Renzi, in Vespa veritas: "Noi siamo quelli che abbiamo alzato le tasse."

Renzi è sotto pressione e perde non solo voti ma pure colpi. Il consenso degli elettori è sensibilmente calato e la sua "simpatia" nei confronti degli italiani pure! Lui parla, parla, parla, ma non gli crede più nessuno. E' andato talmente in confusione che ormai non riesce più neanche a raccontare le sue solite balle e a Porta a Porta non gli resta che ammettere: "Vespa, diciamoci la verità - afferma Renzi - noi siamo quelli che abbiamo alzato le tasse".
Ipse dixit, il "premier senza voto"! Forse una gaffe, forse un lapsus o molto più realisticamente un'ammissione di colpa che noi di freeskipper andiamo dicendo ormai da tempo memorabile, fino alla noia: nel governo del "premier senza voto" l'unica cosa che ha conosciuto il segno 'più' della crescita sono tasse e balzelli! Renzi si accorge dello scivolone, s'imbarazza, e cerca di metterci una pezza: "No, scusi. Stavo già pensando al dopo... volevo dire, siamo quelli che abbiamo alzato totalmente le pene contro la corruzione". Ma ormai la frittata è fatta e che il governo abbia alzato le pene contro la corruzione è una storiella della quale la mafia se ne fotte e gli italiani pure!