5Stelle promossi a pieni voti. Renzi rimandato ad ottobre!

L'Italia che campa a stento di salario e pensione, l'Italia che paga puntualmente ogni balzello fino all'ultimo centesimo e che tira la cinghia fino all'ultimo buco, l'Italia che ancora cerca lavoro, sicurezza, onestà e giustizia, L'Italia che rimanda una cura medica a tempi migliori, l'Italia che ancora crede e spera di potercela fare, ebbene questa Italia, promuove il MoVimento5Stelle, asfalta il PDdiRenzie, spiana ai pentastellati la strada che porta a Palazzo Chigi e infila a Renzi il cappello con le orecchie da somaro e il naso lungo di Pinocchio mettendolo in punizione, dietro la lavagna, almeno fino al referendum di ottobre!
I 5Stelle stravincono  in 19 ballottaggi su 20! Si prendono Roma e Torino. Renzi vince a Milano, solo perchè non ci sono i 5Stelle, e solo perchè deve battersela contro un centrodestra allo sfascio che... non esiste più! Ma un dato emerge chiaro e netto dalle urne: è finita la luna di miele tra gli italiani e il "premier non eletto"! A Matteo Renzi non gli crede più nessuno. Adesso l'Italia dei Comuni volta pagina, e se i pentastellati sapranno governare bene laddove hanno vinto e soprattutto a Roma, dove, con la maggioranza assoluta degli scranni capitolini, comanderanno da soli, senza ricatti e condizionamenti, senza dover rendere conto a nessuno del loro operato se non ai cittadini romani, allora anche l'Italia intera sarà pronta a cambiare verso, ma non per finta come aveva promesso il "premier non eletto", ma per davvero.
______________________________________________________________________________
GRAZIE A TUTTI I CITTADINI CHE HANNO DECISO DI DARCI FIDUCIA. ORA TOCCA A NOI. ED È SOLO L'INIZIO. di MoVimento 5 Stelle. Il MoVimento 5 Stelle ha vinto a Roma e Torino e, stando ai risultati attuali, in quasi tutti e venti i comuni dove è andato al ballottaggio. E' un giorno storico, da oggi cambia tutto. Virginia Raggi è la nuova sindaco di Roma, la prima donna nella storia a ricoprire questa carica, e Chiara Appendino è la nuova sindaco di Torino. I cittadini riconoscono al MoVimento 5 Stelle la capacità di governare e hanno scelto l'unica forza politica che ha fatto proposte concrete per i dieci milioni di poveri italiani e per le PMI che non ce la fanno più. Chi parla di referendum, di Olimpiadi, di 80 euro e di legge elettorale è completamente scollato dalla realtà del Paese. Grazie a tutti i candidati, grazie a tutti gli attivisti che hanno reso possibile queste campagne elettorali realizzate con piccole donazioni volontarie, grazie a tutti i cittadini che hanno deciso di darci fiducia. E grazie a Gianroberto che insieme a Beppe ha dato vita a tutto questo. Ora tocca a noi. Ed è solo l'inizio.
di Virginia Raggi, sindaco MoVimento 5 Stelle di Roma. Prima di tutto vorrei ringraziare tutti i cittadini romani che mi hanno voluto affidare questo importante compito e voglio complimentarmi con i consiglieri eletti, a cui auguro buon lavoro, con i non eletti e con gli attivisti che hanno speso risorse ed energie in questa campagna elettorale. La prima cosa che sento di dire, che mi viene dal profondo, è che finalmente anche Roma avrà un sindaco donna. In un momento storico in cui le pari opportunità sono ancora una chimera considero questa una notizia dal valore straordinario. Il primo segno del profondo cambiamento che stiamo portando in questo Paese. Perché se la Capitale d'Italia avrà per la prima volta nella sua storia un sindaco donna, questo lo si deve al M5S. Lo si deve a Beppe Grilo e Gianroberto Casaleggio. Sarò il sindaco di tutti, sia chiaro, anche di coloro che non mi hanno sostenuto in questa tornata elettorale. Lavoreremo per riportare legalità e trasparenza in questa città dopo anni di malgoverno e dopo Mafia Capitale. Lavoreremo per ridare a Roma la bellezza e la dignità che merita. Oggi si apre una nuova era. Infine, non potrei non accennare ai 4 mesi di campagna in cui qualcuno ci ha praticamente fatto una "guerra" senza precedenti. Il punto è che non sono riusciti a fermarci. Segno che siamo più forti e che i romani, soprattutto, sono più forti. Ma al di là dei toni aspri e degli attacchi che ho ricevuto, mi auguro che d'ora in avanti si possa aprire una nuova fase, più costruttiva, attraverso un dibattito onesto con le altre forze politiche centrato sui reali problemi dei cittadini. Roma ha bisogno di questo. E' venuto il tempo di lavorare dopo anni di malgoverno. Le cose da fare sono tante e noi siamo pronti!
