Pure Juncker lo ammette: Ue va molto male, troppe fratture!

Disoccupazione, crisi economica, povertà, malessere sociale, immigrazione, terrorismo. Questa Europa così com'è stata concepita, solo sul pareggio di bilancio dei paesi membri, costi quel che costi, sulla moneta unica che impone sacrifici, lacrime e sangue, sulle drammatiche disuguaglianze
che stanno allargando la forbice tra ricchi e poveri ad esclusivo uso e consumo dei poteri forti, ignorando il bene comune e calpestando i diritti dei popoli, ha vita corta! "Non parlo del Discorso sullo Stato dell'Unione, perché l'Unione va molto male. Un anno fa dicevo che non c'era abbastanza Unione e dopo un anno non posso che ripeterlo. Le rotture e le fessure sono numerose e sono pericolose. L'Unione europea è alle prese con le crisi dei rifugiati, la Brexit e la mancanza di investimenti oltre alle situazione in Ucraina e Siria e si dimentica che la Siria è un vicino dell'Europa, perché è molto vicina a Cipro. La Ue è davanti ad una policrisi". Lo dice il presidente della Commissione Jean Claude Juncker alla plenaria del Cese e comincia a dirlo anche Matteo Renzi col suo "faremo da soli", per quanto riguarda l'invasione africana! L'Europa sta crollando, usciamone prima che sia troppo tardi e riprendiamoci la nostra sovranità!

Commenti

salvo ha detto…
Salvini: “Se vinciamo noi Paese fuori dall’euro e dalla Ue”! E allora rassegnamoci a restare!

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DEL MESE

Cronaca di un ‘ceto medio’ che non c’è più.

Mille euro per tutti!?

Roma Capitale, #alberiperilfuturo. E per Via Savona!?

Il carabiniere cade, gli antifascisti lo pestano.

Lo zoo nell’urna, dal giaguaro smacchiato di Bersani al panda carnivoro di Grillo passando per altre 'bestiali' amenità.

La globalizzazione del lavoro al minimo sindacale.

San Remo. L'Italia, ingabbiata dalla crisi, non canta per amor, canta per rabbia!