"...lei, signora Gruber, faceva il deputato europeo del Pd". Quando la verità fa male.

Duro scontro a 'Otto e Mezzo' su La7 tra il deputato di Forza Italia, Renato Brunetta e la conduttrice della trasmissione, Lilli Gruber. Nel corso del talk show, Brunetta, ad un certo punto, interrotto da Deborah Serracchiani sul numero dei posti di lavoro creati dal Jobs Act e sui risultati raggiunti dal governo Berlusconi in fatto di occupazione, perde completamente le staffe: "Il nostro ‘milione di posti di lavoro’ è stato certificato. Lei non lo ricorda perché era ancora al liceo". Ricorda Brunetta alla Serracchiani.  A quel punto interviene la conduttrice: "Non giochiamo coi numeri".
"...lei, invece, signora Gruber, faceva il deputato europeo del Pd. Quindi, stasera sono tra due colleghe del Pd", risponde lui, alludendo all'esperienza di europarlamentare del Pd della conduttrice. Inevitabilmente colpita nel segno, piccata e imbarazzata la reazione di Lilli Gruber: “Ma perché tira fuori queste cose? Io non voglio aprire un dibattito con lei. Brunetta, si calmi...". Segue una mini-rissa verbale. "Si calmi, si calmi, si calmi lei Gruber", dice Brunetta andando in loop e intonando un mantra alla Sgarbi, altro professionista conclamato della rissa televisiva. Ora Brunetta può piacere o non piacere, ma stavolta come dargli torto! Taluni proprio non ce la possono fare ad essere super partes!

3 commenti:

  1. magistrati e giornalisti? tutti in politica e a li mejo posti!

    RispondiElimina
  2. Brunetta mi sta odioso per tanti motivi, ma l'altra sera ha letteralmente fatto nera "la Rossa"!

    RispondiElimina
  3. Come si può negare la verità? certo che poi ci vuole una gran bella faccia tosta a fare certe interviste con chi ti ha portato in parlamento a fare il deputato!?

    RispondiElimina

Freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Freeskipeer Italia si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)