Un vero "rottamatore" rifarebbe le primarie di Napoli, oggi stesso!

Un tempo si diceva "carta canta". Oggi video canta. E le immagini girate in prossimità dei gazebo del Pd allestiti per le primarie napoletane non solo le cantano chiare, ma gridano allo scandalo. Persone all’esterno dei seggi che distribuiscono monete da un euro per portare i cittadini a votare per Valeria Valente, la favorita di Matteo Renzi nella corsa a sindaco di Napoli, che poi - guarda un pò le combinazioni della vita - è risultata la vincitrice. Che le “primarie” fossero elezioni un pò farlocche
lo sospettavano in molti. Dimostrazione lampante ne è stato lo scarso numero di elettori che, domenica scorsa, si sono recati ai seggi del Pd. Ma un conto è il sospetto, un altro è il marito che rientra a casa e sorprende la moglie a letto con l’amante! Ed è un conto salato che mina la credibilità di un meccanismo elettorale che doveva essere trasparente, libero e democratico, che doveva dare voce ai cittadini elettori, ma che invece ha riproposto le vecchie logiche partitocratiche secondo le quali le liste elettorali si formulavano a tavolino nelle segrete stanze. Un conto dal gusto amaro che viene presentato proprio a quel Pd di Matteo Renzi che sulle primarie aveva costruito la propria differenza da tutti gli altri partiti, ovvero da chi butta giù le liste elettorali in una villa di Arcore o da chi fa eleggere i propri candidati su internet a colpi di mouse! Adesso, se l’Italia fosse un Paese normale e il Pd l’alternativa che dice di essere, quel conto andrebbe immediatamente saldato con gli italiani e il suo leader-massimo - che proprio grazie alle primarie è diventato presidente del consiglio - dovrebbe espellere seduta stante i “compratori di voti” e rifare le primarie napoletane!
SE NAPOLI PIANGE, ROMA NON RIDE: «Schede bianche gonfiate per alzare affluenza». "Qualcuno di noi pensava di fare del bene: così tra la notte di domenica e il pomeriggio di lunedì ha gonfiato virtualmente le schede bianche e le nulle. Per fare aumentare l’affluenza, per non far vedere che stavamo di poco sopra i 40mila ma molto più vicini ai 50mila votanti. Insomma, per evitare ulteriore accanimento sul flop. Quando poi lunedì pomeriggio i presidenti dei municipi hanno pubblicato sui social network i dati dei rispettivi spogli abbiamo capito l’errore. Anzi il boomerang". A parlare è un dirigente nazionale del Pd.

17 commenti:

  1. luca telese08 marzo, 2016

    A Napoli è di nuovo caos sulle primarie del Pd, messe a rischio dalle monetine da un euro elargite ai seggi per permettere di votare agli elettori. La volta scorsa, ai tempi della sfida tra Cozzolino e Ranieri le primarie vennero annullate per la presenza massiccia dei cinesi nelle code ai seggi elettorali. Chi li aveva portati a votare, e perché? Il sospetto era quello di un voto di clientela, visto che molti di questi cittadini stranieri, interrogati dagli scrutatori, rivelavano di non sapere nemmeno cosa fosse il Pd. Questa volta, invece, le consultazioni sono a rischio perché si è scoperto che un consigliere comunale ha dato ai potenziali elettori gli euro che servivano per il contributo che chiunque voti deve versare. Errore veniale, dice l'interessato, Tonino Borriello, improvvisando una difesa fantasiosa e tragicomica: "Era un atto di cortesia, molti di loro avevano dimenticato il portafoglio, ed era un peccato mandarli via". Già, una vera disgrazia: peccato che Borriello e i suoi collaboratori dessero, insieme al contributo, anche tutte le indicazioni per votare il nome della candidata che sostenevano, platealmente, davanti a tutti, indicandolo sul fac-simile della scheda. E peccato che adesso l'interessato rivendichi questa sfrontataggine addirittura come una attenuante: "Nulla era fatto di nascosto". Ovviamente la storia degli euro donati ha già scatenato la satira sul web, a partire da questa caustica battuta: "Quindi, dopo il ricomputo dei voti, la differenza tra Bassolino e la Valente si riduce a 455 euro".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. o'core08 marzo, 2016

      E' normale... hanno a campà.... non tingono u lavoro ...colpa de Renzi.

      Elimina
  2. elisabetta08 marzo, 2016

    E' scandaloso che c'è della gente che paga per votare. Ma dove siamo finiti? Per fortuna tanti italiani si sono svegliati e non votano più.

    RispondiElimina
  3. come dico da sempre e lo dirò fino alla nausea: "PD, SE LO CONOSCI LO EVITI. E' PEGGIO DELLA PESTE!!!!

    RispondiElimina
  4. E tutti gli scandali continui mafia capitale affittopoli expo mose? Allora siete duri eh! solo il movimento 5 stelle garantisce sempre ad ogni scoperta di malaffare lo sputtanamento ai carabinieri immediato solo l'm5s stop! Giacchetti Sala sono loro, i loro bracci destri puliti appositamente, solo per strategia ma tutti sono complici, tutti! Ripeto solo Il M5s garantisce onesta al 100% e lo dice uno ex sfegatato pci deluso molto deluso anzi delusissimo!

