Pensioni: contributivo per tutti e coefficienti rivisti al rialzo!

I 35enni di oggi prenderanno domani, a fine attività lavorativa, una pensione pari a circa il 25% inferiore a quella dei loro genitori pur lavorando fino a 75 anni e versando fino all'ultimo centesimo di contributi. La stima arriva dall'Inps sulla base di uno studio condotto su un campione di circa 5.000 lavoratori nati nel 1980. Insomma, chi ha avuto la sventura di nascere dopo il 1980 lavorerà tutta la vita al fine di garantire la pensione di chi è cresciuto in un’epoca di 'diritti acquisiti', ma anche di privilegiati,
ladri, papponi ed evasori, ma non la sua che sarà - se, come e quando sarà - assai prossima ad una pensione sociale! Siamo al tracollo dello stato sociale, alla completa svalutazione del lavoro e all'azzeramento dei diritti dei lavoratori. Siamo un Paese fallito, finito, governato da un esecutivo che fa e disfa senza il consenso di un popolo di cui dovrebbe rappresentare gli interessi, tutelare i diritti e far osservare i doveri, ma che, invece, non  rappresenta affatto e anzi affossa, proprio perchè mai "eletto" da quello stesso popolo! E non c’è democrazia, né libertà, né uguaglianza, non c’è più Stato, quando chi governa non riesce a garantire una vecchiaia serena ai cittadini che hanno lavorato in “chiaro” per una vita intera. Lo Stato di diritto crolla quando i diritti acquisiti finiscono per calpestare i diritti delle future generazioni, diritti, peraltro, rivisti e corretti al ribasso senza concertazione tra le parti. Non è ammissibile un sistema previdenziale che trattiene i lavoratori fino a 70 anni e lascia i giovani a casa a diventare vecchi, senza la speranza di un posto di lavoro. Altro che ricambio generazionale! Occorre una “vera” riforma delle pensioni. Una legge che, innanzitutto, separi la previdenza dall’assistenza, trasferendo l’enorme peso delle pensioni sociali e d’invalidità sulla fiscalità generale, e che in secondo luogo ripartisca in egual misura il monte contributivo tra i pensionati di ieri, di oggi e di domani. La revisione dei trattamenti pensionistici fondati sul sistema retributivo secco, soprattutto se per la loro entità e sproporzione rispetto ai contributi versati, rappresenta una priorità inderogabile. Va bene andare in pensione con un assegno calcolato in base ai contributi versati, ma questa regola deve valere per tutti, e soprattutto l'assegno previdenziale deve essere calcolato con "coefficienti di trasformazione" applicati ai contributi versati in grado di garantire un mensile di entità pari all’ultimo stipendio percepito.

13 commenti:

  1. 270.000 tra pensioni e vitalizi ,da quelli di diamante a quelle d'oro,cominciassero a toccare quelle e a chi ha truffato ,come ad esempio Mastrapasqua e la moglie pensione sociale,cosi come a tutti gli altri compagni di truffe

    RispondiElimina
  2. Caro GiGi, è impensabile che chi gode del vitalizio se lo tagli. Sarebbe come pretendere che l'amante di tua moglie... se lo tagli!!!

    RispondiElimina
  3. MA LI MORTACCI LORO!!! ....perdonate il francesismo, ma sono incazzato nero!!!

    RispondiElimina
  4. Loro con gli stipendi che rubano se ne fregano del contributivo il malloppo se lo sono assicurato per campare di rendita!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e poi su uno stipendio da 20mila euro al mese pure se applicano il contributivo secco avranno una pensione di 12mila euro, gli basta e gli avanza!

      Elimina
  5. L ARTICOLO E GIUSTO E NON FA UNA PIEGA..ma il riconoscimento di chi ha iniziato a lavorare a 15 anni ..i precoci...dove finito??? nel cesso????....col contributivo..ottieni un taglo del 50 per cento..equivale a pensioni da fame....no...retributivo...seno diventiamo peggio dei migranti...il pinocchio renzi...ai giovani cosa dice sul cambio generazionale???il futuro dei giovani sara l aumento di ladri,spacciatori di droga..barboni..e possibili suicidi????parliamo di equita pensionistiche? Vi sembra giusto che un direttore di banca in pensione si ritiri al mese 20000 euro che a dicembre con la 13A NATALIZIA DIVENTANO 40000..MENTRE UN POVERO PENSIONATO...SI RITIRA I SUOI 500 O 600 EURO CHE NO SI PAGA NEMMENO UNA RETTA DI UNA NORMALE CASA DI RIPOSO???QUI I COMPAGNI DI MERENDA PD...PINOCCHIO RENZI,IL MOSTRO DI LOKNESS PADOAN....IL MAIALINO POLETTI..E LO SCARNO DAMIANO...NON DICONO NIENTE IN MERITO..?? PARLANO SOLO DI TAGLI E CONTRO TAGLI PER FARCI FARE UNA 3A ETA VERAMENTE DI MERDA??? PULITEVI IL CULO CON LE VS OFFENSIVE OFFERTE DI PENSIONI DA FAME,,RIDICOLI CIATRONI..DA CIRCO...ITALIANI..MANDIAMOLO A CASA STO PARTITO PD CHE CI GOVERNA...IL PD SI MERITA AL PIU PRESTO DI FINIRE NELLA PIU PUTRIDA FOGNA ESISTENTE..CIALTRONI....PRESTO ELEZIONI..IL TEMPO PER SPREMERCI E QUASI FINITO...CIAO...GIUDA..PINOCCHIO RENZI...PRESTO A CASA..TE E LA TUA CASTA PD...GLI ITALIANI NON TI DIMENTICHERANNO..DI COME HAI FATTO A FAR RIPARTIRE L ITALIA...SI VERSO LE FOGNE..DOVE VOI PRESTO CI FINIRETE...ADDIO........INAFFIDABILI CIALTRONI PD.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pienamente d'accordo ma purtroppo siamo in pochi a capire che dobbiamo mandarli a casa , e le prossime elezioni purtroppo lo dimostreranno........io del mio ai miei nipoti posso solo insegnare a non essere mai onesti e non aspettare quasi 60 anni ad accorgersi di essere solo una persona sfruttata ed illusa da un manipolo di potenti che hanno a cuore solamente il loro portafoglio

      Elimina
  6. sono pienamente d'accordo. articolo perfetto

    RispondiElimina
  7. Impensabile andare in pensione a 70 anni e con quattro soldi. Se non si interviene subito scoppia per davvero una guerra, altro che Isis, i tagliagole sono coloro che varano certe leggi criminali!

    RispondiElimina
  8. Dopo averci tolto le mutande, adesso ci sodomizzano!

    RispondiElimina
  9. Chi ha avuto l’ardire di nascere dopo il 1980 sgobberà tutta la vita, al fine di irrorare la pensione di chi è cresciuto in un’epoca di diritti sociali, ma anche di privilegiati, ladri ed evasori abbastanza asociali. E ne verrà ricompensato con un epilogo esistenziale a base di fatica e di stenti.

    RispondiElimina
  10. Da piccola chiedevo ogni anno a Babbo Natale di portarmi qualcosa. Da qualche anno gli chiedo solo di non portarmi via nulla.

    RispondiElimina
  11. Ho messo la mangiatoia nel presepe e invece dei re magi sono arrivati una folla di politici!

    RispondiElimina

freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

freeskipeer si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)