Una 'indennità di cittadinanza' per i romani.

di un romano alla fermata del 19. A Roma ci sono i 5stelle, il cambiamento, ma se stai alla fermata dell’autobus ad aspettare che passi un mezzo, ti accorgi che non è cambiato proprio un bel niente. Stando alla pensilina ad aspettare che passi un autobus o un tram capisci perché i romani prendono la macchina e non usano i mezzi pubblici. Giovedì sera, neanche fosse stato un giorno festivo, sono stato davanti alla fermata di Via Rossini, nei pressi dell’Ambasciata Americana in direzione Piazza Risorgimento,
ad aspettare che passasse il tram della linea 19 per ben 45 minuti, dalle 19.00 alle 19.45! Alla fine ne sono passati due di 19, uno dietro l’altro. Nel frattempo avevo chiamato il numero Atac 06.46951 per sapere se il tram fosse stato attaccato dagli indiani, ma un disco mi informava che il centralino era attivo fino alle 16!
_______________________________________________________________________________
LA RISPOSTA DI NANDO. Purtroppo non sono un turista  che prende autobus e metro una tantum, ma un povero cristo che tutte le mattine per recarsi a lavoro deve prendere i mezzi pubblici perchè non può permettersi di andare in auto. Sono anche colui che ha votato i 5stelle sperando di dare una svolta a questa città belle e maledetta. Purtroppo gli effetti di quel voto, dalle buche alla monnezza, dalla MetroC ancora in corso d'opera al caos dei mezzi pubblici, ancora non li vedo! Trovo scandaloso e incivile, e oltretutto pericoloso, viaggiare stipati come le bestie su mezzi sporchi, scassati e che passano alla fermata quando gli pare e piace. Sono abbonato Atac, pago regolarmente 250 euro l'anno, ma devo stigmatizzare che il costo dell'abbonamento non corrisponde assolutamente al servizio erogato. Oltretutto almeno due volte al mese l'Atac proclama scioperi che creano ancora più disagi a noi poveri cittadini romani che per vivere in questa città, afflitta da mille problemi, dovremmo essere pagati! Chissà se la Raggi non stia pensando, oltre che al 'reddito', anche ad un 'indennizzo di cittadinanza'? 

2 commenti:

  1. Purtroppo non sono un turista che prende autobus e metro una tantum, ma un povero cristo che tutte le mattine per recarsi a lavoro deve prendere i mezzi pubblici perchè non può permettersi di andare in auto. Sono anche colui che ha votato i 5stelle sperando di dare una svolta a questa città belle e maledetta. Purtroppo gli effetti di quel voto, dalle buche alla monnezza, dalla MetroC ancora in corso d'opera al caos dei mezzi pubblici, ancora non li vedo! Trovo scandaloso e incivile, e oltretutto pericoloso, viaggiare stipati come le bestie su mezzi sporchi, scassati e che passano alla fermata quando gli pare e piace. Sono abbonato Atac, pago regolarmente 250 euro l'anno, ma devo stigmatizzare che il costo dell'abbonamento non corrisponde assolutamente al servizio erogato. Oltretutto almeno due volte al mese l'Atac proclama scioperi che creano ancora più disagi a noi poveri cittadini romani che per vivere in questa città, afflitta da mille problemi, dovremmo essere pagati! Chissà se la Raggi non stia pensando, oltre che al 'reddito', anche ad un 'indennizzo di cittadinanza'?

    RispondiElimina
  2. A Roma stiamo facendo una lotta senza sosta contro l’abusivismo commerciale: solo nel mese scorso sono stati effettuati oltre mille controlli al giorno ed elevate multe per un controvalore di circa 3,3 milioni di euro. E’ ora di mostrare il pugno di ferro contro l’illegalità. Per questo rafforzeremo ancora di più i controlli sul territorio e gli interventi contro la contraffazione e la filiera del falso che alimentano il racket della criminalità. Perché la nostra città merita legalità e decoro.
    L’assessore allo Sviluppo economico, Turismo e Lavoro Adriano Meloni sta portando avanti, col prezioso aiuto del corpo della Polizia Locale di Roma Capitale, una vera e propria guerra a tutte le forme di abusivismo. Ad ottobre sono stati oltre 31.400 i controlli effettuati in tutti i Municipi: 1.607 i sequestri amministrativi e 646 le sanzioni emesse. Già rispetto a settembre abbiamo aumentato i controlli del 50% superando i 1.000 controlli al giorno.
    Insomma, in poche parole, più interventi e più sanzioni: vogliamo dare una risposta ferma e decisa a chi inquina il commercio sano della città e fa concorrenza sleale ai nostri commercianti e alle nostre imprese.

    RispondiElimina

Freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Freeskipeer Italia si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)