Famiglie arcobaleno.

L’Italia è il Paese dell’assurdo: piazze gremite per le unioni civili e piazze deserte quando fu abolito l'Articolo 18. La lobotomizzazione delle masse procede senza se e senza ma. E in una Nazione dove cala il numero di matrimoni e nascite e aumentano separazioni e divorzi, il “problema” principe, nel contesto del debito pubblico, della corruzione e della disoccupazione più devastante della storia repubblicana, sembra essere quello delle unioni civili, persone dello stesso sesso che vogliono convolare a nozze tra di loro, adottare bambini, farseli in vitro o affittando un utero! In un mondo sottosopra, senza più regole e barriere dove tutto è lecito perchè governato
dall’unica legge possibile che è quella del profitto, non si capisce il perché di tante resistenze: se i gay vogliono sposarsi e adottare figli che lo facciano pure! Non sarà certo questo il male peggiore di una umanità globalizzata al ribasso, che spreca tonnellate di cibo lasciando morire di fame milioni di persone, che vende armi per fare la guerra e ristabilire la pace, che concentra la ricchezza nelle mani di pochi e allarga la povertà a tutto il resto dell'umanità!

20 commenti:

  1. E comunque come diceva mio zio: meglio un figlio frocio che laziale, scusate ma io non sono un progressista acculturato ed evoluto, ma so' romanista!

    RispondiElimina
  2. MarcAntonio25 gennaio, 2016

    Ciao a tutti. Sono un maschio regolare mi piacciono le femmine e non me ne pento, però i gay mi sono simpatici e mi ci trovo bene.

    RispondiElimina
  3. Personalmente non c'è legge che mi farebbe smettere di essere etero. Non capisco quindi tutta quest'omofobia, isterica, imperante. La verità è che gli etero fanno o non fanno famiglie a prescindere dagli strumenti giuridici che hanno. Idem gli omosessuali, solo che questi ultimi di strumenti giuridici non ne hanno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una legge che proibisce, obbliga tutti, una che concede libertà non obbliga nessuno. Basterebbe questo per non farla tanto lunga. Intanto le altre leggi proibizioniste, in primis sulle droghe, riempiono le carceri di tanti disgraziati e fanno la gioia dei grandi trafficanti che viaggiano in Rolls Royce e jet privato.

      Elimina
    2. Bello vivere in un paese in cui tutti hanno gli stessi diritti.

      Elimina
    3. per cominciare sarebbe bello avere tutti gli stessi doveri!

      Elimina
  4. Questo post mi fa ridere. Ma come si fa a trovare il tempo per occuparsi dei trascurabili problemi reali dell'Italia (sanità, disoccupazione, miseria, invasione, ecc.) quando ci sono priorità più importanti come i gay e le unioni civili?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci mancavano i matrimoni omo per rendere più confuse queste povere teste italiche preda della propaganda filoamericana e neoliberista: per completare l'opera utero in affitto, liberalizzazione delle droghe.

      Elimina
  5. Chi si oppone alle nozze gay può avere solo 2 motivazioni plausibili e logicamente comprensibili: ideologica (in questo caso avversione per gli omosessuali e/o per tutti coloro che vengano avvertiti come devianti rispetto a un'ipotetica “norma sociale”); religiosa (avversione, in molti casi palesemente bigotta, per tutti coloro che vengono avvertiti come devianti rispetto a un dogma cattolico).
    In entrambi i casi appare evidente la pura volontà di opprimere categorie di individui (omosessuali o coppie eterosessuali con famiglia “atipica”) che vengono visti come diversi. Sono anni che chiedo in giro, ma non ho ancora avuto una risposta che possa far seriamente pensare a un'altra spiegazione.

    Sfido chiunque a fornire una spiegazione diversa e logicamente sostenibile.

    RispondiElimina
  6. Ancora non sono riuscito a trovare un essere umano sull'intero territorio nazionale che mi sappia spiegare in quale modo l'estensione di strumenti giuridici, a categorie fino ad oggi discriminate, possa rappresentare un danno per altre categorie che a quegli stessi strumenti hanno già accesso. Qualcuno mi sa rispondere?

    RispondiElimina
  7. Un Governo ed un Parlamento pieno di inetti e di incompetenti sta portando il Paese allo sfascio mentendo su tanti problemi reali e mettendo in primo piano problemi marginali.

    RispondiElimina
  8. Piazze gremite per le unioni civili e piazze vuote quando fu abolito l'articolo 18. La lobotomizzazione delle masse procede con successo.

    RispondiElimina
  9. fa effetto sentire un uomo dire "mio marito...", il bambino sicuramente chiederà a uno dei suoi genitori perché tu sei la moglie di lui, mentre io vedo che siete tutti e due uomini? nella mente del povero bambino sfortunato la confusione sarà massima!

    RispondiElimina
  10. Tutti devono avere il diritto di adottare, a prescindere dall'orientamento sessuale. Il desiderio c'è ancora e il mio pensiero non è mai cambiato, anzi. Adottare un bambino è un atto d'amore verso il prossimo. Mi fa davvero male pensare ai tanti bambini soli e mi fa ancora più male pensare che, in un Paese come il nostro, non ci sia una legge che dia l'opportunità a coppie e a single come me di dare un futuro a qualcuno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il mondo è cambiato e io non me ne sono accorto, meglio così!

      Elimina
  11. Non ho capito la legge, ma non vedo l'ora che passi per poter adottare un gay!

    RispondiElimina
  12. LORO CI VOGLIONO TUTTI PASSIVI: GAY, POVERI, IMPOTENTI E SOTTOMESSI!

    RispondiElimina
  13. Le uniche famiglie tradizionali che conosco sono quelle del Mulino Bianco della Barilla!

    RispondiElimina
  14. vittorio s.27 gennaio, 2016

    Quando gli omosessuali vedranno che dopo l'amore si arriva al divorzio capiranno che è meglio non sposarsi.

    RispondiElimina
  15. Perchè non si vota sul sito dei 5STELLE se siamo d'accordo o meno sulla Cirinnà? Perchè non si vota su una decisione così importante? Forse perchè Grillo pensa più palcoscenico che alla Cirinnà!

    RispondiElimina

Freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Freeskipeer Italia si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)