mercoledì 16 dicembre 2015

Il mattone esce dalla crisi: i prezzi delle case riprendono a salire!

Sarà che le banche hanno ripreso a concedere i mutui, sarà la voglia di mattone mai sopita degli italiani, fatto sta che dopo aver toccato le stime più basse adesso i prezzi delle case hanno registrato un rialzo dello 0,1% - nel mese di novembre in Italia - ad una media di 2.000 euro/m2e con un trend in ulteriore crescita!
Arriva la conferma del dato del mese precedente, che aveva segnato il ritorno in terreno positivo dei valori delle abitazioni già esistenti, lasciando intravedere segnali di ripresa dopo 9 mesi di ribassi. Tuttavia il calo accumulato dagli immobili residenziali su base annua vale 3,5 punti percentuali. Nonostante il dato tendenziale mostri una timida ripresa, le cifre nascondono ancora oscillazioni di rilievo da un capo all’altro della Penisola. Sul totale delle province italiane rilevate, 43 hanno chiuso il mese con variazioni positive, con i prezzi che hanno registrato gli incrementi maggiori nelle province di Rimini (3,4%), Milano (3%) e Brescia (4,1%). All’opposto, Rovigo (-9,4%), Gorizia (-7,6%) e Avellino (-9,4%) sono le aree che sperimentano i cali più decisi. Savona (3.574 euro/m2) è la provincia più cara, seguita da Bolzano (3.039 euro/m2) e Roma (2.859 euro/m2). I valori più bassi della Penisola si trovano invece a Biella (764 euro/m2), Caltanissetta (872euro/m2) e Medio Campidano (888 euro/m2). Nella graduatoria dei prezzi Venezia (4.413 euro/m²) è la città più cara davanti a Milano (3.462 euro/m²) e Firenze (3.415 euro/m²). Dall’altra parte Biella (812 euro/m²) è la città più economica seguita da Caltanissetta (865 euro/m²) e Agrigento (980 euro/m²). Insomma, chi ha intenzione di comprare casa non aspetti, lo faccia subito perchè i prezzi del mattone hanno ripreso a correre in alto!

Nessun commento:

Posta un commento

freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

freeskipeer si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)