La settimana nera di Renzi: ha preso schiaffi da tutte le parti!

di Michelino Altavilla. Finora non gli era mai capitato di prendere tanti schiaffi in pochi giorni! Il premier Renzi era convinto di poter disporre di alcuni diritti sempre e comunque, finalmente ha trovato chi gli ha fatto capire che la dittatura sta per finire e alcuni diritti sono indisponibili
anche e soprattutto per chi detiene il potere senza averlo conseguito sul campo. Ha avuto buon gioco con i sindacati che essendo tutti di sinistra hanno risposto "obbedisco". Vi siete mai chiesto che fine ha fatto la Camusso e la Cgl? Che fine ha fatto la minoranza del Pd che sembrava volesse presentare il conto al segretario del suo partito ed invece dopo la farsa messa in atto con finzioni e scene da teatrino si è ritirata in buon ordine lasciando campo libero al rottamatore? Oggi finalmente il popolo del family day ha mollato un sonoro ceffone al sig. Renzi sul dl Cirinnà. Renzi pensava di avere vita facile anche su un tema che prima di tutto tocca i bambini. Oggi il popolo del Circo Massimo ha ricordato a Renzi, che se ne era dimenticato, che la famiglia è composta da un uomo, una donna e dai figli e non mi risulta che due uomini o due donne possano generare un figlio! Il dl Cirinnà è una provocazionecon la quale la Sinistra dietro il paravento della estensione dei diritti a gay e lesbiche vuole far passare il diritto di adottare figli alle coppie omosessuali. Ma questo decreto è ancor più immorale e pericoloso perchè puo generare un mercato dei bambini. E’ facilmente prevedibile che gay e lesbiche facciano ricorso ala compravendita di bambini di cui ne chiederanno poi l’adozione. Questo decreto è solo pretestuoso perchè chiede per queste diversità diritti che mi sembra nessuno abbia mai negato e che sono i diritti che hanno tutti gli italiani. Si può anche essere d’accordo sul perfezionamento di alcune concessioni ma di certo è inaccettabile che vengano riconosciute le adozioni. Oggi a Roma erano presenti anche i traditori coloro che finora hanno sostenuto e supportato tutte le prepotenze del governo Renzi dalla modifica della costituzione alla legge elettorale fatte da un esecutivo mai eletto dal popolo, da un primo ministro che non era neppure presente nelle liste elettorali. Ebbene cosa faranno ora questi traditori ambigui e incoerenti che oggi erano contro Renzi e domani si ritroveranno insieme a votare il decreto legge Cirinnà? E’ assolutamente vergognoso roba da far venire i conati di vomito. Il successo della manifestazione è stato uno schiaffo a Renzi ed al suo governo che potranno anche approvare la legge con l’aiuto dei traditori ma gli italiani se ne ricorderanno senz’altro nella cabina elettorale. In Europa sta collezionando schiaffi da tutte le parti. Negli ultimi giorni prima alcuni esponenti delle varie commissioni hanno fatto capire al sig. Renzi che non conta nulla e che farebbe bene ad adeguarsi ai canoni ed alle direttive europee poi per evitare sconfinamenti e polemiche dannose per il nostro paese qualcuno deve avergli consigliato di abbassare i toni ed allora pur perdendo la faccia e mortificando il nostro paese ha subito i richiami e le negazioni dei suoi colleghi europei che non vedono di buon occhio le sparate dell’ultimo arrivato. Renzi non ha ancora capito che l’Europa non è l’Italia nè il Pd e che per ottenere risultati non servono le smargiassate ma dialogo e diplomazia virtù e qualità che fanno difetto all’ex sindaco di Firenze. Un altro schiaffo il presuntuoso premier la ha preso per concludere la settimana al vertice con la Merkel. Per tutta la settimana che ha preceduto il vertice il premier Renzi ha illuso gli italiani dicendo che avrebbe fatto sentire la sua voce, che il nostro paese deve occupare in Europa posizioni di prestigio, che l’Italia ha il diritto di sforare il patto di stabilità, ha fatto il gradasso diffondendo spot e frasi provocatorie per conquistare la sensibilità degli italiani non certo quella dei tedeschi e della Merkel. Alla fine è andato dalla Merkel ed ha portato tre milioni di euro per la Turchia e non ha ottenuto nulla per il nostro paese. Non ha ottenuto nulla per la banche, non ha ottenuto nulla sulla flessibilità questo vertice è stato assolutamente un fallimento. D’altra parte anche se non lo ha esplicitamente ammesso, dal tenore delle sue conferenze stampa che non hanno assunto toni trionfalistici traspare chiaramente una sconcertante delusione dalla quale il paese può trarre la conclusione di avere un premier che fuori dal’Italia non conta nulla. Che il nostro paese con questo governo e questo presidente del consiglio non contasse nulla all’estero era cosa nota e certa me che potesse prendere tanti schiaffi non era prevedibile e non rende certo onore all’Italia. Purtroppo agli italiani è rimasta solo l’amara costatazione di aver perso nel contesto europeo tutta la credibilità che il paese si era conquistato in passato.

6 commenti:

  1. Ma il ceffone più grande se lo beccherà quando gli italiani saranno chiamati alle urne!

    RispondiElimina
  2. Vogliono un mondo gay, un mondo di impotenti da pilotare ancora meglio di come fanno oggi.

    RispondiElimina
  3. Come era nelle previsioni della vigilia, grande partecipazione di famiglie, gruppi e associazioni al family day di Roma.

    Diciamo subito che noi stiamo con il Papa e con le famiglie composte da un uomo e una donna come pensato e attuato dal Creatore.

    Massimo rispetto per tutte le altre forme di omosessualità, ma anche loro sono coscienti che il matrimonio e la famiglia è un’altra cosa.

    Certo, bisogna aggiornare il codice civile e riconoscere i diritti individuali dei conviventi come garantire, eventualmente, la reversibilità della pensione e tutto ciò che uno vuol lasciare all’altro.

    Eppure la legge prevede un registro delle coppie di fatto che però non è stato un successo per le poche trascrizioni avvenute.

    Quello che da fastidio sono i nuovi “Farisei”, quelli cioè, che sono cristiani cattolici, o che si professano tali, che coprono anche ruoli importanti in parrocchie e in genere nella Chiesa, che si schierano apertamente o velatamente con il matrimonio di due uomini o due donne, con l’adozione di un bambino da parte di due padri o due madri e con l’utero in affitto, e in genere con tutte quelle cose che la Chiesa non approva.

    Queste persone sono consapevoli che si son messe fuori dalla Chiesa?

    O pensano di “fregare” qualcuno?

    Noi non siamo nessuno e non vogliamo giudicare nessuno, Dio ci ha resi liberi è vero, anche quando sbagliamo, e la Sua infinita misericordia ci salverà?

    RispondiElimina
  4. Renzi dà troppo spesso l’impressione di scegliere le persone in base all’amicizia e alla fedeltà, piuttosto che per i loro meriti: sta lottizzando pure i tombini!

    RispondiElimina
  5. altavilla? deve cambiare mestiere datti all'ippica sai raccontare le favole dei bambini tutte cose vecchie.bongiorno

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E allora vieni tu a dirci qualcosa di nuovo!

      Elimina

freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

freeskipeer si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)