Gli italiani si sfrattano, i migranti si accolgono.

di Maria Pia Caporuscio. Ma che paese è diventato il nostro? Se in Italia ci fosse un governo autorevole e legittimo non si permetterebbe a nessuno di ridergli dietro, ma essendo il nostro un governo da film comico (o dell’orrore) nessuno può rispettarlo nemmeno i “poveri migranti” che se ne fottono delle leggi e occupano le case approfittando dell’assenza dei proprietari (usciti per
fare la spesa o recarsi dal medico) e nessuno mette loro le manette e li trascina in galera, ma lasciano fuori casa il proprietario con solamente quello che ha addosso! Ma che giustizia è questa? In casa si tengono quei pochi soldi della pensione che permette di non morire di fame, dentro la propria casa ci sono i sacrifici di una vita, tutto quello che un uomo possiede di personale, di intimo che viene dissacrato da esseri immorali e senza scrupoli. Ma esiste un crimine più grave di quello di occupare la casa di una persona? Quale giustificazione si può dare a chi compie un simile crimine? Come si può permettere a individui che arrivano nel nostro paese con la pretesa di diventarne padroni? Con quale diritto questa classe dirigente permette a questi stranieri di cacciare gli italiani da casa per insediarsi loro? Si potrebbe chiudere un occhio se la casa fosse vuota e libera, ma come si fa a gettare nella disperazione un essere umano rubandogli tutto quello che possiede? Perché gli italiani debbono essere schiacciati proprio da chi si era assunta la responsabilità di proteggerli dagli abusi e per questo profumatamente pagato? Perché i lavoratori italiani che pagano tasse da usura, che hanno mangiato pane e sputo tutta la vita per farsi una casa, gli viene tolta da chi magari non ha mai lavorato? Perché gli italiani dovrebbero rinunciare a tutto quello che sono riusciti a costruirsi in anni e anni di duro lavoro e morire di fame e di freddo per far star bene dei delinquenti (è delinquente chi si appropria della roba altrui). Se lo Stato vuole fare beneficenza la faccia coi suoi soldi non depredando i suoi cittadini! Si mette in galera un disgraziato che ruba un pacchetto di biscotti per sfamarsi e si lasciano liberi quelli che rubano la casa, i mobili, gli abiti, le mutande che un disgraziato non si può più cambiare nemmeno se si piscia sotto? Mi piacerebbe sapere cosa farebbero loro se tornando a casa la trovassero occupata e tutte le loro cose nelle mani degli estranei che potrebbero farne quel che vogliono, se starebbero sereni e tranquilli o scatenerebbero la terza guerra mondiale. Questi signori farebbero bene a riflettere prima di trattare con due pesi e due misura gli abusivi italiani e i più che abusivi stranieri. Gli abusivi italiani vengono buttati fuori a calci e questi più che abusivi protetti? Coloro hanno messo in atto queste che sono delle vergognose e criminali contro-leggi verso i cittadini italiani, dovrebbero essere giudicati e condannati per alto tradimento: è tradimento calpestare i propri cittadini per favorire gli stranieri! Vengono buttati fuori casa e senza pietà dei disgraziati per dei cavilli irrilevanti, quando queste case sono state pagate dai nonni, dai padri e da essi stessi con le trattenute sullo stipendio per una vita intera, e ora questa scellerata classe dirigente intende darle a gente che non ha cacciato un centesimo e non ne ha diritto. Chi ha deciso che non si possono cacciare dei delinquenti, che fanno le poste ai poveri vecchi per occupare le loro case e si lasciano nella più atroce disperazione i legittimi proprietari? Le case popolari sono di proprietà della classe lavoratrice italiana e nessuno dovrebbe permettersi di svenderle o darle agli stranieri quando ci sono italiani che aspettano una casa popolare da quindici anni. Questo signori politicanti non è populismo ma logica, giustizia e responsabilità di chi si è impegnato a governarla l’Italia. Quale coscienza possiede chi se ne lava le mani o addirittura si rifiuta di restituire la casa al legittimo proprietario? Dove stavano fino a ieri questi figli di puttana che da oggi occupano la casa di quel povero disgraziato? Perché chi sta rendendo possibili questi delitti non mette a disposizione la propria di casa? Altroché se è comodo fare i generosi coi soldi degli altri. Gli italiani si possono assassinare ma guai a toccare questi criminali (perché è un criminale chi aspetta al varco un povero vecchio ricoverato in ospedale, per occupargli casa). Quanto vale la vita di questi malviventi rispetto a quella degli italiani? A Roma nelle case popolari del quartiere Appio è stata cacciata una ragazza madre di due bimbi uno dei quali con la febbre alta, senza misericordia. Sempre in quel quartiere sono stati cacciati una coppia di anziani di cui lui stava facendo il terzo ciclo di chemioterapia, vengono cacciate persone nate in quelle case e regalate agli stranieri (perché?). Cosa offrono in cambio visto che coloro ai quali sono state date non sono affatto dei poveracci ma possono permettersi di arredarle di tutto punto? Questa oscenità da parte della classe dirigente, è un invito a farci diventare tutti assassini: giustamente chi si vede occupare la propria casa può arrivare a sparare e ucciderli tutti visto che la giustizia in questo paese è morta!

Nessun commento:

Posta un commento

freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

freeskipeer si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)