di Chiara Appendino, sindaco MoVimento 5 Stelle di Torino. È stato un lungo cammino iniziato cinque anni fa quando oltre 20.000 torinesi ci hanno dato la possibilità di entrare per la prima volta nella Sala Rossa per iniziare a mettere i semi di ciò che sarebbe successo dopo. In questi anni molte persone si sono avvicinate a noi e hanno portato le loro idee, la loro esperienza, la loro visione e tutti insieme abbiamo lavorato per costruire un progetto per dare un nuovo corso alla nostra città. È stato un lungo cammino anche questa campagna elettorale. Iniziata più di 7 mesi fa, è stata intensa e faticosa ma l’abbiamo affrontata con impegno e generosità, senza mai perdere il sorriso, anche nei momenti difficili. Abbiamo incontrato decine di migliaia di persone che volevano tornare a occuparsi della propria città e dei suoi beni comuni, abbiamo assistito ad una voglia sempre crescente di mettere in discussione i problemi reali e le criticità rimaste senza risposte di Torino. Ci siamo presentati così come siamo, abbiamo presentato il nostro programma, abbiamo scelto i nostri assessori e i torinesi, permettetemi di dirlo, ci hanno accolto con un rinnovato interesse per la politica e un calore difficili, se non impossibili, da descrivere. Ma noi, altro non siamo che un piccolo frammento della storia della nostra città. Riceviamo l’eredità di coloro che prima di noi hanno costruito tutto ciò che ora ci circonda, in due millenni di Torino. In questa storia ci sono le vittorie per la nostra libertà, in quell’orgoglioso 1706 impresso sulla nostra bandiera, e ci sono le tante vite di quelle famiglie che, partite da città e paesi sempre più distanti, qui sono venute per far crescere i loro figli e costruire il loro futuro. Ci sono le sfide che abbiamo saputo vincere, ci sono le idee che abbiamo saputo realizzare e ci sono i primati che abbiamo saputo raggiungere. Questa eredità abbiamo il dovere di custodirla e lasciarla migliore di come l’abbiamo trovata a chi ci succederà. E’ stato un lungo cammino e oggi è finalmente giunto il nostro tempo. Abbiamo la possibilità di costruire una nuova comunità urbana, ma, soprattutto, il dovere di ricucire un città profondamente ferita ricostruendo il rapporto di fiducia tra i cittadini e i loro amministratori. Raccogliamo una Città che per quasi duemila anni ha camminato superando ogni difficoltà, da quelle più remote ai fatti di cronaca recente, e noi sappiamo che questa strada non è destinata a chiudersi ma ha un destino che si perde oltre l’orizzonte. Ringrazio il mio predecessore Piero Fassino e tutta la sua squadra per aver condotto e servito la Città in questi ultimi 5 anni. Tutti noi siamo Torino e le Istituzioni, gli uomini e le donne che le rappresenteranno, agiranno sempre e solo mettendo al primo posto l’interesse della Città. Ogni torinese dovrà sentire il Palazzo di Città come la propria casa, la cui porta sarà sempre aperta. Da Sindaco non potrò risolvere tutti i problemi, ma ascolterò tutti, perchè sarò il sindaco di tutti. Sarà un percorso di cinque anni che faremo assieme a tutti i torinesi, chi entusiasta e chi critico, perché di questa Comunità tutti devono sentirsene parte. Sono certa che l’opposizione sarà dura e inflessibile, come è stata la nostra nella scorsa consiliatura e mi aspetto che tutti i torinesi siano cittadini attivi e attenti, dai quali ricevere osservazioni e motivate critiche. Oggi finisce un capitolo della storia di Torino e se ne apre un altro. A me, alla mia squadra e a tutti i consiglieri eletti spetterà il compito di scriverne le parole nelle quali ciascun torinese si possa sentire rappresentato. Siamo pronti a governare la nostra amata città e da domani saremo già al lavoro per servire Torino.
CHI HA PERSO SCARICA RENZI. Roberto Giachetti: "Da subito ho capito che c'era una montagna da scalare. E dovevo riuscirci da solo. Il partito, purtroppo, più che una risorsa s'è rivelato una tragica zavorra. I romani mi dicevano, in giro per la città: senti, nun è na' cosa personale. E' che tu rappresenti il Pd. Ce dispiace, ma nun te votiamo". Sapeva in partenza di essere la vittima sacrificale del PD di Renzi e per questo non si è dimesso da deputato, se lo avesse fatto oggi si ritroverebbe con appena 2.400 euro lordi: lo stipendio di un consigliere capitolino! Piero Fassino: "Sono dispiaciuto, la città è stata amministrata bene. Questa è una sconfitta politica". Cioè del Pd. Cioè di Renzi.

