Come mantenere l'abbronzatura dopo le vacanze.

Come mantenere quel bel colorito ambrato ricordo di un'estate ormai passata? Cosa si può fare per far durare il più a lungo possibile l'abbronzatura? Primo consiglio fra tutti è quello di evitare il bagno e prediligere docce, magari tiepide e non calde, per lavarsi. Con l’acqua molto calda si possono più facilmente rompere i legami delle cornee superficiali della pelle: infatti più l’acqua è calda più è facile desquamarsi. Quindi sarebbe anche meglio non strofinare la pelle dopo la doccia, ma tamponarla con un asciugamano morbido. Meglio prediligere dei bagnoschiuma adatti, molto oleosi. Più un bagnoschiuma fa bolle e più è aggressivo, quindi può lavare via più facilmente l'abbronzatura.
Ovviamente per avere la pelle più elastica e quindi nutrita a sufficienza per non togliere il colorito estivo è necessario applicare sempre la crema per il corpo. Tra le sostanze più utili per mantenere una buona idratazione superficiale ci sono i fosfolipidi e la glucosamina. Inoltre in queste occasioni la pelle va anche ben massaggiata con delicatezza, comprimendo e decomprimendo. Se si vuole mantenere il più a lungo possibile l'abronzatura è bene rimandare l'appuntamento dall'estetista: scrub e cerette non aiutano. Evitare l'aria condizionata in ufficio o in casa: in questi ambienti l'aria è più secca e favorisce la pelle secca e la sua desquamazione. Bisogna inoltre bere molto e tenere idratata la pelle anche dall'interno, così come è sconsigliato usare profumi a base alcolica. Per una tintarella perfetta a lungo, infine, bisogna approfittare delle ultime giornate di sole e concedersi una piccola "fuga" sul balcone magari durante la pausa pranzo.

Nessun commento:

Posta un commento

Freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Freeskipeer Italia si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)