Quelli del Sì. Stipendio e Pensione non vi bastano più? Ipotecate la casa per mangiare e curarvi!

In Italia abbiamo gli stipendi più bassi d’Europa, di conseguenza anche le pensioni segnano il passo, e arrivare a fine mese, a fronte di una tassazione a livello di usura e di un costo della vita sempre più alto, è davvero faticoso. E questa delle retribuzioni italiane che sono le più basse dell’unione europea, è una realtà tanto evidente, che il “premier senza voto” ci ha fatto sù addirittura una brochure da divulgare in tutto il mondo per invogliare gli investitori a venire in Italia a sfruttare la nostra manodopera sotto-pagata. Questo per gli stipendi. E per le pensioni? Se i soldi della pensione non ti bastano più per sbarcare il lunario, il governo Renzi ti propone di IPOTECARE LA CASA!
La soluzione di ipotecare la propria abitazione, logicamente per coloro che possiedono una casa, serpeggiava da tempo dalle parti del Nazzareno, e adesso l'ammiccamento viene in maniera esplicita da una dichiarazione che è destinata a suscitare non poco clamore. Quella della deputata Pd Alessia Morani. La parlamentare, ospite del programma di Rete4 'Quinta Colonna', ha scatenato la furia di Giorgia Meloni, anche lei presente in studio. "Esiste uno strumento che conosciamo poco, pensato proprio per gli anziani proprietari di casa che percepiscono pensioni troppo basse" - ha dichiarato la deputata 'dem' - "Si chiama prestito vitalizio ipotecario e consente agli anziani che non riescono ad arrivare a fine mese di rimanere a vivere nella loro casa. Questo è un aiuto per tutti quegli anziani che prendono pensioni basse, sono proprietari di case e hanno bisogno di un po' di liquidità per vivere meglio". Giorgia Meloni, leader di Fratelli d'Italia, ha subito replicato con durezza: "Voi volete regalare le case degli italiani alle banche". Sì, perchè loro sono «Quelli del "Sì"». Quelli che brindano con Marchionne per i maggiori utili di Fca, senza neppure mettere piede in fabbrica in mezzo agli operai. Quelli che alzano la soglia del contante a tremila euro, per combattere l'evasione fiscale. Quelli che vogliono farti cambiare la Costituzione facendoti credere che così lo Stato risparmierà e che le leggi verranno approvate in tempi rapidi, ma che poi bocciano in Aula il dimezzamento degli stipendi dei parlamentari. Quelli che ti fanno ipotecare la casa per mangiare e curarti. Quelli che vogliono mandarti in pensione con l'Ape, ma non prima di aver acceso un mutuo con la banca. Quelli che prima ti dicono di volersi ritirare dalla politica se perdono il referendum costituzionale, ma che poi ci ripensano e dicono di restare fino al 2018. Quelli che ti dicono di aver cambiato verso all'Italia, quando ancora sei impantanato nelle paludi della crisi con un debito pubblico che batte ogni record. Quelli del Jobs Act e dell'abrogazione dell'artico 18 che doveva creare più posti di lavoro, ma che invece ha costretto tuo figlio a fare le valigie per cercare miglior fortuna all'estero. Quelli che, unici al mondo, stanno usando le forze armate per farci invadere da centinaia di miglia di clandestini. Ebbene, loro sono quelli del "Sì". Noi siamo quelli del "No"!

2 commenti:

  1. Proposta del Pd ai pensionati: "Esiste uno strumento, che magari conosciamo poco, fatto apposta per gli anziani proprietari di casa che percepiscono pensioni basse che si chiama prestito vitalizio ipotecario. Gli anziani proprietari di casa con un'ipoteca sulla propria casa, rimanendo proprietari e stando dentro la propria casa, possono ricevere una somma da un istituto bancario che gli da una mano a vivere un po' meglio, ma rimangono a casa e rimangono proprietari della loro casa. E' un aiuto per gli anziani. Dopo di che, troveremo tutti i complotti "siamo amici delle banche, vogliamo favorire le banche" lo diranno. Ma questo è un aiuto per tutti quegli anziani che prendono pensioni basse, sono proprietari di case e hanno bisogno di un po' di liquidità per vivere meglio."
    Lo ha detto in Tv la parlamentare piddina Morani. E' vergognoso che il prestito vitalizio ipotecario venga spacciato in tv dal Pd come una formula magica per la quale la banca ti dà soldi, tu rimani in casa e resti proprietario. Che si è fumata? Queste balle potrebbero convincere degli anziani in difficoltà a compiere una scelta sulla base di informazioni inaccurate. Il prestito vitalizio ipotecario che mediamente ha tassi di interesse appena al di sotto di quello di usura funziona così:
    1) Hai più di 60 anni e ti ipotechi la casa per avere dei soldi subito
    2) Ti danno un prestito compreso tra il 15% e il 50% del valore della casa
    3) Muori
    4) I tuoi eredi devono restituire il totale dei soldi prestati in un'unica soluzione normalmente entro un anno dalla tua scomparsa. Gli eredi hanno due possibilità: se vogliono conservare la casa, possono rimborsare tutto, oppure la casa potrà essere venduta e quanto dovuto sarà rimborsato alla banca con il ricavato. Se non avrai eredi, o questi non procedessero al rimborso, il finanziamento viene estinto con la vendita dell'immobile
    5) Qualora dopo un anno dalla tua morte il finanziamento non venisse rimborsato, la banca può vendere l'immobile al valore di mercato, valore che si decurta del 15% all'anno
    Non è proprio come lo racconta Morani. E' un po' come stringere attorno al tuo collo e a quello dei tuoi familiari un cappio da cui potranno liberarsi solo (s)vendendo la casa o regalandola alla banca. Una follia. Anche perchè se i tuoi figli avessero le disponibilità per pagare il prestito che ti ha dato la banca non farebbero prima a darti direttamente i soldi durante la pensione? Le famiglie poi oggi hanno il problema inverso: con la pensione da fame i nonni devono campare pure figli e nipoti.
    La soluzione del Pd non è aumentare le pensioni, ma un consiglio da squilibrati: "regalate la casa alle banche".
    La prima cosa da fare è innalzare le pensioni minime e con il nostro Reddito di Cittadinanza la pensione minima sarà di 780 euro, la seconda cosa è abolire le pensioni d'oro. La terza è impedire che il Pd continui a proporre assurdità ai pensionati.

    RispondiElimina
  2. "Da noi sembra che se uno va in Europa per chiedere il rispetto delle regole vuole fare il Pierino, il Gianburrasca, anziché voler che si apra un dibattito politico su di esse". Lo ha detto il premier Matteo Renzi.
    LA RISPOSTA DI SALLUSTI SU il Giornale:
    Immigrati in cambio ​del sì ai conti falsi.
    Adesso forse abbiamo capito ciò che ai più appariva incomprensibile, e non da ieri.
    Perché ci stiamo caricando di migliaia di immigrati al giorno senza opporre alcuna resistenza, senza mettere in atto alcuna contromossa degna di questo nome? È vero, c'è il problema degli ingressi via mare difficilmente arginabili, della mancanza di interlocutori affidabili nel caos che regna sulle coste africane trampolino di lancio dei disperati. Ma tutto questo non basta a giustificare l'aumento esponenziale del fenomeno, come se una manina agevolasse o comunque non si opponesse all'invasione creando così un gigantesco problema umanitario sovrannazionale da usare per altri fini.

    E veniamo all'oggi. Renzi ha un problema enorme, che non sono gli immigrati ma i conti. Quelli che ha presentato all'Europa sono palesemente falsi, da qualsiasi parte li giri non starebbero in piedi se non aumentando le tasse, tagliando la spesa pubblica con la scure. Facendo insomma una manovra lacrime e sangue incompatibile con un consenso elettorale. L'Europa, viceversa, ha una coda di paglia gigantesca sul problema immigrati: se l'Italia dovesse cambiare linea e dare un giro di vite all'accoglienza sarebbero guai per tutti, e guai davvero grossi, sia sociali che politici. Sta di fatto che quello che si sta profilando tra il governo Renzi e la Commissione europea è un baratto: loro alla fine ci approveranno i conti falsi, noi ci terremo, e continueremo ad accogliere, gli immigrati.

    Se lo scambio sia stato premeditato od organizzato in corsa non lo sappiamo. La verità è che se Renzi che nelle ultime ore ha reso esplicito il ricatto - la scampa è grazie all'emergenza immigrati. E chi protesta, chi si oppone come può come è successo l'altro giorno con le barricate a Gorino viene fatto passare dal governo, dai politici e dagli opinionisti compiacenti come razzista. Siamo rimasti senza protezione, l'ordine di Renzi e di Alfano è: prima gli immigrati, poi gli italiani, costi quel che costi. Ci stanno facendo invadere, ci stanno portando all'esasperazione perché non sono stati capaci di mettere i conti a posto e sono con le spalle al muro: barattano immigrati con un sì dell'Europa alla manovra, sperando che questo diventi a sua volta un sì al referendum. Ragione in più per dire no.

    RispondiElimina

Freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Freeskipeer Italia si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)