venerdì 2 dicembre 2016

Innamorarsi via web, l'amore a portata di click.

di Caterina Steri. Non tutti gli amori nati sul web sono destinati a finire, ma solo una piccola parte resista alla vita reale. Tra i motivi per cui finiscono vi è la delusione delle aspettative che ci si crea e i rischi che si nascondono dietro lo schermo da cui si chatta. Spesso ci si innamora di uno sconosciuto perché il dialogo virtuale con lui è l’unica cosa che ci fa sentire vivi
e che in un certo senso ci fa evadere da una realtà che non ci piace, tanto meno che ci soddisfa. Una relazione virtuale si basa sopratutto sull’immaginario e le aspettative. Nella realtà, in un certo senso siamo costretti a vedere realmente ciò che l’altro ci propone, anche se non di nostro gradimento. Attraverso le relazioni via web mancano dei forti indicatori del rapporto a due reale, nonché campanelli di allarme che possono suggerire che l’altro non ci piace svelando inevitabilmente la verità. Mi riferisco all’aspetto fisico, gli sguardi, i sorrisi, gli odori. Diventa facile innamorarsi sul web perché ci sentiamo ascoltati e abbiamo la sensazione di entrare in una grande intimità emotiva con l’altro. Soprattutto per le persone tendenzialmente introverse e timide che trovano più facile parlare di se in chat che non di persona. Una delle aspettative che ci creiamo in tal senso e che anche l’interlocutore si riveli per quello che è davvero. La piazza virtuale ha il potere di ridurre significativamente ogni inibizione e timidezza nei confronti degli altri e illude ad un certo punto di poter essere invincibili e sicuri dinanzi a qualsiasi situazione. C’è poi il senso di mistero della relazione virtuale. Siamo noi a decidere quanto svelarci, a partire dal nick-name, all’immagine del profilo, ai racconti che facciamo. E lo stesso vale anche per chi sta dall’altra parte dello schermo. Tutto questo spinge a sognare ad occhi aperti. L’amore virtuale per molti risulta più facile grazie allo schermo che si interpone tra le persone. Ma il grosso rischio èla delusione che scaturisce dalla non corrispondenza tra chi avevamo immaginato e la realtà. Come ho scritto all’inizio però, una parte di relazioni nate in chat possono resistere all’esame di realtà. Lo possiamo scoprire prendendo tutti gli accorgimenti del caso, cioè evitando assolutamente di porci in situazioni rischiose, soprattutto per le donne che, ahimè, possono essere facili vittime di malintenzionati. Teniamo presente che è molto facile che qualcuno voglia approfittarsi della nostra buona fede. Qualora poi dovesse scattare un interesse, sarebbe meglio incontrarsi il prima possibile. In questo modo si evita di costruire un castello di carta con fondamenta falsamente solide. Incontrarsi dopo poco tempo invece ci mette subito di fronte alla realtà e ci permette di vivere in modo più completo la conoscenza dell’altro. Inoltre, non perpetuando a lungo la relazione virtuale si evita di estraniarsi dal mondo esterno a discapito del resto dei rapporti sociali. Il vantaggio di iniziare una relazione virtuale è che ci si può iniziare a conoscere senza cedere alla sola attrazione fisica. Questo va bene soprattutto per chi non si sente abbastanza sicuro di se dal punto di vista estetico. Teniamo però presente che è sempre molto difficile conoscere davvero delle persone, nel mondo virtuale lo è ancora di più, soprattutto se siamo noi i primi a renderle ancora più complicate.

Nessun commento:

Posta un commento

freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

freeskipeer si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)