Benzina troppo cara rispetto al greggio, ma un euro va allo Stato!

Troppe tasse. Il fisco non risparmia nulla, neppure la benzina. Ma il paradosso è che nonostante una tassazione esagerata, allo Stato i soldi non bastano mai! Il calo del prezzo del petrolio, che ieri è sceso ai minimi sfondando quota 42 dollari al barile (41,81 dollari) e negli ultimi 12 mesi si è praticamente dimezzato, non è servito ad abbattere il costo dei carburanti alla pompa. Complice, oltre ai costi di produzione, anche l’alta tassazione:
si pensi che dal 2011 a oggi le tasse sul carburante (le cosiddette accise) sono cresciute dal 29,1% al 46%. In Italia la differenza tra il prezzo industriale della “verde” e quello finale rimane particolarmente alta: stando ai dati del ministero dello Sviluppo economico, il prezzo industriale è di circa 0,562 euro al litro, in linea con la media europea (0,561); mentre il prezzo finale si attesta sui circa 1,649 euro al litro. Insomma, cala il prezzo del petrolio, ma non il prezzo della benzina sulla quale pesano le accise, tant’è che sul prezzo alla pompa un euro va allo Stato!

Nessun commento:

Posta un commento

Freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Freeskipeer Italia si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)