venerdì 3 giugno 2016

Alfio Marchini: Vi aspetto tutti a piazza Anco Marzio.

di Alfio Marchini. Stasera chiuderemo la nostra campagna elettorale a piazza Anco Marzio a Ostia. Vi aspettiamo a partire dalle 18.30 per una bellissima serata di musica e partecipazione civica. Sarà l’occasione per ringraziare tutti voi che avete contribuito a far crescere il nostro movimento. Siamo tanti, molti a volere una Roma diversa. Dopo aver vinto le elezioni faremo tre grandissimi concerti: uno a Centocelle e vi lascio immaginare con chi, un altro a Ostia e un altro in una zona ancora da decidere.
Io voglio festeggiare con i romani, voglio che sia la città dei giovani. I giovani saranno per me il centro, questa deve essere una città che attrae i giovani. Nessuno ormai progetta il proprio futuro a Roma e questo per me è insopportabile.
Il programma di Alfio Marchini:

DEBITO E BILANCIO. La promessa più forte riguarda le tasse: l’aliquota comunale dell’Irpef verrebbe quasi dimezzata, passando dal picco dello 0.9% di oggi allo 0.5%. Meno 10% per la Tari. Con quali soldi? Rinegoziando gli interessi sul maxi-debito pregresso (oggi al 5%) con la Cassa depositi e prestiti, attraverso nuovi Btp al tasso del 2%. 
RIFORMA DEL CAMPIDOGLIO. La proposta più suggestiva è quella del Senato civico di Roma, con i rappresentanti di cultura, associazioni e imprese. Poi c’è il nuovo statuto di Roma Capitale, che diventerebbe (questa almeno è la richiesta) un ente a statuto speciale. Ogni quartiere poi avrebbe un dipendente comunale come responsabile. 
PRIVATIZZAZIONI E PARTECIPATE. Marchini lo ha ripetuto spesso, in campagna elettorale: «Parlare di privatizzazioni oggi è fuori luogo. Nessun privato investirebbe in aziende in questo stato». Serve prima il risanamento delle partecipate. In Ama arriverebbe una task force contro i dipendenti “furbi e assenteisti”. 
TRASPORTI E TRAFFICO. Sei nuove linee di tram, una metro sopraelevata dall’aeroporto di Fiumicino a Ostia Antica, metro C a San Giovanni entro il 2016, poi dritti fino al Colosseo. E ancora: ammodernamento delle linee A e B, lotta agli Ncc irregolari e all’evasione dei biglietti, attraverso tornelli non scavalcabili nelle metro, alti fino a 2 metri. 
RIFIUTI E AMBIENTE. Oltre al taglio della Tariffa sui rifiuti, è previsto un nuovo modello di “differenziata di condominio”, con sconti per gli edifici virtuosi (e riduzioni agli inquilini fino al 30%) e l’eco-card per premiare chi smaltisce correttamente i rifiuti ingombranti e dannosi per l’ambiente. 
DECORO E SICUREZZA. Sponsor per restaurare piazze e monumenti, squadre del decoro in ogni municipio, lotta all’abusivismo con la tutela dei negozi storici. Sul versante sicurezza, più videosorveglianza e esercito in strada (anche in periferia) oltre il Giubileo. Capitolo rom, l’obiettivo finale è la chiusura dei campi. Prima un censimento degli ospiti, che dovranno pagare luce e gas 
CULTURA E SPETTACOLO. Stop alla (contestatissima) pedonalizzazione dei Fori decisa dall’ex sindaco Marino, con il ritorno, temporaneo, dei veicoli dei residenti, ma su carreggiata ridotta. Biblioteche aperte in ogni quartiere anche alle 2 di notte, valorizzazione dei siti archeologici in periferia. Stesso discorso per i teatri, con Michele Placido a capo dei teatri in periferia.

3 commenti:

  1. Er sor Arfio pensa ai concertoni, sono sconcertato!

    RispondiElimina
  2. romoletto s.03 giugno, 2016

    Er piacione proprio non mi convince e poi con l'appoggio del Berluska s'è dato la zappa sui piedi: per me è out!

    RispondiElimina
  3. Marchini è la prova provata del fallimento di Silvio Berlusconi!

    RispondiElimina

freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

freeskipeer si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)