Via il grasso addominale in solo 4 settimane con l'olio di colza!

Vi ricordate le auto ecologiche e il pieno di olio di colza al posto della solita benzina? Bè di quell'olio non se ne parla più come carburante bio per le automobili, ma dell'olio di colza come alimento 'salutare' se ne parla eccome! Ebbene, il nuovo segreto per perdere peso sarebbe proprio l'olio di semi di colza. Che, secondo un recente studio presentato al meeting annuale
della Obesity Society da esperti della PennState University, sarebbe in grado di ridurre il grasso addominale in sole 4 settimane. L'olio di semi di colza ha un contenuto in grassi saturi pari alla metà di quello dell'olio di oliva e vanta al suo interno elementi che bersagliano specificatamente l'accumulo di chili di troppo sul girovita. Alti livelli di acidi grassi monoinsaturi, ed è proprio questo che gli scienziati hanno dimostrato influisce sulla composizione corporea, specialmente in persone obese. "Il grasso viscerale, o addominale, aumenta il rischio di malattie cardiovascolari ed è associato con sindrome metabolica e diabete", spiega Penny Kris-Etherton, docente di Nutrizione all'università americana. "I grassi monoinsaturi dell'olio di colza riducono questo grasso", come dimostrano i test effettuati mettendo a confronto 5 differenti tipi di olii vegetali consumati da un gruppo di volontari obesi due volte al giorno, infusi in una centrifuga. Dopo solo un mese di dieta e frullati 'all'olio', coloro che hanno consumato quello di colza sono risultati pesare 11 kg in meno rispetto all'inizio dello studio, avendo perso grasso soprattutto nella zona addominale. Il miglior risultato del campione. Il consiglio degli esperti è dunque quello di includere nella dieta questo olio, per condire insalate o altre pietanze o ancora da aggiungere in centrifugati di verdura e frutta.

Commenti

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DEL MESE

Cronaca di un ‘ceto medio’ che non c’è più.

Mille euro per tutti!?

Roma Capitale, #alberiperilfuturo. E per Via Savona!?

Il carabiniere cade, gli antifascisti lo pestano.

Lo zoo nell’urna, dal giaguaro smacchiato di Bersani al panda carnivoro di Grillo passando per altre 'bestiali' amenità.

La globalizzazione del lavoro al minimo sindacale.

San Remo. L'Italia, ingabbiata dalla crisi, non canta per amor, canta per rabbia!