Sfascio Italia: premia i furbi e mazzola la gente per bene!

Dalle recenti cronache si continua a leggere di scandali e ruberie, di debito pubblico e disoccupazione, di stipendi e pensioni da fame, di sentenze che prima condannano e poi assolvono. Passano gli anni, passano i partiti ed insieme a loro pure uomini e donne, ma l’Italia sembra non cambiare mai! Ti guardi intorno ed è tutta una rovina! Viviamo, o meglio sopravviviamo, in un Paese che cade a pezzi. Oggi l’unica cosa che ti puoi augurare è quella di non avere mai a che fare con lo Stato. Devi augurarti di non ammalarti, perché se entri in un ospedale non sai se, come e quando ne esci. Devi augurarti di non avere nessun conto in sospeso con la giustizia, perché qualora riesci a sapere quando inizia il processo è praticamente impossibile
ipotizzarne la fine e soprattutto la giustezza della sentenza. Non parliamo poi del fisco che lascia dormire sonni tranquilli ai grandi evasori, ma che tartassa sempre i soliti fessi. Una volta entrati nel mirino dell'Agenzia delle entrate non se ne esce vivi. Si diventa un bersaglio fisso su cui accanirsi a raffiche di tasse e balzelli. Devi augurarti di avere sempre del tuo, soprattutto in “nero”, altrimenti sei un uomo morto. Se, infatti un’occupazione ce l’hai, ma è da lavoro dipendente, allora ti pagano quattro soldi di stipendio e ti mandano in pensione a settant’anni con la metà di quanto percepivi in servizio. E’ un’Italia, questa, allo sfascio. Premia i furbi e mazzola le persone per bene, nonostante qualcuno si ostini a dire che sta "cambiando verso"!

Nessun commento:

Posta un commento

freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

freeskipeer si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)