venerdì 18 marzo 2016

LA BUSTA INPS PIÙ CHE ARANCIONE È NERA: PENSIONI DA FAME!

Sono in arrivo dall'Inps le famigerate "buste arancioni" per 7 milioni di lavoratori italiani. Una busta dal sapore amaro che recepisce tutti gli scellerati effetti della riforma fornero, dalla data del previsto pensionamento al netto dell'assegno che si percepirà all'atto del collocamento a riposo: UNA VERGOGNA! Una busta che invece di arancione avrebbe dovuto essere "NERA", per il suo funesto contenuto: un lavoratore con uno stipendio medio basso di circa 1.600 euro lordi sarà collocato a riposo a 70 anni nel 2023 con una pensione mensile di appena 600 euro lordi!
Un assegno che si da a chi non ha mai versato un soldo di contributo all'Inps e che si chiama "pensione sociale"! A questo punto, meglio lavorare "in nero" e attendere la pensione sociale! Insomma, l'Inps non è più in grado di assicurare una vecchia serena e dignitosa ai cittadini onesti che hanno lavorato "in chiaro" versando fino all'ultimo centesimo di contributi. Ma allora perchè si continuano a fare le ritenute previdenziali in busta paga? A questo punto lo Stato restituisca tutti i contributi versati e azzeri le ritenute previdenziali in busta paga, perchè alla nostra vecchiaia - come per tutto il resto dove le Istituzioni latitano (scuola, sanità, sicurezza, decoro urbano, ecc, ecc) - noi cittadini "lavoratori dipendenti tassati alla fonte" ci pensiamo da soli alla nostra pensione!

13 commenti:

  1. Busta arancione in arrivo, si salvi chi può!

    RispondiElimina
  2. Assurdo! Questa è una pensione da FAME!

    RispondiElimina
  3. Questi cazzeggiano con meloni e raggi e intanto ci fottono dimezzandoci le pensioni e mandandoci in pensione a 70 anni sperando che schiattiamo prima, un solo commento: BASTARDI!

    RispondiElimina
  4. Oggi è una splendida giornata speriamo che il postino dell'Inps non me la rovini perchè anche se non piove il governo resta sempre... ladro! Specialmente quando si tratta di togliere ai lavoratori dipendenti e ai pensionati!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lavoratori dipendenti e pensionati sono il bancomat del governo, quando va in rosso sa dove andare a pescare!

      Elimina
  5. Miserabili becchini, sfruttatori del popolo lavoratore non gli basta aver bloccato gli stipendi, adesso vogliono prendersi pure le nostre pensioni! Vi giunga tutto il mio più civile disprezzo!

    RispondiElimina
  6. Pensioni: ormai la bomba è pronta per esplodere! Si salvi chi può!

    RispondiElimina
  7. La nostra previdenza è strutturata in modo che pochi abbiano tanto e tanti abbiano poco: se non vi pongono subito rimedio, qui scoppia una rivoluzione!

    RispondiElimina
  8. Ci stanno togliendo tutto: PURE LA PAZIENZA!

    RispondiElimina
  9. Ci vuole una grande mobilitazione che unisca anziani e giovani: la pensione la paghiamo noi coi nostri contributi ,NO alla proposta Boeri che tende a privatizzare l sistema pensionistico .Ritorno al calcolo retributivo e liberta'di scelta dai 60 anni o con 40 di contributi per la pensione.La riforma fornero va ABOLITA.no alle penalizzazioni in uscita.LAVORO AI GIOVANI.

    RispondiElimina
  10. Ci vuole una grande mobilitazione che unisca anziani e giovani: la pensione la paghiamo noi coi nostri contributi ,NO alla proposta Boeri che tende a privatizzare l sistema pensionistico .Ritorno al calcolo retributivo e liberta'di scelta dai 60 anni o con 40 di contributi per la pensione.La riforma fornero va ABOLITA.no alle penalizzazioni in uscita.LAVORO AI GIOVANI.

    RispondiElimina
  11. rendendomi conto di aver usato un linguaggio offensivo,ho rimosso il commento precedente...se dovessi dare libero sfogo ai miei pensieri altro che istigazione alla violenza....mi arresterebbero all'istante per cui mi astengo (per ora)

    RispondiElimina

freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

freeskipeer si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)