofia di fondo è quella dell'equità, noi faremo queste proposte per equità non per fare cassa", sottolinea, indicando poi che uno "dei problemi più seri" è quello "della generazione tra i 55 e i 65 anni che si sono trovati con queste riforme in po' spiazzati". Esclude invece interventi sulle pensioni il governo Renzi che sembra del tutto intenzionato a "non toccarle": "Le pensioni alte sono già in qualche modo tassate e quindi c'è già un intervento di equità - sostiene Yoram Gutgeld, consigliere del governo Renzi - Andare più in giù significherebbe entrare sui livelli di pensioni medie, tipo da 90mila euro, e si è deciso politicamente di non farlo".

Nessun commento:

Posta un commento

Freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Freeskipeer Italia si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)