L'Artico si scioglie: molti i segnali che destano allarme.

di Alessandra Concas. Un cambiamento climatico imprevedibile e incontrollabile che non si limiterebbe al Polo Nord, determinato dallo scioglimento dell'Artico. A lanciare l'allarme è il rapporto "Arctic Resilience", scritto da undici organizzazioni tra i quali il Consiglio artico e alcuni atenei. Gli esperti hanno individuato dei cambiamenti considerevoli che ci sono stati o che ci potrebbero essere negli ecosistemi marini, di acqua dolce e terrestri dell'Artico,
causati dalle attività dell'uomo soprattutto con le emissioni di gas nell'atmosfera. Uno dei motivi di allarme è rappresentato da una crescita di vegetazione nella tundra, con le piante scure che assorbono calore a rimpiazzare la neve che riflette i raggi del sole, e un maggior rilascio di metano. Altri impatti, spiegano i ricercatori, sono la diminuzione del livello di ossigeno nel mare e la riduzione di specie ittiche fondamentali per la pesca artica, con effetti a catena sugli ecosistemi oceanici del mondo, e un cambiamento nella circolazione oceanica che condiziona il clima a livello globale. Secondo gli studiosi, non è molto noto come i cambiamenti interagiscano l'uno con l'altro. Se mutamenti multipli si rinforzano a vicenda, il risultato può essere potenzialmente catastrofico, e alcuni di questi cambiamenti potrebbero destabilizzare il clima regionale e globale.

Nessun commento:

Posta un commento

Freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Freeskipeer Italia si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)