Perché vi fanno tanta paura due uomini o due donne che si amano?

di Antonio Menna. Ma che vi ha fatto l’amore? Perché vi fa così tanta paura l’amore? Lo domando a Giovanni De Paoli, il consigliere regionale ligure della Lega Nord, che prima avrebbe detto che se avesse un figlio gay, lo butterebbe in una caldaia e gli darebbe fuoco,
poi ha smentito, senza rinunciare a definire l’omosessualità, un vizio inguaribile. Un vizio che si chiama amore. Ma perché vi fa tanto paura questa parole semplice? Forse perché ci mette allo specchio, ci rende vulnerabili, o forse troppo umani? Cos’è l’amore tra due maschi o tra due femmine, nelle menti borbottanti di chi dice queste cose? Una perversione? Una devianza? Una psicopatia? La malattia dell’amore da bruciare col fuoco. Sembra essere tornati indietro ai tempi delle streghe o degli eretici. Curiosa questa tentazione del fuoco, nel pensiero intollerante. Bisogna lavare la colpa, ridurre in polvere, incenerire come si fa con un corpo virulento, un ceppo di batteri, una malattia infettiva. Incenerire i libri, quando dicono cose scomode. Le bandiere dei nemici, quando si odia. O le persone, quando pensano. O quando amano. Quando la loro stessa esistenza non è degna di essere vissuta. Eppure parliamo solo di un uomo che ama un altro uomo. Ama. Tutto qui, verrebbe da dire. Una cosa perfino banale, da non spenderci più di due parole, anzi una. Amore. E’ così difficile da capire? Per chi butterebbe il figlio in una caldaia, sì, la parola amore deve essere complicata. Ma, leghista a parte, forse è il caso di fermarsi e riflettere. Quella frase, detta o non detta, confermata da chi ha assistito all’incontro negli uffici regionali liguri, smentita dall’interessato, ha un senso che prescinde da chi l’ha pronunciata. C’è un pezzo di Italia che davvero la pensa così. Li sentiamo sui tram, al bar, li leggiamo sui social. Questo è il dramma. Un pezzo di Italia che ignora di essere in pessima compagnia. Bruciava gli omosessuali nei lager, un signore di nome Adolf Hitler. Li definiva “razza” un uomo dal nome Mussolini. Li marchiava a fuoco e li gettava nei gulag, un certo Giuseppe Stalin. Ma non solo. Molti di quelli che guardano con tanto raccapriccio al mondo islamico, ne condividono, poi, gli assunti di fondo su relazioni, sesso e sentimenti, in una paradossale e curiosa simmetria. La presunta superiorità della civiltà cristiana occidentale frana clamorosamente sull’amore. Gli omosessuali vengono lanciati vivi da palazzi altissimi, legati alle sedie, lasciati agonizzare nel loro sangue, nello Stato islamico del califfo Al Baghdadi. Vengono impiccati per il solo fatto di amarsi nella Repubblica islamica dell’Iran. Vengono decapitati in Arabia Saudita, non prima di essere frustati e incarcerati per anni. Solo “curati” a botte di elettroshock, invece, negli Emirati arabi uniti. L’occidente, per fortuna, non arriva a questo. Ma non rinuncia a far bruciare il falò dell’intolleranza, a scottare la pelle viva di un figlio che non deve confessare il “vizio”, di una ragazza che non deve rivelare la “malattia”. Nascondersi o ridursi in polvere. Eppure si tratta solo di sentimenti. Ma che vi ha fatto l’amore?

8 commenti:

  1. Ci fa paura il sovvertimento della natura, il fatto che due persone dello stesso sesso possano avere dei figli! Per il resto nessuna paura, solo strumentalizzazioni gay!

    RispondiElimina
  2. Il problema non sono le coppie gay che ormai le incontri mano nella mano pure al supermercato ma il fatto che vogliono i figli!

    RispondiElimina
  3. L'adozione non è un sovvertimento della natura e la scienza ha dimostrato che si possono avere figli anche in assenza di rapporti sessuali etero (esistono le banche del seme, la donazione di ovuli).
    Un figlio ha bisogno d'amore, di crescere in un ambiente sereno, e se coppie gay posso dargli amore, serenità, rispetto e felicità perchè impedirlo?
    Ancora non avete risposto alla domanda, perchè due uomini o due donne che si amano vi fanno tanta paura?
    A me spaventa la grettezza, l'ipocrisia, la piccolezza di gente come voi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me spaventa l'emancipazione, la schiettezza di gente che pensa che si possano fare i figli a prescindere da un rapporto sessuale, a prescindere da un maschio e da una femmina!

      Elimina
    2. Allora perchè i gay e le lesbiche non adottano un bambino africano, invece di affittarsi un utero o farsi un figlio in provetta?

      Elimina
    3. Non mi fanno paura gay e lesbiche mi spaventa chi vuole un figlio a tutti i costi arrivando a pagare un seme o un ovulo centinaia di migliaia di euro!

      Elimina
  4. A me fanno paura coloro che vogliono creare la vita sostituendosi a Dio e alla Natura!

    RispondiElimina
  5. Nessuno vieta agli altri di vivere come vogliono solo fa orrore il voler a tutti i costi ritenere normale qualcosa che normale non è, anche questo si chiama abuso è come voler sovvertire la natura. A che serve celebrare una cerimonia che appare grottesca? Un conto sono la parità dei diritti un'altro voler imporre una diversità che continuerà ad esistere nonostante ridicoli matrimoni

    RispondiElimina

Freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Freeskipeer Italia si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)