15 commenti:

  1. Con questi risultati al Referendum Costituzionale può vincere il NO... Da domani ventre a terra perché a ottobre sia un grandissimo ciaone a Renzi!

    RispondiElimina
  2. La capitale di Italia sarà governata dal movimento 5 stelle! Questa è una grande vittoria! Il modo ora sà che in Italia il M5S è il primo ''partito''. Impegno e perseveranza per il vero positivo cambiamento. No all'archeologia della politica che persiste al NORD. Il cambiamento inizia dal SUD. W l'Italia.

    RispondiElimina
  3. Adesso prendiamoci l'Italia!

    RispondiElimina
  4. AUGURI alle Sindachesse di Roma e Torino.
    Ora ci facciano vedere i fatti.

    RispondiElimina
  5. Se Renzi piange, Berlusconi e il centro destra non ridono!

    RispondiElimina
  6. Dopo la festa, adesso inizia il lavoraccio di rimettere in piedi una città in ginocchio come Roma. In bocca al lupo, ci sarà tanto da lavorare!

    RispondiElimina
  7. Adesso viene il bello!

    RispondiElimina
  8. E' Renzi che ha detto 'se perdo vado a casa': questo voto certifica che in giro c'è un 75% di elettori potenziali che potrebbe volerlo detronizzare!!!

    RispondiElimina
  9. Gli elettori del Pd hanno usato il lanciafiamme contro Renzi: il partito di Matteo è stato asfaltato!

    RispondiElimina
  10. Complimenti ragazzi!!!!! A Roma abbiamo fatto un lavoro straordinario. Ora dobbiamo continuare a lavorare con l'onestà e l'umiltà di sempre. Stiamo crescendo dovunque... Che sia un trampolino di lancio per dare all'Italia quella sterzata di cui ha bisogno per rimettersi davvero in sesto contro sprechi, clientelismi, corruzione, malgoverno.

    RispondiElimina
  11. mica hanno capito20 giugno, 2016

    Grandi discorsi in TV sui risultati elettorali ma i vari parassiti della casta fanno finta di non avere capito. Mano a mano che gli Italiani si accorgono di quale sarà la unica soluzione al percorso attuale verso la miseria e la disperazione sempre di più votano il M5S. Difatti vinciamo nelle grandi città dove la situazione è ormai insostenibile, come Roma e Torino ... a Milano sono ancora ricchi e sentono la crisi di meno ... Il sistema di potere della casta che ha sempre comandato usando i partiti ... sta cadendo a pezzi, i parassiti sociali non dormono di notte, comprano Malox contro la cattiva digestione, ma ormai è troppo tardi, devono finire dove sono destinati ...a zappare la terra.

    RispondiElimina
  12. Solo Grazie... felice di essermi svegliata questa mattina avendo queste fantastiche news. Così felice che no avevo mai scritto qualcosa qui sul sito ma solo su fb, che seguo col cuore. Sono certa alla faccia di chi ha avuto dubbi che si può cambiare, che siete l'esempio agendo come genitori che educano i propri figli, anche in politica bisogna dare l'esempio, fatelo nelle scuole, siate il popolo e sbattete fuori questi omuncoli che hanno ridotto l'Italia in ginocchio. Grazie ...siamo il cambiamento che vogliamo vedere nel mondo!!!

    RispondiElimina
  13. L'Italia continua il suo pur lento, ma necessario, risveglio dal torpore di anni segnati dalla mala politica.

    RispondiElimina
  14. Ora voliamo alto verso il governo nazionale. L'aereo della missione impossibile è decollato e prenderemo quota. Dall'inizio ci hanno sempre detto: "E' impossibile che ce la facciate". Ora l'obiettivo è cambiare quota e puntare alla guida dell'Italia.

    RispondiElimina
  15. Questo è il primo passo verso il nuovo cambiamento. Per ora a Trieste abbiamo sostituito il sindaco, dopo sarà la volta della governatrice e dopo, da ultimo, quella del presidente del consiglio.

    RispondiElimina

Freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Freeskipeer Italia si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)