Togliere ai poveri per dare ai più poveri: rischio pensioni reversibilità!

Ormai una cosa è certa: quando non sanno più dove andare a prendere i soldi per corrispondere a Bruxelles la rata dei "loro debiti" vanno a mettere le mani nelle tasche di lavoratori dipendenti e pensionati! E' di queste ultime ore la polemica relativa al disegno di legge delega sul contrasto alla povertà, presentato di recente dal governo, che prende di mira le vedove e le loro pensioni di reversibilità. Nel ddl si prevede, infatti, la possibilità di rivedere le pensioni di reversibilità, ovvero quelle erogate agli eredi alla morte del pensionato o del lavoratore che muore avendo maturato i requisiti
per l'assegno. Sono circa 3 milioni i beneficiari di pensioni di reversibilità e il governo pensa di sconfiggere la povertà riducendo questa platea! Ma così facendo s'innesca una partita di giro che genera altri poveri che a loro volta dovrebbero comunque essere assistiti! Spesso l’assegno di reversibilità costituisce la  principale fonte di reddito che si somma - ingiustamente perchè non si mangia! - alla casa di abitazione lasciata in eredità dal coniuge. Dal 1995 la pensione di reversibilità è soggetta a restrizioni, nel senso che viene tagliata (si prende non più il 60% ma il 45%) per chi ha redditi superiori a tre volte quelli della pensione minima (cioè per chi ha più di 1.505 euro lordi al mese) fino a ridursi ad appena il 30% per chi ha redditi oltre 5 volte il minimo (2.509 euro lordi al mese). E adesso potrebbe arrivare un'ulteriore stretta. Ma, questo governo, che scriteriatamente distribuisce mance e mancette a destra e manca e che vende fumo come fosse arrosto, pensa davvero di poter risolvere il problema "povertà" togliendo ai poveri per dare ad altri poveri? E' in questo modo che il Paese cambia verso?

20 commenti:

  1. Renzi vuole cancellare la pensione di reversibilità?
    Così sembra da un ddl in commissione lavoro!
    Facciamo un esempio: basta che una donna vedova viva ancora con suo figlio che magari ha un piccolo reddito da lavoro per far saltare la pensione, perché sappiamo ormai bene che l’Isee è un trucchetto per togliere, visto che l’asticella viene sempre fissata a un reddito davvero da fame, oltre il quale saltano tutti i benefici. Dicevamo di una donna che vive con suo figlio, ma anche – immaginiamo – di due donne che decidano di condividere una casa per rendere meno grama la la loro vecchiaia, o di una donna che dopo la morte del marito inizi una nuova convivenza: in tutti questi casi, se l’altro ha un minimo di reddito, ecco che la pensione di reversibilità salta, lasciando la donna senza reddito, a dipendere dalle persone con cui vive. Contribuisce inoltre all’Isee anche la casa, e siccome il governo a volte considera una proprietà come una forma di reddito, ci potrebbero essere casi di vedove con diritto alla reversibilità con casa propria e nessun reddito, visto che con la casa non si mangia.

    RispondiElimina
  2. Ridurre il livello di povertà nel nostro Paese è un obiettivo necessario. Peraltro, le politiche di austerità messe in atto in questi ultimi anni hanno notevolmente allargato la forbice tra i ricchi e i poveri e anche l’attuale Esecutivo non è stato immune da scelte che hanno accentuato questo solco. il governo Renzi agisce come un singolare Robin Hood che toglie ai poveri per dare ad altri poveri.

    RispondiElimina
  3. Il verso è soltanto uno: quello che porta i soldi sempre dalla stessa parte, ovvero quella di che ne ha così tanti da scoppiare!

    RispondiElimina
  4. La confusione cresce in Italia oltre livelli tollerabili. Mentre si pensa di regalare pensioni a coppie gay, stravolgendo principi fondamentali dello stato sociale, lo stesso Pd che vuole fare questa concessione attraverso il governo Renzi vuole tagliare le pensione dei vedovi eterosessuali. Siamo alla distorsione di ogni principio di giustizia sociale.

    RispondiElimina
  5. Non bastava la Fornero, adesso pure la reversibilità vine tagliata. La previdenza è considerata la mucca da mungere!

    RispondiElimina
  6. Il governo vuole tagliare le pensioni di reversibilità. In Commissione Lavoro alla Camera è arrivata la proposta renziana di legare all'Isee le pensioni di reversibilità, fregando così migliaia di persone, soprattutto donne rimaste vedove. Rubando contributi effettivamente versati, per anni. Un governo che fa cassa sui morti mi fa schifo

    RispondiElimina
  7. da questo mese di gennaio la reversibilità l' hanno già diminuita, questo è il nostro governo , mandare al lastrico le persone abbisognevoli..... e meglio che renzi e tutti i sui seguaci andasse un pò a zappare cosi vede da dove arriva il pane

    RispondiElimina
  8. Da quando è arrivato Monti al Governo, seguito da Letta e dall'auto-proclamatosi Renzi, tutte le leggi varate sono state solo a favore di banche e società finanziarie e sempre contro la gente. E meno male che si definiscono di Sinistra!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e pensa, che ieri sera Il Monti era in tv sulla sette che parlava e lo hanno anche trasmesso ....questo è AVERE IL PELO SULLO STOMACO .........

