Uno Stato assente!

Un’aggressione bestiale, a colpi di machete ad opera di un gruppetto di giovani sudamericani che non volevano mostrare il biglietto sul treno del passante ferroviario alla fermata di Villapizzone, alla periferia di Milano, lungo il tragitto che porta i passeggeri a Expo. Il capotreno che voleva controllare i biglietti ha quasi perso il braccio, tanta è stata la violenza con la quale gli sono stati inferti i colpi. Neri, bianchi, rossi o gialli, non c'entra niente il colore della pelle, chi delinque ha negli occhi soltanto il colore della violenza!
Ma la verità è un'altra, è che siamo stati abbandonati a noi stessi. Non serve pagare le tasse fino all’ultima Imu per sperare di vivere sicuri. Ormai nelle città italiane vige la legge del più forte. La legge dello Stato latita e non si sa dove s’è andata a cacciare. Le forze dell’ordine sono scomparse dalle strade. La gente è impaurita, lasciata sola e si fa i fatti suoi. E allora possono pure scannarti in pieno centro alle dieci del mattino senza che “nessuno” muova un dito, senza che nessuno se ne accorga nella piena indifferenza di coloro che pensano: tanto a me non capiterà mai!