    RispondiElimina
  5. E cosa vi credevate? Che le primrie fossero il baluardo della legalità ... i partiti decidono a tavolino chi deve essere eletto ... e poi fanno credere che sia il popolo a decidere.. la cosa veramente assurda pero e che il popolo oltre a assere preso per il naso paga pure !

    RispondiElimina
  6. Avevo un credo politico ma mi sbagliavo ora non credo più a nessuno,destra,sinistra,centro e periferiche hanno tutti delle colpe quindi non voglio più illudermi per me nessuno è pulito.Il potere fa l'uomo ladro mettiamocelo bene in testa,solo chi non ha mai comandato non ha rubato proprio perchè non ha avuto nessuna possibilità di farlo questa è la verità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. NON è vero che siamo e che sono tutti uguali, altrimenti chi sbarrava la strada al sanguinario regime fascista? E quanti hanno patito e sofferto per difendere i lavoratori perdendo il proprio posto di lavoro? La cosa che mi più dà fastidio però è quella di considerare un partito dalla sigla e non da cosa fa e cosa è in realtà. Considerare il PD di sinistra, non solo è un affronto, ma un insulto a chi è davvero di sinistra, infatti sinistra sta per onestà, stare dalla parte dei lavoratori e non dei padroni-banchieri-vaticano, stare dalla parte dei pensionati e dei giovani. E Renzi e il suo Pd non sìè mai visto da queste parti!

      Elimina
  7. Anche il PD è fatto di italiani... te capì il perché gli immigrati sono considerati una ricchezza?

    RispondiElimina
  8. Sono tutte cavolate! Il PD non paga nessuno, il PD è abituato a "prelevare" non a dare!

    RispondiElimina
  9. Antonio Bassolino non ha ancora deciso se presentare ricorso o meno sulle primarie davanti alla commissione di garanzia del Pd. L'ex sindaco si sarebbe sfogato con i suoi fedelissimi dicendosi disgustato per ciò che è avvenuto all'esterno di alcuni seggi domenica scorsa, e allora cosa aspetta a ricorrere???

    RispondiElimina
  10. Perché il Pd non parla sui brogli e la compravendita voti di Napoli? Tacere significa essere e rimanere complici. Dopo la GomorraPd di Casavatore questo fine settimana si sono consumati brogli e compravendita di voti durante le primarie piddine di Napoli come dimostrato dalla video inchiesta di Fanpage. Invitiamo i cittadini a rivolgersi alle autorità giudiziarie e denunciare senza timore i brogli piddini ormai conclamati.

    RispondiElimina
  11. E di Roma ne vogliamo parlare? Alle primarie del centrosinistra della Capitale ci sono state anche 2.800 schede bianche. In realtà se a un dato decisamente deludente quale quello dell'affluenza, meno della metà delle precedenti consultazioni, si aggiungono ben 2.800 schede bianche, si capisce ancor di più quanto sia in crisi il Pd a Roma.

    RispondiElimina
  12. 10 euro ai cittadini per votare alle primarie del Pd. Renzi s'infuria! Il premier pensava che fosse un euro il costo di un voto, non dieci!

    RispondiElimina
  13. FloP's08 marzo, 2016

    Un dato "Incredibile": esistono ben 2866 cittadini romani che vogliono pagare 2 Euro al PD per andare poi a votare scheda bianca alle primarie! Mi piacerebbe davvero conoscerli, a questo punto bisogna convenire che la definizione di PDioti merita il riconoscimento dell'accademia della Crusca.

    RispondiElimina
  14. Roberto Fico08 marzo, 2016

    Valeria Valente ha qualcosa da dire su questo video? Sta già andando in procura a denunciare le irregolarità fuori ai seggi? Può fare chiarezza immediatamente su ciò che accaduto ieri a Napoli durante le primarie del Pd che l'hanno vista vincitrice?
    Tacere altrimenti significa essere e rimanere complici.
    Se la Valente o i vertici del Pd non intervengono, invito i cittadini che ieri hanno partecipato alla consultazione a rivolgersi all'Autorità giudiziaria. Saremo al loro fianco se necessario. Perché se i brogli ci sono stati e sono stati numerosi, il risultato è compromesso e probabilmente la Valente ha anche perso queste consultazioni.
    Orfini (il presidenteminkia, ndr) diceva che il Pd è cambiato, che stavolta, a differenza del 2013, il voto non è stato trainato a Roma dalle "truppe cammellate dei capibastone poi arrestati", cioè il sistema di MafiaCapitale. E a Napoli? Come valuta quello che è successo ieri? Non è praticamente il bis di quanto avvenuto già nel 2011? Il Pd è da commissariare e per decenza e per rispetto dei cittadini non dovrebbe proprio presentarsi alle elezioni. Sarebbe ora di una bella pausa di riflessione, magari su Marte.

    RispondiElimina
  15. A ROMA Schede bianche gonfiate per alzare affluenza! Che sballo il pd di renzi!

    RispondiElimina

Freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Freeskipeer Italia si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)