      Elimina
  9. Trovo giusto il ddl. Ammesso che i contributi siano commisurati alla pensione (spesso in passato non era così) esiste il concreto problema in cui il coniuge superstite sia molto più giovane del pensionato deceduto. In questo caso percepirebbe una pensione per molti anni, sicuramente più di quanto abbia versato il defunto. La soluzioni possono essere 2: dare una pensione di reversibilità per un numero di anni ridotto e cioè pari alla speranza di vita del defunto (da tabelle ISTAT) oppure ridurre la pensione in base all'età del coniuge superstite (scelta consigliata).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le uniche reversibilità da cancellare sono quelle verso gli stranieri, visto che sono tutti matrimoni fasulli.

      Elimina
  10. Nella passata generazione la maggior parte delle famiglie era monoreddito: la moglie a curare figli e case e il marito a lavorare. Tutte quelle donne che ora vivono con la pensione di reversibilità del marito defunto, dopo aver dato allo stato un servizio (far crescere la nuova generazione) non ricevono nulla in cambio. In fin dei conti ii contributi il marito li ha versati e non mi sembra giusto che si diano con riduzioni (una pensione reversibile è in media il 60%). Che governo di farabutti.

    RispondiElimina
  11. E' ora di darsi una svegliata un paese che taglia le pensioni di reversibilita' e un paese di mascalzoni , gia' sono tassate e tagliate da una legge fatta in passato e truffaldina e ancora si insiste con abusi e prepotenze politiche , mandiamo a casa questo governo ,deve andare via a fatto danni dal jiob act a tutto il resto e alle bugie di questi anni io voto cinques stelle e me ne frego!

    RispondiElimina
  12. Scommetto che il provvedimento non vale per parlamentari, giudici, giornalisti e per tutti gli altri appartenenti alla casta.

    RispondiElimina
  13. Insomma, se dobbiamo mantenere tutti gli africani che sbarcano nel paese del bengodi, bisogna che gli anziani facciano pure qualche sacrificio, o no!? Questa è la sinistra renziana.

    RispondiElimina
  14. L'ho sempre detto: all'avanzare dell'allargamento della base beneficiari (con l'aggiunta della reversibilità alle coppie "OMO") finirà che toglieranno il beneficio a chi lo ha già... Ecco fatto, il piatto renziano è servito!

    RispondiElimina
  15. L'ultimo schiaffo ai pensionati. Renzi taglia le pensioni di reversibilità alle vedove e nel frattempo il ddl Cirinnà la estende alle coppie gay.

    RispondiElimina
  16. in verità è togliere ai poveri per dare ai ricchi non dimentichiamo che i parenti dei politici hanno da sempre la reversibilità al 100% e il cumulo di piu pensioni, qui si va a raschiare sul fondo del barile per togliere la crosta alle povere vedove di un operaio che magari hanno un figlio che lavora in casa perchè non riesce a farsi una propria famiglia !!Questo è il piu grande schifo dopo il furto delle pensioni ai lavoratori precoci e quelli che hanno perso il lavoro .....non sò cosa aspettano gli Italiani a scendere in Piazza Permanentemente,.....altro che!:200.000 EURO DI NOLEGGIO DI AEREO DI rENZI VERGOGNA .......

    RispondiElimina
  17. L'attacco alle pensioni di reversibilità è quanto di più infame ci si potesse immaginare dal Governo del Bomba. Sottrarre la retribuzione al coniuge che rimane in vita è una misura che non avrebbe immaginato nemmeno un branco di avvoltoi. Il Governo vorrebbe combattere la povertà uccidendo le vedove e i loro diritti previdenziali. Sembra di essere all'interno di Matrix, quando il governo delle macchine liquefaceva i morti per nutrire i vivi. È tutta qui la politica economica di Palazzo Chigi: salvare i banchieri e fare deficit senza tagliare gli sprechi. Siamo ancora a galla solo perché le tasche degli italiani che si stanno svuotando fanno da contrappeso.

    RispondiElimina
  18. Per il Bomba le pensioni d'oro sono un diritto acquisito intoccabile, le pensioni di reversibilità per le vedove invece un odioso privilegio da intaccare. Il mondo al contrario del Pd.

    RispondiElimina

freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

freeskipeer si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)