Pensioni: se non si fa qualcosa subito, salta tutto per aria!

In Italia la legge non è uguale per tutti. Ci sono "diritti acquisiti" che resistono a qualsiasi terremoto e "diritti acquisiti" che crollano con un soffio. La riforma Fornero è valida solo per i “soliti fessi” che continuano a versare contributi nella casse dell’Inps per poi andare in pensione a 70 anni e con un assegno previdenziale di gran lunga
inferiore all’ultimo stipendio percepito. Per contro c'è gente in pensione col massimo da quando aveva 45/50 anni. Parlamentari che hanno maturato la pensione - e che pensione!!! - dopo neanche una legislatura. Manager e dirigenti sia pubblici che privati che cumulano tre, quattro pensioni arrivando a cifre assurde. Assessori di enti locali con pensioni d'oro. Lavoratori dipendenti, scampati per qualche mese al "contributivo secco", che sono stati collocati a riposo col retributivo al 100%, percependo una pensione addirittura più consistente dell’ultimo stipendio perchè sgravata dalle ritenute previdenziali. Ora, a parte lo scandalo delle pensioni d’oro voluto e sottoscritto dalla "casta" di ieri e di oggi, c’è comunque una frattura generazionale tra padri e figli: ci sono circa 20 milioni di pensionati che ce l’hanno fatta a portare a casa il “malloppo”, contro qualche decina di milioni di italiani che invece in pensione non ci andrà mai e se sopravvivrà alla speranza di vita imposta per legge potrà farlo solo con una pensione da morto di fame. Insomma, chi ha avuto ha avuto e chi continuerà a dare non avrà mai nulla! Se non si pone mano - subito! - alla scellerata Legge Fornero, se non si trovano i giusti correttivi, qui salta tutto per aria!

5 commenti:

  1. l'unica alternativa è quella di appoggiare con il voto chi si impegna ad annullare immediatamente quella catastrofica legge Fornero

    RispondiElimina



  2. Samaritano27 agosto, 2015

    Proprio per non far "Saltare Tutto" ed anche fare continuare questa ingiustizia ed arricchimento illecito ad alcuni italiani e italiane e che continua da molti decenni,con il denaro di gente che ha l'età da pensione, l'unica arma vincente è:Abrogare subito la legge del 2011,detta Fornero ma avallata da tutti i partiti dell'epoca, e dare la pensione a tutti gli aventi diritto e in base alle leggi per cui altri la stanno percependo.Così si mette in moto l'economia, in quanto il cittadino da pensione, ora povero perchè senza pensione e senza più risparmi, ricevendola potrà spendere e avere una vita dignitosa e serena per cui a suo tempo ha iniziato a lavorare e con quelle leggi. Dove trovare il denaro? Che si abbassino stipendi e pensioni dette d'oro e basta con chi,come baby pensionati,la stanno percependo da oltre trenta anni e non hanno più nulla nel loro estratto conto. Come anche regolarizzare la reversibilità che non deve essere percepita da chi ha un proprio congruo stipendio o pensione. Insomma:Fare Giustizia e Restituire Dignità agli italiani ambosesso,in quanto appunto tutti alla pari ITALIANI!
    Alberto Mazzeo Giannone,pastore evangelico.

    RispondiElimina
  3. Quello che fa arrabbiare piu di tutto,i è che mentre i precoci che lavorano da oltre 40 anni,non possono andare in pensione, i Baby pensionati andati gia da anni fanno tutti il secondo lavoro in nero ma niente è stato fatto per togliergli le pensionie recuperare il maltolto, alzi la mano chi non ne ha almeno uno come vicino , ma non esiste (volutamente) il modo di denunciarlo in forma anonima , ovvero senza ritorsioni ...provare per credere , che dire poi degli evasori alla luce del giorno , ma al parlamento invece di fare una legge apposita che permetta di eliminare questo, si perde tempo in congetture su vari tipi di riforme pensionistiche che non avverrano mai se non nel 2017 come deciso da Fornero Monti , e riforme urgenti. che nulla di urgente hanno se non di perdere tempo per arrivare alle prossime elezioni ! come dire non si fà perchè non si vuole Tanto i figli di Monti e fornero il posto di lavoro, lo hanno ( e ottimo anche) come i responsabili la Pensione ( sempre ottima) ... mi ricordo Orietta berti ... finchè la barca va' (adesso si lamenta che prende poca pensione ........( cosa dovremmo dire noi , che non la vediamo proprio, nonostante aver versato x 40 anni ???)

    RispondiElimina
  4. é ora che ci svegliamo......ci stanno rovinando del tutto !!!

    RispondiElimina
  5. Assolutamente d’accordo con l’articolo.
    Ormai, in Italia, la classe “dominante”,nei fatti,
    fa’ il bello e cattivo tempo.
    La situazione pensionistica presentata nel suddetto articolo e’ allarmante e palesemente iniqua.
    Ma, a quanto pare, le emergenze in questo paese degradato, sono altre:in primis,il matrimonio tra persone dello stesso sesso, spesso indicato come matrimonio omosessuale o impropriamente matrimonio gay.

    RispondiElimina

freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

freeskipeer si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)