Pensione "fai da te"? Non è questa la strada giusta!

Sul blog di Beppe Grillo si legge di un fantomatico "Vademecum per l'uomo di strada, sul come costruire una pensione privata". In buona sostanza quello che si consiglia è di investire in azioni e obbligazioni per costruirsi una pensione integrativa, affidando alle banche i propri risparmi. Approvato e sottoscritto che con le attuali regole si è costretti a lavorare fino a 70 anni per essere poi collocati a riposo con un assegno previdenziale assai simile ad una pensione sociale, è anacronistico come il Movimento5Stelle - da sempre contro i poteri forti e le stesse banche - pensi, invece, ad una soluzione simile per una eventuale “pensione fai da te”, consegnando così, non solo il nostro oggi, ma pure la nostra vecchiaia agli istituti di credito.
Non è certo questa la strada giusta per ottenere una pensione dignitosa e garantirsi una vecchiaia serena. Quel che, invece, serve è abolire la riforma Fornero, subito, oggi stesso, svecchiare il mondo del lavoro pensionando senza penalizzazioni i più anziani e occupando i giovani. Ma soprattutto rivedere al rialzo gli attuali coefficienti di trasformazione del montante contributivo per garantire a chi ha versato i contributi all’Inps per una vita intera, una pensione che sia il più possibile vicino all'ultimo stipendio percepito. Altrimenti meglio non lavorare più in 'chiaro', aspettare il reddito di cittadinanza e la pensione sociale, e lavorare in 'nero' all’insegna del “chi lavora mangia, chi non lavora mangia due volte”!

Commenti

hej ha detto…
Lavorare una vita intera per poi andare in pensione con quattro soldi, mentre lorsignori dopo una legislatura godono di un vitalizio a 4 zeri: VERGONA!
stufa ha detto…
L'italia non è un paese per gente onesta, cambiano le regole del gioco senza neppure avvertirti, ma per loro non cambia mai niente!
mariotto ha detto…
Ma allorra perchè continuare a versare i contributi all'Inps? Dateceli e ci pensiamo noi alla nostra pensione!
dany ha detto…
Questi mestieranti della politica ci hanno fottuto a mestiere: bravi!
annia ha detto…
Come sempre premiati due volte i furbi che lavorano in nero, che monnezza di paese
samantha66 ha detto…
Evadere, lavorare in nero, reddito di cittadinanza e pensione sociale. Alla fine i furbi vincono sempre
orrible ha detto…
sapevo che renzi era dalla parte delle banche, ma desso pure grillo si è trasferito da quelle parti?
silvia70 ha detto…
Pensionie stipendi sono inferiori alla media europea, ma deputati e senatori hanno gli stipendi e i vitalizi più remunerati di tutto il mondo!
alfio ha detto…
Gli onesti sono dei fessi e chi è onesta pianga se stesso
iris ha detto…
Noi dobbiamo pensare a scuola, salute, sicurezza e pensione, ma allora lo Stato che ci sta a fare? A mangirsi i nostri risparmi?

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DEL MESE

Cronaca di un ‘ceto medio’ che non c’è più.

Mille euro per tutti!?

Roma Capitale, #alberiperilfuturo. E per Via Savona!?

Il carabiniere cade, gli antifascisti lo pestano.

Lo zoo nell’urna, dal giaguaro smacchiato di Bersani al panda carnivoro di Grillo passando per altre 'bestiali' amenità.

La globalizzazione del lavoro al minimo sindacale.

San Remo. L'Italia, ingabbiata dalla crisi, non canta per amor, canta per rabbia!